cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione e fantasy > Film fantasy -

La furia dei Titani

La furia dei Titani
La furia dei Titani
Legendary Pictures, Thunder Road Pictures, Warner Bros. Pictures

Quella di girare un film, pensando già al suo sequel, è una consuetudine ormai invalsa da tempo nelle grandi case di produzione, pronte a pianificare con largo anticipo la migliore strategia possibile per valorizzare al massimo una pellicola di successo. Proprio per questo motivo, molti copioni vengono ormai realizzati con il chiaro intento di sfruttarne ogni possibile appiglio in grado di dare linfa a successivi episodi che siano di nuovo in grado di ineressare gli utenti del capostipite, rinverdendone così il successo commerciale. Alla regola non poteva perciò sfuggire “Scontro tra Titani”, fortunato film del 2010 e remake della omonima pellicola uscita nel 1981, che si prestava nel modo migliore alle esigenze di girarne un secondo episodio, grazie ad una serie di personaggi dalla grande potenzialità. Il sequel, è ormai alle porte, per la gioia dei tanti che avevano gustato la prima puntata, con il titolo “La furia dei Titani” (“Wrath of the Titans”), e vede un avvicendamento alla regia, che era del resto atteso da molti, viste le pecche messe in mostra dalla stessa, nel corso della quale la rivisitazione della mitologia elaborata da Louis Leterrier aveva prestato il fianco a molte critiche.

Le critiche al film precedente
Il primo episodio se da un lato si era distinto per l’energia che è il maggior pregio di un regista “muscolare” come Leterrier, dall’altro non era però riuscito a caratterizzare al meglio i personaggi. Proprio per questo motivo, la pellicola aveva ricevuto stroncature in serie dalla critica specializzata, che non aveva mancato di sottolineare le incongruenze e le mancanze della trama, con toni che avevano rasentato il vero e proprio dileggio. Il pessimo giudizio artistico, era però stato mitigato molto dall'enorme successo di pubblico riservato alla pellicola dalle grandi masse di appassionati della materia, le quali avevano comunque deciso di visionarla senza farsi vincere dal possibile pregiudizio creato dai critici, con un riscontro economico lusinghiero.

La nuova regia

La furia dei Titani
La furia dei Titani
Legendary Pictures, Thunder Road Pictures, Warner Bros. Pictures

Stavolta, però, la produzione, intenzionata con tutta evidenza a non lasciare nulla al caso e a sfruttare al meglio le potenzialità commerciali dell’evento, ha deciso di rimuovere Leterrier dalla cabina di regia e di affidarla a quel Jonathan Liebesman che ha già avuto modo di mettersi in grande evidenza grazie ad opere come “Al calare delle tenebre”, “World Invasion” e “The Killing Room”, e dal quale in molti si aspettano un vero e proprio cambio di marcia. Un cambio che del resto è stato annunciato dallo stesso regista, in una intervista nel corso della quale ha espressamente dichiarato che “La Furia dei Titani” avrà un effetto devastante su tutti coloro che amano il mondo della mitologia e che è suo intento non deludere assolutamente le grandi aspettative di quella vastissima platea formata da tutti quelli che già hanno avuto modo di godere la visione del primo atto. Un proponimento che si basa anche, e non poteva che essere così, sulla continuità con le cose che avevano funzionato nel primo episodio: se infatti la guida è cambiata, in compenso è rimasto l’asse portante della storia, composto da Liam Neeson (già ammirato in “Schindler’s List” e “Gangs of New York”) , Sam Worthington (acclamato protagonista di “Avatar”) e Ralph Fiennes (“Strange Days”, “The Reader” tra i suoi maggiori successi), gli strepitosi attori che avevano saputo andare oltre le pecche di Leterrier per mezzo di una bravura riconosciuta in maniera pressoché unanime e che aveva infine spinto “Scontro tra Titani” ad un ottimo risultato presso il botteghino.

