cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
FILM
  IMMAGINI    TV   GIOCHI   DOWNLOAD   MERCATINO 
 A   B   C   D   E   F   G   H   I   J   K   L   M   N   O   P   Q   R   S   T   U   V   W   X   Y   Z 
 2D   3D   Disney   Dreamworks  Fantasy  Fumetto  Giapponesi  Italiani  Supereroi
Cartoni animati > Film di animazione > Film Disney > Film animazione 3D > Personaggi Disney -

Frozen - Il Regno di Ghiaccio

Anna - Frozen
Anna la principessa
© Walt Disney Animation Studios

La Disney non sbaglia un colpo, ma questo ormai è risaputo. Con la nuova animazione, Frozen il regno di ghiaccio, il colosso americano si prepara a inanellare l'ennesimo successo. La pellicola, uscita negli USA il 27 novembre, arriverà nelle sale italiane proprio sotto le feste natalizie, il 19 dicembre 2013. Regia di Chris Buck e Jennifer Lee, che è anche la sceneggiatrice, garantiscono 108 minuti di puro divertimento, condito con note di romanticismo e azione.

La prima scena del film si apre su un lago ghiacciato, dove possenti operai lavorano cubi di ghiaccio. Qui un piccolo Kristoff si aggira con la sua renna Sven. Nel frattempo, le due principesse di Arandelle, Elsa, la maggiore, e Anna, giocano e si divertono grazie agli straordinari poteri criocinetici di Elsa, ovvero, crea neve e ghiaccio. Tra una risata e l'altra, però, Elsa colpisce col suo raggio di ghiaccio la piccola Anna che cade a terra priva di sensi e con una ciocca bianca tra i rossi capelli. Il re e la regina accorrono dalle bambine. Anna viene portata dai troll, gli unici in grado di aiutarla. Pabbie, il loro capo, è costretto a cancellare i ricordi di Anna per poterle salvare la vita e aggiunge che se fosse stata colpita al cuore per lei non ci sarebbe stato scampo.

Elsa  - Frozen
Elsa
© Walt Disney Animation Studios

Elsa, sconvolta dai sensi di colpa, non sa darsi pace. Il re e la regina decidono di tenere le due bambine chiuse nel castello fino a quando Elsa non sarà in grado di controllare i suoi poteri, nel frattempo nessuno saprà di questa sua peculiarità.

Gli anni passano e le due ragazze, separate dalla paura di Elsa di fare del male alla sorella, si allontanano, ma in realtà Anna, che avendo dimenticato tutto non comprende il comportamento della sorella maggiore, cerca continuamente un contatto con lei. Invano. Elsa ha troppa paura. I sovrani partono per un viaggio, ma durante una tempesta la loro imbarcazione viene inghiottita dai flutti. Tre anni dopo Elsa, al raggiungimento della maggiore età, viene incoronata come regina. Anna è eccitatissima, finalmente le porte del castello si apriranno, ci sarà un rinfresco e, magari, troverà anche l'amore. Detto fatto. La vivace principessa, piena di entusiasmo e di vitalità, inciampa su un giovane di bell'aspetto, dando vita a una delle prime, simpaticissime gag. Il giovane altri non è che Hans, principe delle isole del sud.

Il principe Hans - Frozen
Il principe Hans
© Walt Disney Animation Studios

Tra i due sembra essere scattato qualcosa, ma è tardi. Anna corre alla cerimonia dell'incoronazione. Elsa, nel momento in cui è costretta a levarsi i guanti, unico modo per riuscire a contenere i suoi poteri, al contrario delle sue paure, riesce a non combinare danni. Si fa festa. Anna è costretta dalla sorella a ballare con un vecchio e grottesco uomo d'affari, il Duca di Weselton, personaggio da tenere sotto controllo nello svolgimento del film. Le due ragazze sembrano aver ritrovato parte della loro intimità, fino a quando l'ingenua Anna chiede la benedizione a Elsa per poter sposare il principe Hans.

La regina obietta, dicendo che non può essersi innamorata in poche, ore e nega il consenso. Anna interpreta il gesto come l'ennesimo rifiuto della sorella e la discussione si anima al punto da alterare Elsa che perde il controllo dei suoi poteri davanti a tutti gli invitati. La donna sconvolta scappa dal castello e a ogni suo passo il freddo e il gelo si impossessano del regno di Arandelle. Anna, accortasi del suo errore, rincorre a cavallo la sorella maggiore. Elsa sale sulla montagna del nord e costruisce il suo palazzo di ghiaccio. Questa è una delle scene più belle di tutta la pellicola, complice anche la canzone, musica portante del film, Let it go, All'alba sorgerò nella versione italiana interpretata da una straordinaria Serena Autieri.

Kristoff  - Frozen
Kristoff
© Walt Disney Animation Studios

Finalmente Elsa è libera di esprimere la sua personalità senza dover mentire. Ma questo, purtroppo, ha portato l'inverno eterno sul piccolo regno. Durante la ricerca della sorella, Anna incappa in numerosi, quanto comici, imprevisti. Rotola sulla neve, cade in un torrente e si avvia verso un negozio-rifugio con l'abito completamente ghiacciato. Qui fa il suo primo incontro col montanaro Kristoff, ormai un giovane aitante, sebbene un po' rude, e con la renna Sven. Anche qui non mancano le gag ironiche dove il carattere vivace e frizzante della giovane principessa viene meglio delineato.

