Cartoni Online - Risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Tintin > Film di animazione > Film animazione 3D > Film sui fumetti -

Le avventure di Tintin: il segreto dell'unicorno

Tintin e Milù - Le avventure di Tintin - il segreto dell'unicorno
© Amblin Entertainment, The Kennedy/Marshall Company, WingNut Films

Il segreto dell'unicorno, che nell'origininale francese si chiama Le secret de la Licorne, è l'undicesimo capitolo della famosa serie a fumetti. Le avventure di TinTin, sono state scritte e illustrate dal fumettista belga Hergè. Progettato per essere il primo volume di una storia in due parti, la trama de "Il segreto dell'unicorno" è stata ampliata e continuata in questa avventura. Il fumetto è stato realizzato nel giugno 1942 tramite il giornale belga Le Soir, per poi essere pubblicato in un libro nello stesso anno. Hergè scrive questo libro in un momento in cui il belgio è occupato dalla Germania nazista di Hitler, infatti è il primo libro che racconta le avventure di TinTin, proprio per evitare temi politici. E' noto anche per essere uno degli unici due libri della serie ambientata in Belgio.

Il 28 ottobre 2011, nelle sale cinematografiche, uscirà il film "Le avventure di Tin Tin - Il segreto dell'unicorno", un film di Steven Spielberg girato tutto tramite la tecnica della Motion Capture. Il film è basato su tre albi di Hergè: il granchio d'oro, il segreto del liocorno e il tesoro di Rakham il Rosso. Il film sarà presentato al Festival Internazionale del Film di Roma 2011, nella sezione "Alice nella città". In tutte le sale italiane verrà distribuito dal 28 ottobre, mentre negli Stati Uniti uscirà sotto Natale, esattamente il 23 dicembre. Il primo trailer in lingua originale è stato reso noto il 16 maggio 2011, mentre quello italiano il 23 maggio. Hergè, è molto ricercato per le sue storie, perchè garantisce che le navi, gli edifici e le funzionalità illustrate si basino su cose reali. Il segreto dell'unicorno rimane tra i racconti preferiti di Hergè, fino a quando nel 1960 scrive TinTin in Tibet, preferendolo a tutti gli altri. Il fumetto è stato adattato in vari media, come ad esempio ad un racconto radiofonico nel 1992 e per due serie televisive animate.

Tintin e il capitano Haddock - Le avventure di Tintin - il segreto dell'unicorno
© Amblin Entertainment, The Kennedy/Marshall Company, WingNut Films

La trama ruota intorno a TinTin, un giovane reporter dai capelli rossi, alla ricerca di nuove storie da raccontare. Per riuscire a trovarle, viaggia per il mondo senza una meta stabilita sempre in compagnia con l'inseparabile cane Milù.. Mentre gira in un mercato a Bruxelles, TinTin acquista il modellino di una vecchia nave da regalare al suo amico, il capitano Haddock. Due sconosciuti, Ivan Sakharine e un misterioso personaggio di nome Barnaba, cercano di convincere TinTin a farsi dare la nave, ma lui rifiuta. Tornando nel suo appartamento, è molto nervoso e fa cadere il modellino rompendo l'albero maestro. Per ripararlo, mostra la nave ad Haddock, il quale rimane stupito e afferma che in realtà quel modello è di una nave da guerra dell'Unicorno del diciassettesimo secolo, la quale era stata capitanata dal suo antenato: Sir Francis Haddock. Poco dopo, la nave modello viene rubata e si scopre che Sakharine possiede un modello identico, rubato anche questo. TinTin sconsolato, torna al suo appartamento, dove scopre una pergamena arrotolata sotto i mobili, sulla quale c'è la parte di un enigma che indica la posizione di un tesoro, così si rende conto che è meglio nasconderla prima che la trovi qualcuno. Informa immediatamente il suo amico Haddock, il quale gli racconta di come Sir Francis Haddock, abbia combattuto contro il pirata rosso Rakham nelle Indie occidentali, uccidendolo e facendo saltare in aria la sua nave. Haddock, preso dalla foga, rievoca nel suo appartamento le scene della battaglia, distruggendo e mettendo a soqquadro tutto. Intanto, il personaggio misterioso noto come Barnaba, si aggira intorno all'appartamento di TinTin, ma viene ucciso da alcune persone ignote. Successivamente, TinTin viene rapito dagli stessi autori della sparatoria, essi si rivelano essere i fratelli Bird, due commercianti spietati e senza scrupoli che possiedono un terzo modello dell'Unicorno. Ci sono loro dietro il furto del modellino di TinTin e della pergamena di Sakharine, sapendo che solamente con tutte e tre le pergamene si può individuare la posizione del tesoro nascosto. TinTin riesce a fuggire dalla tenuta in campagna dei fratelli Bird, mentre Haddock sopraggiunge insieme alla polizia e all'ufficiale Thompson, che procede all'arresto dei due. I fratelli sono stati accusati di aver scippato e rubato un portafoglio, e una volta al muro, TinTin e Haddock glielo sottraggono. Riescono così a combinare le tre pergamene e a scoprire le coordinate del tesoro nascosto, iniziando a pianificare una spedizione per raggiungerlo. Ci fù in pirata storico con il nome simile a quello di Red Rakham, si chiamava John Rakham, meglio conosciuto come il capitano della nave sulla quale navigavano le due donne piratesse: Anne Bonny e Mary Read. Michael Farr, ritiene che l'introduzione di Sir Francis Haddock, dal francese Francois de Haddoque, sia stato ciò che ha reso il libro molto più interessante e notevole, per il fatto che sia visivamente che nei modi di fare, egli sia scarsamente distinguibile dal capitano.

