cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film animazione tradizionale -

La profezia delle ranocchie

La profezia delle ranocchie - Ferdinand e famigliaEsce il 15 ottobre nei cinema, un nuovo film d'animazione francese "La profezia delle ranocchie", che vede la partecipazione al doppiaggio di Anna Marchesini nelle vesti della tartaruga rivoluzionaria. Il cartone animato è un inno alla tolleranza e alla pace che trae ispirazione dalla bibblica arca di Noè e dalla "Fattoria degli animali" di Orwell. Il racconto e i disegni sono molto poetici, godibili e adatti ad un pubblico di giovanissimi che trarranno di sicuro un buon insegnamento, nel vedere come sia possibile la convivenza fra esseri diversi, al fine di raggiungere uno scopo comune.
La storia racconta di una simpatica famigliola composta da Ferdinand, un vecchio marinaio caratterizzato da una lunga barba bianca, Juliette l'africana moglie di Ferdinand e Tom il loro figlio adottivo. I tre vivono in pace e serenità in una casetta situata sopra una collina. Un giorno la famiglia Lamotte, i loro vicini di casa vicini che vivono a valle, decidono di partire per il continente africano al fine di catturare due coccodrilli. Ferdinand e sua moglie Juliette, da buoni amici e vicini di casa decidono di prendersi cura della loro unica figlia, La profezia delle ranocchie - Tom e LilìLilì una vivace bambina dai capelli rossi, che potrà giocare con Tom. La sera stessa della partenza dei Lamotte, nel regno animale accade un fatto straordinario. Le rane si fanno portavoce dell'arrivo di un nuovo diluvio universale che si sta per abbattere sul pianeta, infatti dovrà piovere per quaranta giorni e quaranta notti a partire dalla prossima luna piena. Tom e Lilì incontano una rana che li avverte della catastrofe e li invita a prendere dei provvedimenti per affrontare la tempesta. L'unico in grado di fare qualcosa è Ferdinand il marinaio ricco di esperienza marinara e di buoni sentimenti, al quale tutti gli animali chiedono disperatamente aiuto. Ferdinand da novello Noè, costruisce un'arca al fine di salvare la sua famiglia e tutti gli animali: leoni, elefanti, zebre, cavalli, capre, pecore, tigri, maiali ecc... Durante la navigazione sorgono dei problemi di convivenza fra i vari animali, per questioni di cibo dove i carnivori come la volpe, si rifiutano di mangiare verdure. Ad insorgere ci pensa la tartaruga rivoluzionaria, che incita gli animali alla lotta contro il loro nemico comune, il loro secolare tiranno: l'uomo. Alla fine il buon senso e la speranza prendonoLa profezia delle ranocchie - gli animali il posto delle idee bellicose e gli animali capiscono che devono restare uniti perchè condividono tutti lo stesso destino. Fra i vari animali che si distinguono ricordiamo il Leone, saggio e responsabile, che domina a fatica il suo istinto di carnivoro, la divertente coppia Roger e Denise, due elefanti brontoloni, che incarnano pregi e vizi di molte coppie anziane, con le loro reciproche accuse, ma con un amore che li tiene unite per tutta la vita. Durante la navigazione emergeranno anche le caratteristiche dei vari personaggi. Tom si dimostrerà essere un bambino curioso, generoso e amante dei mille aspetti della vita. Juliette sarà dolce e piena di ottimismo, grazie alla sua filosofia africana che gli permetterà di trasformare tutto in danza e musica. Lilì dimostrerà di essere una bambina schietta e sincera in quanto amante della libertà, per questo suo atteggiamento apparirà inizialmente un po antipatica, ma in realtà si capisce il grande amore che nutre verso tutti gli animali e le persone.

La profezia delle ranocchie
Titolo originale: 
La prophétie des grenouilles
Nazione: 
Francia
Anno: 
2003
Genere: 
Animazione
Durata: 
86'
Regia: 
Jacques-Rémy Girerd
Sito ufficiale:www.laprofeziadelleranocchie.it
Produzione: 
Patrick Eveno, Jacques-Remy Girerd
Distribuzione: 
Esse&bi Cinematografica
Uscita : 
15 Ottobre 2004

<<precedente

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright © Patrick Eveno, Jacques-Remy Girerd e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.