Cartoni Online - Risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Dylan Dog > Film sui fumetti -

DYLAN DOG - Il film

Brandon Routh interpreta Dylan DogDopo l'invasione al cinema dei personaggi dei fumetti americani, finalmente è arrivato il turno di Dylan Dog uno dei personaggi dei fumetti più amati in Italia creato da Tiziano Sclavi nel 1986 per la Sergio Bonelli Editore, diventato ormai un fenomeno di culto fra gli appassionati del genere horror e soprannaturale, tanto da aver venduto oltre 56 milioni di copie. Nei panni dell'indagatore dell'incubo troviamo Brandon Routh (nientemeno che l'attore di Superman Returns), che interpreta un Dylan Dog ironico e al tempo stesso sfrontato. Dopo aver perso la donna della sua vita e aver affrontato centinaia di casi relativi a mostri e fenomeni paranormali, il nostro eroe decide di riposarsi e andare in pensione. Suo malgrado sarà costretto a ritornare al lavoro al fine di codificare la scrittura di un antico reperto, che potrebbe portare alla distruzione del genere umano.
Elizabeth interpretata da Anita Briem - Dylan Dog il filmIl film racconta di Elizabeth (interpretata da Anita Briem), una donna affascinate e misteriosa che chiede a Dylan Dog di indagare sul crudele omicidio di suo padre. Arrivato sul luogo del delitto Dylan si accorge della presenza di peli di lupo mannaro e comprende che la faccenda riguarda il risveglio di creature mostruose. Dylan Dog non vuole assolutamente affrontare il problema, ma quando Marcus (interpretato da Sam Huntington) dopo essere stato ucciso, ricompare sotto forma di zombie è costretto a trovare una soluzione.
Dylan consulta il suo amico Gabriel (l'attore è Peter Stormare) leader dei Lupi Mannari, che però lo invita a non intromettersi nella faccenda.  Dylan Dog inoltre, manda su tutte le furie Vargas (Taye Diggs), il leader del clan dei Vampiri, che per farlo desistere dalla sua indagine gli spedisce una banda di teppisti assetati di sangue. Dylan Dog infatti ha fiutato un piano diabolico di Vargas, che intende far dominare la terra dai Vampiri.
Così Dylan Dog, Marcus ed Elizabeth dovranno trovare l'antico manufatto prima che venga alterato l’equilibrio tra il mondo degli zombie con quello dei viventi, in quanto le anime dell'inferno potrebbero invadere la terra.

Dylan Dog e Marcus - Dylan Dog il filmLe avventure di Dylan Dog si svolgono nella tenebrosa Londra dei nostri giorni e i fumetti riscuotono successo sia nel nostro paese che in altri parti d'Europa, sopratutto grazie alle storie originali e bizzarre di Tiziano Sclavi. Il film è un omaggio al festeggiamento dei 25 anni dalla sua prima apparizione nelle edicole italiane, un traguardo che hanno vantato soltanto i più grandi e famosi personaggi del fumetto.
Il successo di Dylan Dog nasce probabilmente dalla metafora intrinseca delle storie sui mali della nostra stessa società, dove si può nascondere un mostro in ognuno di noi e nelle nostre piccole manie di tutti i giorni. I vampiri, lupi mannari e fantasmi che popolano le storie di Dylan Don si celano fra le persone comuni, che svolgono magari lavori notturni o che ignoriamo del tutto. Sono le creature della notte che vivono e lavorano vicino a noi e che nella maggioranza dei casi ci lasciano in pace. Ma poi, ogni tanto, infrangono le loro leggi e quelle della società, e arrivano anche a uccidersi tra di loro, oltre che a uccidere incauti e sfortunati “civili”. 
Dylan Dog è l’unico “Indagatore dell’Incubo” del mondo, sul suo biglietto da visita c’è scritto chiaramente “Nessun battito, nessun problema”. Ha la prodezza di Indiana Jones e le capacità intellettive di Ben Cates - Dylan arriva lì dove i vivi non oserebbero mai arrivare – è pronto ad affrontare amici e nemici. Più cose apprende sui segreti dell’inferno e sulle mortali rivalità che vi nascono, più Dylan si convince che, come ogni persona normale, meno ha a che fare con il mondo dei non morti e la sua miriade di problemi, meglio è. Ma c’è sempre qualcuno o qualcosa che lo trascina indietro in quella realtà che tanto lo affascina, dentro al mondo oscuro dei non morti. Le avventure di Dylan hanno sempre strizzato l’occhio ad elementi horror tradizionali, offrendo numerosi “tributi” a mostri classici (come Frankenstein, L’Uomo Lupo, Dracula, solo per citarne alcuni), ma in esse viene anche messa in discussione la condizione umana; spesso, infatti, Dylan viene calato in situazioni che puntano il dito contro il vero mostro: l’umanità.  

Il produttori del film si sono trovati di fronte al problema di adattare il personaggio, anche ai gusti del pubblicio americano, dal momento che negli Stati Uniti questo fumetto non è ancora conosciuto. Il progetto è iniziato nel 1998, quando gli sceneggiatori Thomas Dean Donnelly e Joshua Oppenheimer, capirono le incredibili potenzialità narrative di quelle storie dal punto di vista cinematografico, che fonde tra loro diversi generi e li contestualizza in un universo simile e parallelo al nostro.

