cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film anime giapponesi -

Belle e Sebastien il film

Belle e Sebastien una scena del filmPer gli appassionati della storia d’amicizia senza tempo, che aveva spiccato nel palinsesto TV delle serie animate degli anni Ottanta, dal 30 gennaio 2014 arriva al cinema Belle e Sebastien, il film, rivisto dal punto di vista narrativo e interpretato da attori in carne ed ossa. Ispirato all’omonima raccolta di novelle francesi di Cécile Aubry (da cui, nel 1965, era già stata prodotta in Francia una serie TV in bianco e nero di 13 episodi) e sopratutto alla serie a cartoni animati della giapponese MK Company (trasmessa per la prima volta nel 1981), il film è diretto dal documentarista Nicolas Vanier. Caratterizzato dal grande magnetismo visivo della fotografia di Eric Guichard, il lungometraggio dura 98 minuti ed è prodotto da Radar Films e Epithète Films e vede l’esordio sullo schermo del piccolo Félix Bousset di 7 anni.

In cima a una montagna, si sente uno sparo. Un cervo femmina viene colpito da un proiettile sconosciuto e il suo cucciolo rimane solo. Un bambino viene legato a una corda e calato nel vuoto per salvare il piccolo animale. Il bimbo è Sebastien e così inizia la sua avventura.

Belle e Sebastien una scena del filmSono gli anni della Seconda Guerra Mondiale e nel villaggio alpino dove Sebastien vive, una bestia feroce sta facendo strage di pecore. Gli uomini del villaggio, accecati di vendetta e armati di fucile, iniziano la caccia a un grosso esemplare femmina di Pastore dei Pirenei, Belle. Anche César, nonno adottivo di Sebastien, è convinto della colpevolezza del cane. Ma il bambino sa che Belle non può essere la responsabile di tali atti. Con la limpidezza tipica dell’infanzia, infatti, il piccolo si avvicina al grosso animale e, leggendo nei suoi occhi, intuisce la sua innocenza. Sebastien capisce che Belle è buona, ma sola, proprio come lui, ed entrambi hanno bisogno l’uno dell’altra. Belle, quindi, non ha nessuna colpa, se non quella di aver subito maltrattamenti da un padrone violento.

Inizia, in questo modo, una storia d’amicizia che supera qualsiasi barriera, facendo capire come i sentimenti siamo universali. In un paesaggio di montagna senza tempo, dominato da distese di prati incontaminati, Belle e Sebastien una scena del filmBelle e Sebastien corrono, giocano, si riposano, osservano le nuvole nel cielo e si inebriano del profumo dei fiori. Spinti da un sentimento d’affetto, che cresce giorno dopo giorno, i due rinsaldano il loro legame e il bimbo decide di ritrovare la madre, scomparsa, ma viva. Altri personaggi si legano ai due protagonisti, come Angeline, la vera nipote di César o André, creato ex novo per il film, curiosamente interpretato dal figlio di Cécile Aubry, l’autrice delle novelle originali, che aveva già fatto il ruolo di Sebastien nella serie francese degli anni Sessanta.

Ma, accanto all’amore, anche la brutalità popola allo stesso modo il mondo animale e quello umano. Ed ecco che, a fare da sfondo alla caccia al cane e alla meravigliosa storia di amicizia tra Belle e Sebastien ci sono la guerra e gli attacchi al villaggio da parte delle truppe tedesche. I soldati nazisti, infatti, a fucili spianati, stanano chi protegge gli ebrei e li aiuta a scappare in Svizzera. Il dottor Guillaumme, coraggioso medico in prima linea, fa da sentinella alle famiglie che oltrepassano il confine.

Belle e Sebastien una scena del filmIl film, presentato nella passata edizione del Festival di Roma, affascina per il grandissimo impatto visivo, in cui la forza della natura viene esaltata con grande potenza. Il regista, Vanier, già autore de Il Grande Nord, ha l’occhio da documentarista, e si vede. L’attenzione per la scenografia e la cura dei dettagli fanno esplodere sullo schermo la maestosità dei Pirenei e, al tempo stesso, l’inquietudine della montagna, di fronte alla quale l’uomo riconosce i suoi limiti. Il paesaggio diventa anch’esso personaggio e, scena dopo scena, interagisce con gli attori, entrando a far parte della storia. A livello narrativo, inoltre, vengono introdotte alcune tematiche nuove, come gli scontri bellici. E proprio con queste aggiunte storicizzanti, volte a rappresentare le tappe salienti della storia contemporanea, la pellicola rischia di superare il genere di film per ragazzi. Vengono contrapposti, infatti, momenti forti, come l'amicizia tra Belle e Sebastien e la caccia al cane della prima parte, a momenti più deboli, come le rappresentazioni belliche e i riferimenti ai fatti del passato.  Questo leggero squilibrio narrativo che si viene a creare, però, non sminuisce il risultato finale. Grazie alla potenza visiva e all’efficacia narrativa delle scene fedeli al racconto per ragazzi, gli spettatori non potranno che restare a bocca aperta.

Titolo originale: Belle et Sébastien
Nazione: Francia
Anno: 2013
Genere: Commedia
Durata: 98'
Regia: Nicolas Vanier
Attori:Félix Bossuet, Tchéky Karyo, Dimitri Storoge, Margaux Châtelier, Jan Oliver Schroeder
Produzione:Radar Films, Epithète Films
Distribuzione:Notorious Pictures
Uscita : 30 Gennaio 2014 al cinema

<<precedente

Belle e Sebastien il film è copyright © Radar Films, Epithète Films e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Altri links
Il video del film Belle e Sebastien
La serie animata di Belle e Sebastien

La sigla di Belle e Sebastien - il testo della canzone e gli accordi per chitarra