cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film animazione 3D > Film Dreamworks > Immagini di Kung Fu Panda > Kung Fu Panda -

KUNG FU PANDA 2

Come può il kung fu fermare qualcosa che ferma il kung fu?

La locandina italiana di Kung Fu Panda 2Il simpatico Panda Po e la sua schiera di amici dediti alle arti marziali sono tornati! A soli 3 anni di distanza, dopo i 633 milioni di euro incassati ai botteghini di tutto il mondo con il primo episodio di Kung fu panda, la DreamWorks Animation, una delle case regine del cinema odierno d'animazione, lancia nelle sale Americane a partire da maggio ed in quelle italiane a partire dal 24 agosto 2011, il secondo film dedicato ad uno dei personaggi meglio riusciti e caratterizzati nell'intero mondo dell'animazione. Kung fu panda 2 è un lungometraggio animato comico che tratta come il suo predecessore il tema delle arti marziali in chiave cartoonesca. La pellicola riguardante le vicende della vita del buffo panda Po è una produzione interamente made in USA dalla durata di 1 ora e mezza circa. A dirigere le operazioni in cabina di regia troviamo Jennifer Yuh Nelson, prima donna a dirigere in solitudine un film degli studios; la Nelson è stata promossa a capo della macchina da presa dopo la sua collaborazione nella stesura della spumeggiante sceneggiatura del primo episodio della serie. In Kung fu panda 2 troviamo alla scrittura dei geniali ed emozionanti copioni John Stevenson, Jonathan Aibel e Glenn Berger. sotto la supervisione di Charkie Kaufman. Per la realizzazione del film è stata usata la tecnica del 3D che esalta l'azione presente in determinate scene, ne raccomandiamo pertanto la visione in questa modalità per apprezzare appieno l'immenso lavoro sviluppato della DreamWorks per questo cartone animato che si propone di essere uno dei più grossi successi cinematografici del 2011.

Il Panda Po con i 5 cicloni: Tigre, Gru, Scimmia e ViperaPo, ormai cosciente del suo grande potere nella disciplina delle arti marziali dopo essersi trasformato nel leggendario guerriero dragone, si dedica spensieratamente alle sue passioni ed alla protezione della Valle della Pace insieme ai guerrieri conosciuti come i 5 cicloni: Tigre, Gru, Scimmia, Mantide e Vipera. La vita del panda e dei suoi amici scorre senza particolari problemi o affanni, finché un giorno fa la sua apparizione sulla scena Lord Shen, un pavone albino determinato a cancellare il kung fu dalla faccia della Cina. Shen fa parte di una prestigiosa famiglia reale, ma è stato cacciato da palazzo per la sua indole estremamente malvagia poiché dedito a creare con la polvere da sparo, non fuochi d'artificio ma armi da fuoco. L'esilio di Lord Shen dalla sua terra sarà la motivazione che spinge il pavone a cercare vendetta, creerà infatti un esercito di cannoni capaci di sparare metallo infuocato e seminare pertanto distruzione e desolazione. Il suo obiettivo è dimostrare la sua intelligenza superiore ed il potere dalla nuova arma per far cadere definitivamente in declino l'arte marziale orientale ed ottenere così la sua vendetta, Durante il suo viaggio verso una sempre più pronunciata follia distruttiva Lord Shen incontra un'indovina che gli predice la sua futura sconfitta per mano di una forza in bianco e nero che racchiude dentro di sé la fusione delle forze cosmiche dello Yin e dello Yang. La notizia della incommensurabile minaccia portata da Lord Shen si diffonde per tutta la valle, sarà compito di Po e compagni impedire la realizzazione dei folli piani di conquista del pavone, proteggere la Valle della Pace e far sopravvivere la nobile arte del kung fu. I poteri attuali dei 6 guerrieri non permettono loro di far fronte alle armi potentissime di Lord Shen, perciò Po dovrà iniziare un cammino spirituale alla ricerca delle proprie origini dimenticate e perdute per raggiungere uno stato di coscienza superiore e diventare così un essere talmente perfetto ed equilibrato da affrontare qualsiasi pericolo ed eliminare ogni nemico. Il futuro del kung fu e di tutta la valle è dunque nelle mani del passato di Po.

