Cartoni animati e fumetti > Film di animazione >

Ballerina - il film (2016)

Locandina del film Ballerina

Titolo originale: Ballerina
Nazione: Francia, Canada
Anno: 2016
Genere: Animazione
Durata: 89'
Regia: Eric Summer e Éric Warin
Produzione: Quad Productions, Caramel Film, Main Journey
Distribuzione: Videa - CDE
Data di uscita: 16 Febbraio 2017 (cinema)

Il 16 febbraio debutterà sul grande schermo il nuovo film d'animazione cinemtatografica dal titolo "Ballerina", una produzione Franco- Canadese che vede come protagonista l'aspirante ballerina Félicie.
Un film che desta molte attese questo di Eric Summer, regista ai suoi primi esordi nel mondo dell'animazione che affida disegno e grafica nelle sapienti mani di Éric Warin; la pellicola è interamente finanziata dalla casa produttrice francese Quad.
Il doppiaggio della versione italiana è affidato ad un cast di famose star ( che ne assicurano il successo nel Bel Paese) tra cui l’attrice romana Sabrina Ferilli( Regine), l’Etoile palermitana Eleonora Abbagnato (Odette), Federico Russo (Rudolph), Félicie invece avrà la voce di Emanuela Ionica, doppiatrice italiana del seguitissimo film per ragazzi (e non solo) Violetta. Chicca finale un'interprete della musica Italiana, Francesca Michelin ci farà assaporare e ammaliare dalla straordinaria melodia di - Tu sei una favola -.

Félicie la protagonista del film Ballerina
Félicie la protagonista del film Ballerina

La storia è ambientata nella Parigi di fine Ottocento, la Parigi dell'elegante e voluttuosa Ville Lumière, che peraltro è ai suoi primi albori, proprio quando Georges Eugène Haussmann, il barone francese, da' l'avvio al progetto urbanistico delle più belle vie parigine, che ancora oggi ammiriamo sia dal punto di vista urbanistico che stilistico.
Innovazione e fermento, dunque, fanno da sfondo all'avventura di questa deliziosa eroina.
Félicie è una bambina sfortunata in quanto orfana, pertanto vive all'interno di un rustico orfanotrofio Bretone, insieme al suo grande e inseparabile amico Victor.
Félicie ad un certo punto scopre in maniera inequivocabile di avere una passione sfrenata per il ballo, questa passione la segue da quando era piccolissima.


Félicie balla sopra i tetti dell'orfanotrofio

Félicie e Victor sono come tutti i bambini, hanno sogni da realizzare, talento da mostrare ma non è, certamente, rimanendo rinchiusi in quello squallido orfanotrofio che potranno farlo. Solo la fuga da quel luogo potrà dare inizio alla realizzazione dei loro sogni. Il piano per la fuga è ben congegnato, l'esito esilarante, la riuscita inevitabile, il finale da scoprire.
Fuggono i due, al fine, verso Parigi; ma, potremmo dire, i sogni si scontrano prima o poi con la dura realtà.
L'impatto con la grande città in fermento, se da un lato li entusiasma e li affascina, dall'altro li impaurisce.
Non è la solitudine ad impaurirli, figuriamoci, loro la solitudine l'hanno vissuta da sempre, da quando sono al mondo; nè tanto meno sono i vicoli bui ad irrigidirli, gli ubriachi o i barboni, ciò che temono è di non trovare il modo di imporsi, di realizzare ciò che conservano nel loro cuore, di essere visti in un posto così grande, loro così piccoli e fragili.

Félicie e Victor
Félicie e Victor

Non sono sogni comuni quelli dei nostri due orfani, non sono certo fuggiti alle angherie del signor direttore per stupido capriccio, Félicie vuole diventare una ballerina, un'étoile dell'Opera, sente che Parigi l'attende, sente che la vita è tutta una grande attesa, mentre Victor ha dentro un turbine infinito di idee e di straordinarie invenzioni, pronte a venire al mondo se solo qualcuno credesse in lui.
Il destino è lì ad attenderli, quasi porga loro le mani all'ombra della Torre Effeil, benigno come benigno appare l'atteso sole dopo il temporale.


