cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film animazione 3D -

ParaNorman


ParaNorman
© Laika Entertainment

Si avvicina la festa di Halloween, attesa in Italia con lo stesso entusiasmo dei Paesi anglosassoni, e allora che cosa c’è di meglio che andare al cinema a vedere un bel film horror dove, però, si ride molto? Un film adatto ai più piccoli ma che piacerà moltissimo anche agli adulti. L’occasione c’è data da “ParaNorman”, film d’animazione ovviamente in stop motion, che è possibile vedere nelle sale cinematografiche italiane già da qualche giorno. Si tratta di un vero gioiello del genere diretto dal britannico Chris Butler, sceneggiatore e regista insieme a Sam Fell, che ha già diretto "Giù per il Tubo" e "La avventure del topino Despereaux". Butler, invece, è esordiente come regista ma ha un curriculum di un certo rispetto avendo lavorato come storyboard artist per l’autore di film stop motion Henry Selick (regista di pellicole di successo come "Nightmare before Christmas", "La sposa cadavere" e "Coraline e la porta magica") e il suo amico ed ispiratore Tim Burton.


Norman e Neil
© Laika Entertainment

“ParaNorman”, girato utilizzando la tecnologia stop-motion, che rende la pellicola altamente realistica e che riprende l’azione fotogramma per fotogramma, si avvale anche della moderna tecnologia della computer grafica. Per questa combinazione risulta un film molto coinvolgente e scoppiettante di immagini e colori, rigorosamente tetri e macabri però. Si ispira, infatti, al genere dei fumetti dark tipici del mondo amato da Selick e Burton, rivelandosi uno dei cartoni animati più suggestivi ed affascinanti di quest’anno, sia per la tecnica di lavorazione, ma anche per la trama che racconta una sorta di storia di formazione di un adolescente, Norman, alle prese con un compito apparentemente al di sotto delle sue possibilità: salvare la sua gente da una minaccia soprannaturale. Infatti elementi tipici del film sono proprio questi: il pericolo che viene dal mondo ultraterreno e che incombe su una cittadina della provincia americana nel periodo di Halloween; e la presenza di personaggi principali “strani” che, però, hanno una possibilità di riscatto. Tutti temi che riprendono un altro capolavoro horror dell’animazione per ragazzi, “Monster House“.


Norman Babcock
© Laika Entertainment

Il protagonista del film di Fell e Butler è un ragazzino che diventerà un super eroe pur non avendone le tipiche qualità e caratteristiche. Norman Babcock è incompreso da tutti e tartassato dai bulli della scuola, in particolare dal brufoloso Alvin, dai genitori, Sandra e Perry, e dalla sorella modaiola Courtney, particolarmente antipatica. Come si evince dal titolo stesso del film, però, la realtà sarà ben diversa, infatti soltanto apparentemente non è un eroe, perché è in possesso di doti paranormali che gli permetteranno di salvare la sua cittadina da un'antichissima e spaventosa maledizione. Norman ama i film horror e tutto quello che fa paura ma, soprattutto, ha un dono speciale: può parlare con i morti, compresa la sua adorata nonna, che lo considerano il loro interlocutore preferito, quando devono saldare qualche conto che hanno lasciato in sospeso nel mondo dei vivi. Ed, in verità, anche Norman preferisce i defunti ai vivi, perché questi lo considerano un tipo “strano”, trattandolo come una specie di “scemo del villaggio”. A complicare ancora di più la vita di questo adolescente un po’ particolare, arriva anche la profezia che si abbatte sulla sua piccola cittadina nel New England, Blithe Hollow. Una maledizione che nessuno conosce e che, adesso, Norman sa perché rivelatagli, in punto di morte, da un vecchio zio, ritenuto anche lui non proprio sano di mente.


Lo zombie di ParaNorman
© Laika Entertainment

Blithe Hollow trecento anni prima è stata teatro di una violenta caccia alle streghe e una di queste, Aggie, mentre bruciava tra le fiamme, ha lanciato una maledizione. Un terribile anatema che soltanto il vecchio zio del ragazzino poteva contrastare, infatti, proprio lui era il prescelto che doveva difendere Blithe Hollow dai morti viventi che, ogni anno durante la notte di Halloween, quando il mondo dei morti e dei vivi entrano in contatto, la invadono scatenati dalla vecchia strega bruciata sul rogo e dalla sua agghiacciante maledizione. Adesso, avendo investito il nipote del terrificante segreto, ha messo il carico da 90 sulla sua già difficile situazione di classico sfigato senza muscoli, bistrattato e scartato da tutti. Ora, infatti, toccherà a lui proteggere il borghetto e i suoi abitanti da fantasmi, zombie e streghe che vanno alla ricerca degli umani. E così da ragazzino solitario, introverso e scontroso, il tipico nerd insomma, Norman diventerà un super eroe, si trasformerà in “Para Norman”, l’unico capace ed in grado di salvare tutto e tutti dall’orda degli affamati morti viventi. E sarà proprio il suo essere “diverso” la sua forza che gli permetterà di combattere per la sua cittadina e per cambiare anche la sua famiglia, come si vedrà in un finale di film che, dopo tante risate, lascerà il posto alla riflessione. Tutto questo, però, accadrà non prima che Norman affronti e superi prove spaventose, per l’immaginario di un bambino e che farebbero rabbrividire anche un adulto.

Grazie ad ognuno di questi momenti “di paura”, mai edulcorati per proteggere e non impressionare i più piccoli, i due registi riescono a raccontare un mondo dove tutto è possibile e a farli ridere dell’assurdità di tutto quello che li circonda. Sicuramente “ParaNorman” è un film più adatto ai bambini che amano le storie ed i racconti spaventosi e horror ma è, comunque, una pellicola indicata per gli spettatori più piccoli e, come tiene a sottolineare Chris Butler, proprio questo era un aspetto fondamentale per loro e che, quindi, non avevano nessuna intenzione di evitare, ma che hanno ricercato e voluto creare appositamente. Tanto che, per confermare ancora di più questo aspetto, il regista inglese richiama altri illustri predecessori, come i primi film della Disney o anche la fortunata serie di Harry Potter dove gli elementi che fanno paura sono molto importanti per i ragazzi, perchè li aiutano a crescere più forti. Il film prodotto da Laika Entertainment, la stessa casa di produzione di “Coraline”, e distribuito dalla Universal Picture, quindi, ci porta nel mondo “spaventoso” e stravagante di questo ragazzino dalle enormi orecchie a sventola e che è lontano anni luce da quello di chi, per tradizionale consuetudine, è considerato un vero eroe. Norman con coraggio, ostinazione e una giusta dose di ingenuità riuscirà ad essere all’altezza del suo compito e a riuscire dove, invece, i tipi “giusti” hanno fallito. Questo undicenne rappresenta anche una rivalsa per tantissimi ragazzini che, come lui, si sentono emarginati e fuori posto con i loro coetanei. Infatti, come dice il suo doppiatore originale, il piccolo attore australiano Kodi Smit-McPhee: “Si tratta di un ragazzo che viene preso in giro da tutti gli altri, ma è l’unico che realmente porta in salvo la sua città ed i suoi abitanti. Molto cool!”.

<<precedente

ParaNorman copyright © Laika Entertainment e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Altri links

I video di ParaNorman
Titolo originale: ParaNorman
Nazione: U.S.A.
Anno: 2012
Genere: Animazione
Durata: 93'
Regia: Chris Butler e Sam Fell
Sito ufficiale: http://paranorman.com/

Produzione: Laika Entertainment
Distribuzione: Universal Pictures Italia
Data di uscita: 11 Ottobre 2012 (cinema)