Tintin e i gemelli Dupon e Dupon - Le avventure di Tintin - il segreto dell'unicorno
© Amblin Entertainment, The Kennedy/Marshall Company, WingNut Films

Con l'entrata in scena del capitano Haddock, Hergè ha creato l'unico personaggio della serie ad avere una famiglia e una discendenza. Soltanto dopo la pubblicazione del libro, Hergè apprese che esisteva veramente Haddock, un ammiraglio che aveva servito la marina britannica durante la fine del 17 e l'inizio del 18. Questo ammiraglio Haddock è stato a bordo della James Royal, l'ammiraglia che partecipò alla battaglia di Solebay del 1672, la prima battaglia navale della terza guerra anglo-olandese. Durante i combattimenti, la James Royal viene attaccata e prende fuoco. Haddock riesce a fuggire e a salvarsi la vita buttandosi in acqua, successivamente il suo coraggio è stato riconosciuto dal monarca britannico, Re Carlo II. Poco dopo, Haddock prende il comando di un'altra nave, la Royal Charles, prima di diventare amministratore navale nella sua vita matura e adulta. Secondo gli storici, ci sarebbe stato anche un altro Haddock, vissuto sempre nello stesso periodo. David Ogg rivela che questo capitano con la sua nave e il suo equipaggio, si sarebbe separato dal resto del battaglione, per poter ancorare a Malaga, in modo da acquistare delle merci che avrebbero poi pututo rivendere in Gran Bretagna. Per questa azione, Haddock, venne chiamato a presenziare davanti ad un tribunale dell'ammiragliato nel 1674, dove gli venne ordinato di rinunciare a tutti i profitti ricavati dall'operazione e inoltre sospeso dal suo comando per oltre sei mesi.

Le avventure di Tintin - il segreto dell'unicorno
© Amblin Entertainment, The Kennedy/Marshall Company, WingNut Films