La furia dei Titani
La furia dei Titani
Legendary Pictures, Thunder Road Pictures, Warner Bros. Pictures

La storia del film
Adesso, i Titani ritornano con una storia che è ambientata dieci anni dopo la sconfitta del mostruoso Kraken e vede Perseo (Sam Worthington), figlio di Zeus, alle prese con le normali vicende in cui è solitamente immerso un villaggio di pescatori. La sua vita è allietata da un figlio di dieci anni, Helius, cui deve accudire da solo. La normalità sta però per finire e incombe di nuovo il pericolo sul mondo degli umani, stavolta originato dal fatto che gli stessi hanno ormai smesso di pregare e di credere negli dei dell’Olimpo. La conseguenza della mancanza di devozione vede le divinità perdere in modo graduale, ma inesorabile i propri poteri, in un momento in cui i Titani, guidati da Kronos, padre di Zeus (un grande Liam Neeson), Ade (un Ralph Fiennes che compete in bravura con Neeson) e Poseidone (Danny Huston), stanno cercando di organizzare la loro rivincita. Proprio i figli, molto tempo prima, avevano spodestato Kronos, imprigionandolo nelle profonde caverne del Monte Tartaro, nell’Oltretomba, sperando in questo modo di averlo neutralizzato per sempre. Questi, però, mai del tutto rassegnato alla perdita del potere, riesce a dar luogo ad una alleanza con Ade, allargando l’accordo ad Ares (interpretato da Édgar Ramírez), per rovesciare a sua volta Zeus, che viene catturato. Per evitare che questo tentativo abbia successo, la regina Andromeda (Rosamund Pike, scelta in una rosa estremamente ampia e qualificata), Agenore ed Efesto decidono di chiedere l’aiuto di Perseo, il quale infine accetta di schierarsi con gli dei nella epica battaglia che sta per cominciare e di scendere nell’Oltretomba per liberare il padre, rovesciare le sorti dello scontro e salvare l’umanità da un destino che sembra ormai segnato.

Gli effetti 3D
Se il maggiore punto debole del primo episodio, oltre alle pecche narrative, era stata la scelta di girarlo in 2D per poi convertirlo solo in un secondo momento al tridimensionale, con esiti molto inferiori alle aspettative, stavolta la produzione ha optato immediatamente per la potenza dello stereoscopico, la migliore in effetti per immortalare al meglio le epiche battaglie che sono la parte più spettacolare de “La Furia dei Titani”, con una serie di effetti speciali che possono già essere ammirati nei trailer in circolazione, dai quali sembrano scomparsi i difetti evidenziati nel primo atto. Al cambio in cabina di regia, ha fatto riscontro quello concernente la sceneggiatura, che è passata dalle mani di Greg Berlanti al duo formato da David Leslie Johnson e Dan Mazeau. Le riprese hanno avuto inizio il 23 marzo 2011, nei pressi di Londra, con successive puntate nel Surrey e nelle Canarie, precisamente presso le isole di Tenerife e La Gomera. Naturalmente, l’attesa per “La Furia dei Titani” è quasi spasmodica, soprattutto presso chi già aveva avuto modo di godere le vicende del primo atto della saga. Una attesa che è comunque destinata a durare ancora pochi giorni, in considerazione dell’uscita in contemporanea in tutto il mondo prevista per il 30 marzo 2012.www.cartonionline.com

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright Legendary Pictures, Thunder Road Pictures, Warner Bros. Pictures e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

La furia dei Titani
Titolo originale: Wrath of the Titans
Nazione: Stati Uniti
Anno: 2012
Genere: Avventura, Fantastico, Mitologia
Regia: Jonathan Liebesman
Sito ufficiale: http://wrathofthetitans.warnerbros.com/index.html
Attori: Liam Neeson, Ralph Fiennes,
Sam Worthington, Rosamund Pike,
Bill Nighy, Danny Huston, Toby Kebbell, Edgar Ramirez
Produzione: Legendary Pictures, Thunder Road Pictures, Warner Bros.
Distribuzione: Warner Bros Italia
Data di uscita: 30 Marzo 2012 al cinema