Féliciee Victor fuggono dall'orfanotrofio

Cosa può accadere di più opportuno a chi è impaurito e sta perdendo fiducia in se stesso? Un incontro, Félicie si imbatte in una donna Odette, questa è un' étoile caduta in disgrazia dopo un incidente che l'ha resa zoppa e che l'ha costretta ad interrompere prematuramente la sua carriera.


Félicie e Odette

Odette diviene una guida per Félicie, maestra di danza, di vita, è con lei che Félicie impara che realizzare un sogno costa fatica, impara che un sogno va difeso strenuamente, va cresciuto come un figlio in grembo, che un sogno come la danza ha necessità di tecnica, ma soprattutto che la tecnica senza cuore non serve a molto...è solo tecnica.


Félicie alla scuola di ballo di Luis Merante

Félicie entra nella scuola di danza dell'Opera sotto la guida del severo ed accigliato professor Luis Merante. Scarpe lucide, bastone in mano per battere il tempo, Luis Merante mal sopporta l'esuberanza di Félicie che non ha tecnica, non ha grazia, non ha portamento cosa mai potrà venire di buono da questa ragazza.
Inizia così il training di Félicie con la sua maestra Odette; Merante dovrà vedere dei risultati soddisfacenti ed immediati, pena l'esclusione di Félicie dal giovane gruppo del balletto dell'Opera.
Prove di equilibrio, esercizi sulle punte, schiena eretta, mento in alto, cura dei particolari.
Tutto questo è faticoso, come faticosa è stata tutta la sua vita fino a quel momento, ma Félicie riesce a farcela, fino a quando sulla sua strada una perfida competitrice fa la sua comparsa:Camille, una creatura tanto leggiadra quanto ostile, figlia della rigida madame Le Haut.


La ballerina Camille

Molti gli attacchi a Félicie, le mortificazioni, le umiliazioni da parte di madre e figlia; Madame Le Haute sogna per l'esordio della figlia, sul palcoscenico dell'Opera, il ruolo di Clara nel balletto de Lo schiaccianoci di Ciakovskij e non permetterà a nessuno di frapporsi tra la figlia ed il suo personale progetto di successo.
La tecnica di Camille è perfetta, senza alcun' ombra di dubbio, ma di una cosa è carente, manca qualcosa di importante a quella ragazzina viziata: la passione.


Félicie e Camille

Félicie comprenderà che la sua passione, questo fuoco che arde dentro di lei da sempre, per la danza non potrà essere soverchiata da nessuna tecnica; alla fine della storia, conquisterà molto di più di un semplice palcoscenico, scoprirà quella passione da dove proviene e così la potrà custodire per sempre.

Ballerina è un film per tutta la famiglia, ha la struttura semplice di una favola, anche il finale è prevedibile, ma ciò che lo rende speciale è quel pizzico di magia che accompagna sempre i film di animazione. Magia che si concretizza nella realizzazione di un sogno che sembra essere destinato a fallire, che ti tiene col fiato sospeso fino al suo coronamento. E' un film che le bambine apprezzeranno molto, proprio perché il sogno di ogni bambina è quello di fare la ballerina anche se non si è indossato mai un tutù e men che meno un paio di scarpette da punta.
Forse le vibrazioni dell'infanzia, le vibrazioni che provengono da cuori puri non può che far sognare di ballare un giorno sulla melodia di quella musica che proviene da di dentro.

www.cartonionline.com
Data: 13/01/2017

Immagini

Video

Ballerina - Trailer Ufficiale HD Videa

Ballerina | Teaser Trailer Ufficiale HD

Ballerina - Spot 15

Video Ballerina - Francesca Michielin canta Tu sei una favola

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright © 2016 MITICO - GAUMONT - M6 FILMS - PCF BALLERINA LE FILM INC. e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

<< altri film di animazione

Altre risorse di Ballerina (il film)
Disegni da colorare di Ballerina
Libri di Ballerina (il film)