Dylan Dog e Marcus - Dylan Dog il filmIl regista Kevin Munroe ( colui che ha diretto TMNT - le Tartarughe Ninja) non aveva mai letto un fumetto di Dylan Dog, dal momento che non esistono traduzioni in inglese, così ne sentì parlare per caso quando stava sviluppando un altro progetto presso l’editore di un altro fumetto. Dopo dieci anni ha avuto la proposta dalla Platinum Studios e Hyde Park Entertainment di leggere la sceneggiatura del film e ne rimase subito conquistato, proprio per il sapiente mix di stili e generi. Una scelta che ha caratterizzato la direzione di Kevin Munroe e gli effetti speciali è quella di utilizzare il trucco sugli attori, anzichè ricostruire personaggi al computer. In questo riesce a trasmettere un collegamento più veritiero tra il mondo degli zombi, con quello degli esseri umani e a saperlo raccontare con immagini spettacolari e coinvolgenti. Inoltre Kevin Munroe preferisce la collaborazione diretta con gli attori e la loro interpretazione, naturale e spontanea.

Al fine di trasportare la Londra di Dylan Don in un contesto americano, la scelta della città è ricaduta su New Orleans, perchè ha una lunga e leggendaria storia rispetto al mondo dei morti viventi e del sovrannaturale. La produzione ha impiegato molto tempo nella ricerca delle location attorno a New Orleans, per far sì che questa città diventasse uno dei personaggi del film. La produzione ha utilizzato numerosi siti: lo storico Saenger Theatre (rimasto seriamente danneggiato durante l’Uragano Katrina), il Ninth Ward Wharf, Canal e Bourbon Street, il Garden District, i nuovi Louisiana Film Studios, il New Orleans Athletic Club, diversi cimiteri, la Latter Memorial Library e la vecchia Centrale Elettrica di Thalia Street.

Dylan Dog il filmI fans di Dylan Dog avranno sicuramente storto il naso nel vedere che il film non era interpretato da Rupert Everet (già interprete del romanzo di Sclavi DellaMorte DellAmore), che ha contribuito non poco alla caratterizzazione del suo volto ad opera dei disegnatori, tuttavia Brandon Routh riesce a catturare tutta la personalità di Dylan Dog, in grado di trasmettere tutta la sua passione per il mondo dei viventi e per il mondo dei morti. Brandon Routh ha capito che il segreto dell'interpretazione di Dylan Dog consiste nel riuscire a vedere i suoi lati contrapposti. Quando si trova nelle situazioni difficili mette su la sua faccia tosta, ma quando lo vediamo in situazioni normali, quando non c’è nessuno che cerca di sparargli addosso, o non è impegnato nell’inseguimento di un vampiro, è più rilassato e possiede anche un lato piuttosto emotivo.

Ecco alcune curiosità su Dylan Dog: Dylan Dog veste solo con camicia rossa, giacca nera, jeans, abiti che indossava durante l'ultimo appuntamento con la sua amata Lillie prima che venisse uccisa. Vive a Londra al numero 7 di Craven Road. Omaggio a Wes Craven sceneggiatore e regista della serie NIGHTMARE. Il campanello della casa emette un urlo disumano. Dylan è alto 1,85 ha occhi azzurri e capelli neri. Dopo un passato da alcolizzato, è astemio e vegetariano. L'espressione tipica dell'Indagatore dell'Incubo è "Giuda Ballerino".  Dylan ha una sorta di capacità premonitoria che ama definire "quinto senso e mezzo".  Sulla sua scrivania si vede spesso una tazza di Scotland Yard, di cui fu agente prima di diventare l'Indagatore dell'Incubo. Su una parete del suo studio è appeso il poster del Rocky Horror Picture Show Dylan nel tempo libero si dedica alla costruzione di un galeone che pare non finirà mai. Il maggiolone che guida è la ricompensa del suo primo caso risolto ed è targato DYD 666.
Altra passione di Dylan è il clarinetto, che suona male. Il suo migliore amico e assistente è Groucho, chiamato così perché ha perso la memoria mentre interpretava il comico Groucho Marx e ne ha, dunque, ereditato il nome. Oltre a Groucho altri alleati di Dylan Dog è l'Ispettore Bloch, Lord H.G. Wells e la signora Trelkovski. Cagliostro è il gatto stregone protagonista di alcune sue avventure Botolo è un cane randagio che Dylan salva da un accalappiacani che spesso gli salverà la vita. Dylan non ama molti aspetti della vita moderna, i cellulari ad esempio. Preferisce la lettura e la musica, ascolta dalla classica all'heavy metal. Tiene un diario che scrive con penna d'oca e calamaio. Dylan non è interessato al denaro, per questo è sempre in bolletta. La sua pistola è una Bodeo 1889.

La locandina Dylan Dog il film
Titolo originale: 
Dylan Dog: Dead of Night
Nazione: 
USA
Anno: 
2010
Genere: 
Horror, fumetto
Durata: 
120'
Regia: 
Kevin Munroe
Sito ufficiale: 
Produzione: 
Hyde Park Films, Platinum Studios
Distribuzione: 
Moviemax
Data di uscita: 
16 Marzo 2011
Altri links

Dylan Dog il fumetto

<<precedente

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright © Hyde Park Films, Platinum Studios, Moviemax e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.