cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Personaggi

FUTURE FILM FESTIVAL 2010

l’Oriente č a Bologna dal 26 al 31 gennaio

La 12° edizione del Future Film Festival, il festival internazionale di cinema d’animazione e nuove tecnologie applicate all’immagine, si svolgerà a Bologna dal 26 al 31 gennaio 2010 presso il Teatro Duse (Via Cartoleria 42) e presso Palazzo Re Enzo (Piazza del Nettuno) e, come da tradizione, dedicherà buona parte della propria programmazione alle nuove produzioni provenienti dall’Asia e in particolare dal Giappone e Hong Kong. Fin dalle sue origini il FFF porta a Bologna il meglio delle produzioni orientali diventando un’occasione unica per vedere opere imperdibili.

Questi i film in anteprima al FFF2010:

FILM IN CONCORSO

First Squad: The Moment of Truth
di Yoshiharu Ashino (Giappone/Russia)

Prima coproduzione animata tra Russia e Giappone, il nuovo film dello Studio 4°C (Mindgame, Tekkonkinkreet) è un war movie superomistico ambientato in Russia durante la seconda guerra mondiale.
Oblivion Island: Haruka and the Magic Mirror di Shinsuke Sato (Giappone)
Primo film completamente in computer grafica per il pluripremiato studio Production I.G (Ghost in the Shell), che traspone in un incredibile mondo 3D la fantasia visiva del regista Shinsuke Sato (The Princess Blade), per una sorta di Alice nel paese delle meraviglie in salsa nipponica.
Goemon di Kazuaki Kiriya (Giappone)
Nuovo live action in costume diretto da Kazuaki Kiriya, già regista del blockbuster visionario Casshern, apprezzato anche in Italia e anteprima del FFF2006. Goemon, film videogame ipercinetico e ricco di effetti visivi, è incentrato sul personaggio eponimo, realmente esistito e conosciuto come il "Robin Hood giapponese".
Mai Mai Miracle di Sunao Katabuchi (Giappone)
Ritorna al FFF anche quest'anno la MadHouse, uno dei più importanti studi di animazione nipponici, con il nuovo lungometraggio a disegni animati Mai Mai Miracle, delicato racconto introspettivo e bucolico incentrato su due bambine alla scoperta del mondo e di un'antica leggenda locale, che si richiama alle atmosfere di Heidi e alla lezione del maestro Isao Takahata.
King of Thorn di Kazuyoshi Katayama (Giappone)
Nuovo film cinematografico dello studio d'animazione Sunrise (Gundam), il fanta-horror King of Thorn è ispirato all'omonimo manga di culto ideato da Yuji Iwahara (edito in Italia da Flashbook Edizioni) e ambientato in un prossimo futuro minacciato dal pericolosissimo virus Medusa, in grado di pietrificare la carne umana.

FILM FUORI CONCORSO

McDull, Kung Fu Kindergarten
di Brian Tse (Hong Kong/Cina/Giappone)

Da Hong Kong il film in animazione che porta a compimento la tetralogia dedicata al tenero maialino McDull, iniziata con My life as McDull e proseguita tra il comico e il nostalgico nel corso di otto anni. Tutti i precedenti episodi sono stati presentati al Future Film Festival, che ha contribuito a decretarne il successo anche in Italia.
20th Century Boys Chapter 2: The Last Hope di Yukihiko Tsutsumi e 20th Century Boys 3: Redemption di Yukihiko Tsutsumi (Giappone)
Dopo 20th Century Boys Chapter 1, kolossal live action presentato con grande successo lo scorso anno al Festival, prosegue la saga tratta dal manga omonimo di Naoki Urasawa con i due nuovissimi lungometraggi che chiudono la trilogia. La saga racconta di un gruppo di ex amici d'infanzia alle prese con l'apocalisse prossima ventura, in un intreccio fantascientifico che mescola intrighi e cospirazioni.
Yona Yona Penguin di Rintaro (Giappone/Francia)
Film per ragazzi di ambientazione fantastica che segna l'esordio nella computer grafica per lo studio MadHouse, in una coproduzione franco-giapponese che vede il ritorno alla regia del veterano Rintaro (Metropolis, Capitan Harlock).
Eureka Seven: Good Night, Sleep Tight, Young Lovers di Tomoki Kyoda (Giappone)
Tratto dalla serie robotica più apprezzata degli ultimi anni, arriva al FFF il nuovo lungometraggio animato dello Studio Bones, già premiato all'ultima edizione del Festival per le raffinate animazioni di Sword of the Stranger.

