cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film di animazione 3D - Film di animazione italiani -

GLADIATORI DI ROMA

Gladiatori di Roma
Gladiatori di Roma
Iginio Straffi / Studio Rainbow

Il prossimo 18 ottobre, in tutte le sale italiane, uscirà un nuovo film di animazione in computer grafica dal titolo "Gladiatori di Roma".
Questo film, distribuito dalla Medusa, è un prodotto totalmente italiano, sia nella produzione (la società che ha creato tutto il film è la Rainbow CGI, la stessa che ha prodotto la serie delle Winx Club e che ha sede a Loreto) che nella regia, di Iginio Straffi (che ne è anche il produttore insieme a Michael J, Wilson), le musiche sono di Bruno Zambrini, mentre il produttore esecutivo del lungometraggio è Joanne Lee.
La caratteristica principale di questo film è l’altissima cura della ricostruzione degli scenari in cui si svolge la storia, dai vestiti alle case per finire alla meravigliosa riproduzione del Colosseo e potrà essere visto sia nella forma classica sviluppata in CGI, che con gli effetti in 3D nelle sale abilitate.
La storia si svolge nell'antica Roma, alla fine del primo secolo dopo Cristo ed ha come soggetto principale l'arte gladiatoria, e più precisamente la scuola per gladiatori di Chirone, un gladiatore in pensione e diventato anche generale delle legioni imperiali romane.

Timo - Gladiatori di Roma
Timo
Gladiatori di Roma
Iginio Straffi / Studio Rainbow

Chirone ha adottato un fanciullo originario di Pompei, figlio di carissimi amici morti durante l'eruzione del Vesuvio del 79 dopo Cristo; rimasto orfano, Timo, questo il nome del ragazzo, si trasferisce presso la scuola tenuta da Chirone, che è la più importante di tutta Roma e tra le migliori di tutto l’impero, anche se, al contrario delle aspettative del patrigno, Timo non è affatto attratto da quel mondo e cerca in tutti i modi di non seguire le faticosissime sedute di allenamento che Chirone impone ai suoi gladiatori.
In questo suo scopo, Timo é aiutato anche da due suoi grandi amici, conosciuti all’interno della scuola, Ciccius e Mauritius, e che sono gli opposti l’uno dell’altro: tanto grande, grosso ed un poco lento nell’afferrare i pensieri Ciccius, quanto magro, agile e vispo Mauritius che ha solo un sogno ed un pensiero fisso: diventare gladiatore. Timo avrebbe un grande potenziale per poter diventare lui stesso un grande gladiatore e questo Chirone, che lo considera veramente come un figlio, lo intravede subito, ma la sua svogliatezza ed il suo lassismo, oltre a procurare le sfuriate del patrigno, lo fanno essere solo un “combina guai” durante gli allenamenti, grazie anche alla presenza dei Baby Gladiators, un gruppo di piccole pesti che ammirano il mondo dell’arte gladiatoria e nel contempo si burlano dei meno validi tra di loro, facendo scherzi di tutti i tipi.

Lucilla - Gladiatori di Roma
Lucilla
Gladiatori di Roma
Iginio Straffi / Studio Rainbow

Ad un certo punto succede qualcosa che fa scattare in Timo un senso di rivalsa e di profondo cambiamento, e questo coincide con il ritorno a casa della figlia di Chirone, la bellissima Lucilla, che rientra a Roma dalla Grecia, dove era andata a studiare. Timo, infatti, conosce Lucilla sin da quando Chirone andava a far visita alla sua famiglia a Pompei, e ne era sempre rimasto colpito, provando per lei sentimenti molto dolci e questo nuovo incontro fa nascere in lui il desiderio di lottare per qualcosa, per conquistare il cuore di Lucilla. Questa però è tornata a Roma in quanto Chirone l’ha promessa in sposa al migliore dei suoi gladiatori, Cassio, nipote dell’Imperatore Domiziano che ha il cruccio di non poter inaugurare il Colosseo visti i vari crolli che avvengono durante la sua costruzione. Cassio è bello, e sa di esserlo, Cassio è forte, e sa di esserlo, Cassio è vanitoso, e per tutte queste sue “qualità” non è molto ben voluto tra i gladiatori della scuola, anche perché non passa momento che Cassio non umili tutti i suoi compagni in ogni modo possibile, perché ritiene di essere “troppo fast e troppo furius” per competere con gli altri.