La ragazza chiede a Kristoff di accompagnarla sulla montagna del nord dove si trova Elsa. I due partono la notte stessa sulla slitta del ragazzo. Vengono però attaccati da un branco di lupi di cui si sbarazzano con una fuga rocambolesca in cui perdono la slitta. Nonostante questo, arrivano nella foresta sotto la montagna. Lo scenario si fa magico, reso spettacolare da una grafica 3D di alto livello. Nel bosco i giovani incontrano un pupazzo di neve, Olaf, e anche qui c'è spazio per tante risate. Il pupazzo era stato costruito dalle due bambine prima dell'incidente e ora, grazie alla magia di Elsa, aveva preso vita. Tenero e innocente come un bambino, è proprio con quello sguardo perennemente stupito che il pupazzo Olaf guarda il mondo, con disincanto e voglia di scoprire.

Olaf - Frozen
Olaf
© Walt Disney Animation Studios

"Sono Olaf e mi piacciono gli abbracci" dice il pupazzo con candore. È sicuramente il personaggio meglio riuscito del film, un coprotagonista di cui non si potrebbe fare a meno. Accompagnati da Olaf, i ragazzi giungono al palazzo di ghiaccio di Elsa. Anna entra da sola per parlarle con la sorella. Si percepisce la gioia, mista a inquietudine, della regina. Felice di vedere la sorella, è però costretta a mandarla via. Anna le rivela che il regno di Arandelle, per causa sua, è sotto una coltre di neve. Elsa, dispiaciuta, si rende conto che non sarà mai davvero libera da questa sua "maledizione". Tuttavia, ammette di non saper cosa fare per riportare l'estate nel regno. Anna insiste affinché torni con lei e la regina perde nuovamente il controllo, colpendo accidentalmente la sorella, questa volta al cuore.

Nei capelli di Anna riappare la ciocca bianca, ma questa volta più grande. Kristoff soccorre la ragazza, mentre Elsa, terrorizzata da ciò che ha fatto, crea un mostro di neve che caccia dal palazzo i giovani. Nel frattempo, nel castello di Arandelle, il Duca di Weselton trama contro la regina, istigando il principe Hans a impadronirsi del regno. Il giovane però vuole solo ritrovare la sua Anna. Preoccupato sale a cavallo e porta con sé alcuni uomini di Weselton, istruiti dal loro signore, e parte alla ricerca della principessa. Giunti al palazzo di ghiaccio, lo scontro con Elsa è inevitabile. La regina viene catturata e imprigionata nel castello di Arendelle. Intanto Kristoff porta Anna da quella che ritiene la sua famiglia, i troll. Ancora una volta Pabbie visita la ragazza.

Kristoff  - Frozen
Kristoff e Sven
© Walt Disney Animation Studios

Questa volta la sentenza è drammatica. Anna ha il cuore congelato e morirà diventando una statua di ghiaccio, se non verrà salvata da un atto di vero amore. Kristoff pensa quindi di riportarla a palazzo dal principe Hans. Questi però, non solo non la bacia, ma la rinchiude. Infatti, anche lui trama col Duca, perché avendo molti fratelli non sarebbe mai stato re se non sposando una principessa erede. Esclusa Elsa, aveva quindi ripiegato su Anna, ingannandola. I capelli della ragazza sono ormai tutti bianchi. Arriva però Olaf che accende il fuoco nella stanza e riscalda la giovane, mentre lui inizia a squagliarsi.

Elsa fugge dalla prigione, inseguita dal principe che, intanto, aveva detto ai sudditi che Anna, colpita dalla sorella, era morta. Incolpata di tradimento, Elsa doveva essere condannata. Anna fugge dal castello con Olaf e va alla ricerca di Kristoff, avendo compreso che il suo è vero amore e sperando quindi di salvarsi. Gli eventi però precipitano. Anna si trova su una lunga distesa di mare ghiacciato, da una parte Kristoff, che può salvarla, dall'altra Elsa, prostrata a terra dal dolore perché Hans aveva mentito anche a lei sulla sua sorte.

Hans brandisce la spada e sta per uccidere Elsa, ma Anna si lancia in suo soccorso, si frappone tra la sorella e la lama della spada e, diventando di ghiaccio, salva la regina. Il lieto fine però non tarda ad arrivare.

Il film è l'ennesimo capolavoro d'animazione disneyana. La trama è semplice e la narrazione si sviluppa in modo lineare, facilmente comprensibile anche dai più piccini. I buoni sentimenti prevalgono su quelli negativi e l'amore per la famiglia ha un ruolo fondamentale nella storia. Gag simpatiche, animazione e musiche straordinarie, rendono la pellicola un successo natalizio da vedere, e rivedere, con tutta la famiglia.

www.cartonionline.com

Locandina di Frozen - Il regno di ghiaccio
Titolo originale: 
Frozen
Nazione: 
USA
Anno: 
2013
Genere: 
Animazione 3d
Durata: 
108'
Regia: 
Chris Buck, Jennifer Lee
Produzione: 
Walt Disney Animation Studios
Distribuzione: 
Walt Disney Studios Motion Pictures Italia
Data di uscita: 
19 Dicembre 2013
  

<<precedente

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright © Walt Disney Animation Studios e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.