cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film animazione tradizionale -

Leafie - La storia di un amore


Leafie - La storia di un amore
MK Pictures

Dal 20 aprile 2012 potrete portare i vostri bambini a vedere un film di animazione splendido e dai contenuti altamente educativi: stiamo parlando di Leafie - La storia di un amore. Il cinema di animazione ci ha abituato a questo genere di narrazioni: entriamo nel mondo animale e ci appassioniamo alle vicende dei simpatici pennuti oppure dei pesci in mezzo all'oceano o ancora ai mammut che popolavano i poli durante l'era glaciale. Questa volta restiamo in un pollaio dove facciamo la conoscenza di una gallina molto coraggiosa: lei è Leafie. La vita del pollaio si sa, è difficile soprattutto se sei una gallina! C'è sempre il "galletto" della situazione che vuole comandare. Fuori dal pollaio però c'è tutto un mondo da scoprire e Leafie se ne rende conto. Cosa si può fare? Lasciare il posto che dovrebbe dare sicurezza, ma che in realtà è solo il luogo in cui soggiornare attendendo un destino dalle tinte scure? La fine di una gallina la conosciamo tutti anche se è brutto a dirsi, purtroppo ci sarà un cattivo macellaio che deciderà cosa fare di loro! Leafie però non ci sta e decide di lasciare il suo pollaio. Sin da subito però si renderà conto che le cose non sono semplici, neppure fuori dalle mura del pollaio e che il mondo fuori non è abitato solo di animali buoni. Ci penserà una nuova amica a ridarle il sorriso: si tratta di Wanderer una bellissima anatra che le farà capire che anche fuori dal pollaio, nonostante le difficoltà si vive bene. La magia di questo idillio però si romperà subito, a causa di uno degli antagonisti di questa storia. Il cattivo della situazione è One Eye, una donnola che con il suo carattere da despota impone ordini a tutti.


Leafie - La storia di un amore
MK Pictures

Contraddistinta da una brutta cicatrice che ha sulla testa ( ha perso un occhio lottando proprio contro la grande anatra) la donnola è la responsabile della morte di un'anatra, che ha lasciato un piccolo anatroccolo orfano.
Leafie non può fare a meno di prendere sotto la sua custodia il piccolo, ma lei non è un'anatra e non può fare tutte le cose che il piccolino potrebbe volere. Anche gli altri animali la prendono in giro, per la differenza che c'è tra le due specie. Per fortuna però nella palude ci sono anche animali buoni, come ad esempio Mayor una lontra sempre attenta al suo look, che ama dirigere le azioni dei suoi amichetti.


Leafie - La storia di un amore
MK Pictures

Leafie le prova tutte per non sembrare diversa dal cui piccolo anatroccolo, ad esempio mette delle foglie sotto le sue zampe per cercare di averle palmate come quella di un'anatra, ma la missione non è di quelle facili! Una cosa è certa: lei è disposta a fare tutto per il suo piccolo. Del resto lei ha amato il piccolo anatroccolo, prima ancora che lui nascesse. Ha trovato infatti l'uovo che lo custodiva e lo ha covato. Dopo la nascita gli ha subito dato un nome: ha pensato di chiamarlo Greenie a causa di una macchietta verde che il cucciolo che ha sul capo ( la traduzione di green in italiano è verde).
Saranno tante le avventure da condividere insieme agli altri animali, ma Leafie non lascerà mai il suo piccolo Greenie neppure quando lui una volta cresciuto, si renderà conto di essere diverso dalla sua mamma. Leafie non ascolta le parola di nessuno, neanche quelle che fanno più male.Per insegnarli a nuotare si tuffa anche nel laghetto della palude: è pronta a fare qualsiasi cosa per lui. Sarà vicino al suo cucciolo che è ormai cresciuto anche quando dovrà imparare a volare e superare le gare. Leafie spera per Greenie un destino diverso dal suo e spera che possa fare tutto quello che nella vita lei invece non ha fatto. Ma ancora una volta il destino metterà il suo zampino: il proprietario del pollaio cattura Greenie. Quando la gallina viene a saperlo corre subito in suo aiuto.


Leafie - La storia di un amore
MK Pictures

Riuscirà a dare la liberà al suo piccolo? Lui deve continuare a volare in alto: la vita non è solo palude e pollaio, ma c'è un mondo tutto da scoprire e la libertà è quello che i due devono avere.
Il finale del film è caratterizzato dal trionfo dell'amore: l'amore di una mamma per il suo piccolo che anche se è cresciuto resterà per sempre il suo cucciolo; l'amore di un piccolo anatroccolo diventato ormai indipendente che mai però rinnegherà la sua mamma ( e quando lo farà si renderà conto di aver sbagliato); visto che già all'inizio il colpo di scena con la morte di Wanderer ci aveva fatto piangere, non ci saranno altri colpi di scena tristi.

Il genere Manhwa (fumetti e cartoni animati Coreani) si fa sempre più strada a livello mondiale e questo film d'animazione è uno splendido esempio, del livello qualitativo raggiunto dalle produzioni della Corea del Sud. In questo caso notiamo anche un notevole stacco stilistico rispetto ad altri cartoni animati e fumetti Coreani di maggior successo, come ad esempio Pucca dove emerge una chiara influenza giapponese. Leafie invece, sembra avvicinarsi maggiormente ad uno stile occidentale sia nei disegni, sia nell'interpretazione recitativa dei personaggi ed in particolare sulla sceneggiatura. la storia ricorda molto quella della "Gabbianella e il gatto", ma serve come incipit per approfondire tematiche importanti, come l'accettazione della diversità, l'amore incondizionato e l'adozione. Se desiderate un film d'animazione divertente, ma al tempo stesso educativo per i vostri figli, Leafie è proprio quello che fa per voi, stando però attenti ad accettare anche scene drammatiche, presenti del resto anche nei classici Disney.

Titolo originale: 
Madangeul Naon Amtak
Nazione: 
Corea del Sud
Anno: 
2011
Genere: 
Animazione tradizionale
Durata: 
93'
Regia: 
Seong-yun Oh
  
Produzione: 
MK Pictures
Distribuzione: 
Mediterranea Productions
Data di uscita: 
20 Aprile 2012 (cinema)

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono MK Pictures e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

<<precedente