Lucilla, ragazza molto sensuale e particolarmente intelligente, dalla folta chioma rossa, è quindi promessa a Cassio, anche se questi non nutre nessun sentimento nei confronti della figlia di Chirone ed accetta le nozze solo per poter aumentare il proprio ego, sposando una delle più belle ragazze di Roma; ma anche Lucilla ha più di qualche riserva, alimentata anche dall’aver rincontrato Timo, ma non osa contraddire il padre più di tanto; di questo si accorge Timo che decide che per poter conquistare il cuore dell’amata Lucilla deve diventare il più grande gladiatore di tutta Roma, ma non sa cosa fare fino al momento in cui, passeggiando per la strada, si imbatte in un volantino che pubblicizza una personal trainer di nome Diana, affascinante e misteriosa, che convince Timo a sostenere massacranti sedute di allenamento non riguardanti solo il fisico, ma soprattutto l’aspetto mentale. Diana infatti dice in continuazione a Timo che “La tua mente, quella è la tua arma perfetta”, per fargli capire che qualunque cosa voglia fare, prima di farla la deve volere e soprattutto deve pensare a come volerla. Diana cercherà quindi di far diventare il goffo e svogliato Timo un gladiatore agile, scattante dai riflessi pronti e l’intuito infallibile ma più di tutto dotato di una straordinaria forza di volontà.

Diana - Gladiatori di Roma
Diana
Gladiatori di Roma
Iginio Straffi / Studio Rainbow

La storia tra Timo e Lucilla, va avanti tra equivoci derivanti anche dal rapporto del giovane con Diana facendo riavvicinare la figlia di Chirone a Cassio per ripicca; inoltre subbentra la magia delle pozioni che Circe, la nonna di Ciccius prepara per Timo, con grande sdegno di Chirone che non ammetteva in alcun modo l’entrata della magia nell’arte gladiatoria, in quanto questa doveva essere frutto solo della fatica e dell’addestramento. Tutto avrà il suo epilogo proprio al Colosseo, che l’Imperatore Domiziano potrà finalmente inaugurare, proprio con il combattimento dei gladiatori della scuola di Chirone e dove le pozioni di Circe trasformeranno lo spettacolo in un evento indimenticabile.

utto il film è stato curato nei minimi particolari, sia da un punto di vista scenografico e fotografico, sia nella scelta dei doppiatori e nel messaggio trainante di tutta la trama; la produzione multilivello in CGI ha permesso una ricostruzione digitale di tutti i luoghi dell’antica Roma con un’accuratezza ed una precisione non riscontrabili in altri film di animazione, ed anche nel doppiaggio vi sono delle novità in quanto per la prima volta i tre personaggi principali, Timo, Lucilla e Diana, sono doppiati da neofiti in questo campo rispettivamente con le voci di Luca Argentero (che con le sue tonalità rende molto bene la trasformazione di Timo), Laura Chiatti che trasmette fascino e sensualità a Lucilla e Belen Rodriguez, che incarna perfettamente il personaggio di Diana: provocante, sexy, straniera nei modi e nel pensare, mentre Chirone è doppiato da Massimo Corvo (già doppiatore di Sly Stallone, Bruce Willis e Jean Reno).

Il film è latore di un messaggio molto importante al giorno d’oggi: non bisogna mai smettere di credere nelle proprie possibilità, di far funzionare la mente, unico grande alleato, e di non sottostare ad espedienti che possono far pensare ad una scorciatoia od ad un aiuto, ma che sono invece solo controproducenti per la salute (è chiaro, ad esempio il riferimento al doping nello sport) o per la comunità.

di Gianluigi Piludu

Baby Gladiators - Gladiatori di Roma
I baby gladiators
Gladiatori di Roma
Iginio Straffi / Studio Rainbow
Gladiatori di Roma
I gladiatori in allenamento
Gladiatori di Roma
Iginio Straffi / Studio Rainbow
Mary Poppins
Titolo originale: Gladiatori di Roma
Nazione: Italia
Anno: 2012
Genere: animazione 3d
Durata: 95'
Regia: Iginio Straffi
Produzione:Rainbow S.r.l
Distribuzione:Medusa
Uscita : 18 Ottobre 2012 (cinema)

<<precedente

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright Iginio Straffi e Studio Rainbow e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Altri links
Lucilla - Gladiatori di Roma
I video di Gladiatori di Roma