Per produrre tutti gli sfondi e le illustrazioni per il Segreto dell'Unicorno, Hergè ha deciso di ispirarsi ad una varietà molto più ampia di fonti iconografiche, come ritagli di giornale, tecnica nuova, mai usata in nessun'altra precedente avventura di TinTin. Fece molti sforzi al fine di presentare la Unicorn, come una nave da guerra del diciassettesimo secolo storicamente accurata e precisa, studiando i piani di navi da guerra di quel periodo, trovati nel museo navale di Parigi. Come la sua influenza primaria per l'artigianato fittizio, scelse una nave chiamata Le Brillante, costruita a Le Havre nel 1690 dal maestro Salicon e successivamente decorata da Jean Berain detto il Vecchio. Ha inoltre studiato altre navi di quel periodo, come La Couronne o Le Reale de France, al fine di comprendere alla perfezione la progettazione di quel secolo. Per creare la sua nave si ispira proprio alla Reale de France, in quanto nessuna nave era mai stata elencata negli annali della marina francese con il nome Unicorno. Per la nave immaginaria di Sir Francis Haddock invece, Hergè prende ispirazione da una nave da combattimento inglese attiva nella prima metà del diciottesimo secolo. Il Segreto del Liocorno, inizialmente serializzato su base giornaliera, viene poi pubblicato in un libro di 62 pagine da parte delle Edizioni Casterman, nel 1943. Nel 1952, Casterman pubblicò le traduzioni in lingua inglese sia del Segreto dell'Unicorno che di Il Tesoro Rosso Rakham. Nel 1957, il Belvision, società di animazione, produce una serie di adattamenti a colori basati su fumetti originali di Hergè, adattando otto avventure in una serie da cinque minuti a episodio. Il Segreto dell'Unicorno è così la quarta storia ad essere adattata in piccoli episodi, diretti da Ray Goossens e scritti da Michel Greg, un noto e apprezzato scrittore di fumetti, illustratore che negli anni successivi sarebbe diventato capo del Journal de TinTin. Nel 1991, una seconda serie animata basato sulle avventure di TinTin è stata prodotta, come una collaborazione tra la società d'animazione francese Studio Ellisse e quella canadese Nelvana. Così Il segreto dell'Unicorno diventa la nona storia ad essere prodotta in serie di episodi lunghi 42 minuti l'uno. La regia di Stèphane Bernasconi, la serie è stata elogiata per essere "perfettamente fedeli", in quanto basata su composizioni prese direttamente dal fumetto originale. La storia del segreto dell'Unicorno, assomigliava molto alle avventure precedenti di TinTin, a causa dell'utilizzo di colore, contenuti e nello stile. Tutto questo infatti, porta Harry Thompson a sottolineare che senza alcun dubbio è una storia appartenente al 1930, credendo, sbagliando, che fosse l'ultima e migliore storia dei misteri di Hergè in versione detective. In tutte le sue analisi, riguardanti le avventure di TinTin, l'accademico Jean Marie Apostolides, individua nella ricerca del tesoro da parte dei personaggi, una ricerca allo stesso tempo delle loro radici.

Il film di Spielberg, utilizza la tecnica della Motion Capture, ovvero la "cattura del movimento", che consente di studiare i meccanismi per catturare il movimento e il processo per acquisire un determinato movimento. Per riuscire ad acquisire il movimento, è necessario utilizzare un sistema stereofotogrammetrico, in parole brevi, un sistema dotato di più telecamere che trasmettono luce rossa, infrarossa o near-infrared, oltre ai marcatori, che sono piccole sfere di materiale riflettente. Nell'ambito del cinema questa tecnica è molto utilizzata per gli effetti speciali di molti film, per riuscire a riprodurre movimenti realistici. Il computer crea un'immagine stilizzata dell'attore e riproduce i suoi movimenti, che le telecamere intorno a lui catturano. Allo stesso modo questa tecnina viene utilizzata nei videogiochi, per creare con estrema precisione e realismo i movimenti dei personaggi virtuali presenti nel gioco. Questo stupendo film è diretto da Steven Spielber, realizzato e prodotto da Peter Jackson. Il progetto dovrebbe essere una trilogia e il secondo episodio, Red Rakham's Treasure, dovrebbe avere semaforo verde dopo luglio 2010. Fonte: www.cartonionline.com

La locandina del film Le avventure di Tintin - il segreto dell'unicorno
Titolo originale:  The Adventures of Tintin: The Secret of the Unicorn
Nazione: U.S.A., Nuova Zelanda, Belgio
Anno: 2011
Genere: Animazione, Avventura, Comics
Regia: Steven Spielberg
Attori: Daniel Craig, Simon Pegg, Cary Elwes, Jamie Bell, Andy Serkis, Nick Frost, Tony Curran, Toby Jones, Mackenzie Crook, Sebastian Roché
Produzione:Amblin Entertainment, The Kennedy/Marshall Company, WingNut Films
Distribuzione: Sony Pictures Releasing Italia
Uscita : 28 Ottobre 2011
  
  

<<precedente

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright © Amblin Entertainment, The Kennedy/Marshall Company, WingNut Films e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Altri links
La storia di Tintin