Decisamente eccezionale il cast di attori americani che presta la voce ai protagonisti del cartone animato. Nel ruolo di doppiatore di Po troviamo Jack Black (chi meglio di lui), indiscusso valore aggiunto nella caratterizzazione in chiave comica del panda. Dustin Hoffman si offre per il ruolo di Maestro Shifu, Gary Oldman per Lord Shen, Angelina Jolie per Tigre, Seth Rogen per Mantide, Lucy Liu per Vipera e David Cross per Gru. Oltre a questi nomi segnaliamo la presenza nel cast dei doppiatori di 2 attori famosi nel panorama internazionale dei film sulle arti marziali: Jackie Chan nel ruolo di Scimmia e Jean-Claude Van Damme in quello di Maestro Croc, e chissà se le due vecchie conoscenze del cinema action, avranno contribuito allo sviluppo delle splendide coreografie di lotta che interpreteranno i protagonisti del cartone. I doppiatori italiani sono guidati invece da Fabio Volo che anche in questo secondo episodio presta la voce al panda Po. Tra le voci italiane principali troviamo Eros Pagni, Massimo Lodolo, Francesca Fiorentini, Simone Mori, Angelo Maggi, Tiziana Avarista, Danilo De Girolamo e Francesco Pannofino.

Kung Fu Panda 2Dietro al vestito di comicità ricamato intorno a Kung fu Panda 2, si cela un corpo filmografico pieno di emozioni ed introspezioni psicologiche: è vero che il caposaldo di questo film è l'ironia, ma è vero anche che i contenuti presenti in Kung fu panda 2 sono estremamente validi ed emozionanti. Il merito della DreamWorks nella realizzazione di questa pellicola è stato senz'altro il non ripetersi, adottando una trama tutt'altro che scontata rispetto al primo episodio. Molti sequel animati, quali ad esempio quelli della Disney relativi ad Aladdin, la Sirenetta e il Re leone hanno avuto il demerito di non ricercare nuove soluzioni stilistiche nella narrazione, ciò non avviene in Kung fu panda 2: se il primo film era decisamente fondato sulla demenzialità e sulla goffaggine di Po, questo secondo episodio pur mantenendo la chiave comica che tanto è cara a bambini ed adolescenti, vive di momenti di profonda commozione quando Po viene a conoscenza delle sue origini, della strage del suo villaggio natio e si incontra col suo vero padre (che ovviamente non è un oca). Il successo americano del film (quarto nella speciale classifica degli incassi annuali, dietro alle spalle solo dell'ultimo capitolo di Harry Potter, del terzo di Transformers e del quarto dei pirati dei Caraibi) e quello italiano (ne siamo più che certi) sarà dato soprattutto dall'ampio target a cui si rivolge la pellicola: i genitori non saranno più costretti a "sopportare" l'ennesimo cartone animato pur di vedere un sorriso sul volto dei loro figli, ma si appassioneranno alla trama un po' malinconica e parecchio scenica sul quale potranno riflettere una volta terminata la visione al cinema.