FOLLIE DI MEZZANOTTE
La sezione è nata per ospitare al Festival film fuori concorso curiosi, estremi nel loro genere, capaci di sconfinare nel demenziale o nell'horror e ai quali è riservata una proiezione notturna.
Vampire Girl vs. Frankenstein Girl di Yoshihiro Nishimura e Naoyuki Tomomatsu (Giappone)
Dopo il grande successo dell'eccessivo splatter movie Tokyo Gore Police, torna al FFF il regista Yoshihiro Nishimura, che in coppia con Naoyuki Tomomatsu, già regista del cult Stacy, firma una nuova delirante "follia" horror.

SERIESMANIA
Il Future Film Festival, come ogni anno, presenta anche la sezione SeriesMania, una vetrina sulle più interessanti serie tv animate apparse nell’ultimo anno, con Basquash!, serie dello studio di animazione Satelight e ideata dall’animatore Shoji Kawamori, autore del successo di Macross, un curioso ibrido tra il genere robotico e quello sportivo: in un prossimo futuro lo sport più popolare nei bassifondi cittadini è un tipo di basket a bordo di robot, le cui scarpe sono disegnate appositamente dalla Nike.
La Production I.G, studio di animazione noto per opere cyberpunk come Ghost in the Shell, realizza la serie Chocolate Underground, pensata per il web ma approdata anche sugli altri mezzi di comunicazione: in un paese distopico governato da una dittatura paramilitare, la cioccolata viene bandita dalla società salutista e resa illegale. La resistenza politica produce il proprio cioccolato nei sotterranei cittadini, fomentando una rivolta culinaria che acquisisce una valenza liberatoria.
La Toei Animation, major dell’animazione giapponese famosa per One Piece, produce due serie particolarissime: Flying Trapeze (conosciuta anche come Welcome to Irabu’s Office) è la nuova psichedelica opera di Kenji Nakamura, il geniale regista di Ayakashi – Bakeneko, che qui sperimenta l’interpretazione psicanalitica dei sogni attraverso l’animazione, mentre Marie & Gali, diretta da Yukio Kaizawa, cerca di raccontare con tono surreale e divertito le scoperte scientifiche attraverso l’incontro della protagonista Marie con i più grandi scienziati della storia, primo fra tutti Galileo Galilei, nella sua versione superdeformed chiamata Gali.
Anche la nuova serie Meat or Die, del piccolo studio Bonus.co.jp, già artefice del fenomeno Usevitch, punta sulla brevità di sketch demenziali: protagonisti due imbranati mostri in perenne ricerca di cibo, destinati al più disastroso insuccesso come nella migliore tradizione di Wile Coyote e Bip Bip.
Ritorna inoltre uno dei classici degli anime, l’intramontabile Mazinga Z di Go Nagai, nella nuovissima serie Mazinger Edition Z: The Impact!: una rivisitazione moderna del principe dei robot che rende onore alla complessità della storia originale.

Visita il sito di Future Film Festival: www.futurefilmfestival.org

<< Precedente

www.cartonionline.com non è responsabile dei contenuti, delle spedizioni e dei servizi offerti dai negozi su questo sito. Cartoni online non è un sito commerciale, ma si limita a suggerire con dei links esterni, articoli e servizi di altri siti web.