Proprio il personaggio di Po è la chiave per comprendere questo percorso ambivalente intrapreso e seguito fedelmente dalla DreamWorks Animation: eroe buffo e dal cuore d'oro quando si tratta di proteggere luoghi ed amici a lui cari, ma anche tenero batuffolo di pelo sconsolato davanti alla drammaticità del suo confronto con i mostri del suo passato. Ad ogni modo non fatevi allarmare nella maniera più assoluta da queste parole, in questo film si ride e si ride parecchio e di gusto, solo che è la risata generata sulle vostre labbra sarà qualitativamente migliore e più matura rispetto a quelle sorte durante la visione dell'episodio precedente. I bambini che assisteranno a Kung fu panda 2 oltre che sorridere radiosamente potranno inoltre essere inconsapevolmente irradiati da valori fondamentali quali la famiglia, l'onore, il bene, l'amicizia e la pace. Come accennato in precedenza dunque vengono seguiti equamente questi due filoni narrativi: l'azione e la commedia. Sono numerosissimi gli scontri action presenti all'interno del film, in numero decisamente più elevato rispetto al predecessore. Nuove strabilianti mosse di kung fu, velocità d'esecuzione, precisione dei colpi, ritmo esasperato dei duelli, credibilità coreografica (ma non pratica ovviamente, trattasi sempre di un cartone animato) sono solo alcuni degli elementi che potrete apprezzare durante la visione di determinate scene del film. La tecnologia 3D, sempre più curata e perfezionata dal passare del tempo, ha decisamente offerto a questo lungometraggio animato quella marcia in più che rappresenta senza ombra di dubbio una medaglia al valore da appuntare alla giacche dei tecnici della DreamWorks. Emozionanti e coinvolgenti (pure nelle canoniche 2 dimensioni) al punto che forse molti di voi si commuoveranno, altre scene del film in cui le armi tacciono ed a parlare sono i cuori e le anime dei protagonisti. A proposito, un'altra nota di merito va a John Poewll e Hans Zimmer per le musiche, integrazione perfetta di ogni situazione narrata e vissuta all'interno del film. Ogni nota scandisce oltre che il ritmo narrativo, le cadenze del vostro battito sia che si tratti di una scena d'azione, sia che si tratti di una scena emotivamente coinvolgente.

Continuando l'enumerazione dei pregi (tanti) e dei difetti (francamente quasi insignificanti) di questa pellicola cinematografica, bisogna necessariamente spendere due parole in merito alla caratterizzazione del cattivo di turno Lord Shen ed alla magnifica ambientazione costruita dai disegnatori della DramWorks Animation. Il personaggio del panda Po non è l'unico ad essere caratterizzato in maniera approfondita, anche il malvagio pavone albino Lord Shen gode di un ottimo background narrato in maniera semplice ma efficace dagli sceneggiatori. Assistiamo infatti nel prologo alle vicende della vita di Lord Shen che ne accentuano il carattere malvagio già insito nella sua "persona". Ricordiamo che il successo di un film spesso e volentieri è direttamente proporzionale al successo del suo antagonista. Fantastici, l'aggiunta di qualsiasi altro aggettivo per descrivere i disegni dai quali prende vita il cartone animato sarebbe decisamente superfluo e ridondante, tutto ciò che possiamo fare e porgere i nostri più sentiti complimenti ai disegnatori che riescono nei loro intenti di comicità anche solo grazie alle buffe espressioni che compaiono nei visi dei protagonisti.

Una piccola nota stonata sotto forma di critica al film arriva direttamente dall'oriente e precisamente dalla Cina, sembra infatti che le tradizioni, i miti, gli usi e costumi rappresentati nel corso del lungometraggio non siano pienamente fedeli alle tradizioni orientali e potrebbero generare una visione distorta ed errata della cultura cinese.

In definitiva Kung fu panda 2 è un film per tutta la famiglia, dove ognuno troverà qualcosa per cui ne è valsa la pena la visione. Il finale inoltre rimanda ad un possibile terzo episodio della serie che secondo i "rumors" circolanti nell'ambiente sarebbe già in progettazione. Buona Visione.

Fonte: www.cartonionline.com

Titolo originale: Kung Fu Panda: The Kaboom of Doom
Nazione: U.S.A.
Anno: 2011
Genere: Animazione, Azione, Commedia
Durata: 91'
Regia: Jennifer Yuh
Sito ufficiale: www.kungfupanda.com
Produzione:DreamWorks Animation
Distribuzione: Universal Pictures Italia
Uscita : 24 Agosto 2011 (cinema)
  
  

<<precedente

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright DreamWorks Animation / Universal Pictures Italia e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Altre risorse su Kung Fu Panda
Kung Fu Panda
I segreti dei cinque cicloni
Shrek 2
Immagini di Kung Fu Panda