cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film animazione 3D > Film Dreamworks -

MEGAMIND

MegamindUscirà nelle sale cinematografiche il 17 dicembre 2010 il nuovo film di animazione della DreamWorks, che come i precedenti successi “Shrek”, “Madagascar” e “Kung Fu Panda” ha il proposito di stupire e divertire lo spettatore, con storie e personaggi che ribaltano i vecchi stereotipi. La storia del film è stata scritta da Alan Schoolcraft e Brent Simons, mentre la regia è stata affidata a Tom McGrath (vedi Madagascar). I produttori esecutivi sono Stuart Cornfeld, Ben Stiller, Lara Breay e Denise Nolan Cascino.

Questa volta il protagonista è il supercattivo Megamind, in lotta con l'invincibile supereroe Metro Man. Megamind (doppiato da Roberto Pedicini) è il geniale super-criminale, caratterizzato da una testa enorme e da un costume con mantello blu. Questi tenta in tutti i modi e con le invenzioni più straordinarie, di impossessarsi della città di Metro City, tuttavia ogni sua impresa è destinata ad un miserabile fallimento, per via di Metro Man, l'eroe buono per eccellenza (ispirato a Superman), che con i suoi super poteri e il costume in calzamaglia bianco immacolato, sconfigge con il minimo sforzo ogni tentativo velleitario di Megamind.
Megamind bambino con il pesce MinionLa storia ha inizio in un lontanissimo pianeta prossimo all'estinzione, in quanto sta per essere risucchiato da un gigantesco buco nero. Prima della catastrofe i genitori del neonato Megamind, lo deposero in un razzo per spedirlo sulla terra, insieme al suo inseparabile pesciolino Minion, al quale affidarono il compito di proteggere il loro bambino.
Megamind non fu il solo ad essere spedito sul nostro pianeta, infatti anche i genitori di Metro Man ebbero la stessa idea, così i due neonati furono adottati dai terrestri. Mentre Metro Man, fu trovato da una famiglia medio borghese, dai sani principi morali, Megamind atterrò in uno dei peggiori carceri della terra, dove risiedono i più talentuosi geni del crimine.
Il loro destino è quindi segnato: quando Metro Man scopre i suoi superpoteri, dedica la sua vita al bene per l'umanità, mentre Megamind impara da subito che la sua super intelligenza, deve essere incanalata in progetti rivolti al dominio dell'umanità.
Tuttavia la sua creatività, va di pari passo alla sua ingenuità e i suoi progetti finiscono sempre per avere lo stesso copione: quello di rapire la bella e loquace giornalista Roxanne Ritchi, per far cadere Metro Man in una trappola. Tutto finisce puntualmente con la vittoria del supereroe buono, adorato da tutta la città, che si sente così sicura da rendere inoperosi e pigri i poliziotti di Metro City.
Megamind è coadiuvato dal suo fedele assistente Minion, il pesce dentro l'ampolla al quale ha costruito un corpo di gorilla robot. Mentre Megamind preso dalla sua brama di potere tende a “costruire castelli in aria”, Minion è molto più pratico e pur di non contraddire il suo padrone è sempre pronto ad intervenire con qualche stratagemma, per proteggere la sua incolumità.Minion è anche il miglior amico di Megamind, in quanto gli è stato affidato l'incarico di difenderlo e il più delle volte riesce a salvarlo da se stesso.
Metro Man, Megamind e RoxanneGli eventi cambiano drasticamente quando Megamind, quasi per caso, riesce a sconfiggere definitivamente Metro Man, divenendo improvvisamente quello che aveva sempre sognato: l'assoluto padrone di Metro City. Inizialmente il gioco è piacevole, ma con il passare del tempo Megamind si accorge di annoiarsi senza un vero antagonista e quasi rimpiange l'assenza di Metro Man. Così preleva un campione del DNA del suo arcinemico e li trasferisce su Hall Stewart, il pigro e ottuso cameraman della giornalista Roxanne, al fine di creare il supereroe Titan. Le cose non vanno per il verso giusto, in quanto Hall non possiede le virtù morali di Metro Man e approffitta dei suoi superpoteri per trasformarsi in un supercattivo, ancora più pericoloso di Megamind.
Innamorato da sempre della bella Roxanne che lo respinge, Hall sfoga tutta la sua frustrazione contro il genere umano e così a Megamind, anch'egli segretamente innamorato della bella giornalista, non resta che intraprendere la strada del bene in difesa di Metro City.

Il film è costruito su uno schema classico del genere supereroistico, ma pone la narrazione dal punto di vista del cattivo, molto simile a super criminali come Dottor Destino, Lex Luthor e Magneto.
Pur essendo nato come parodia, non è irriverente nei confronti di questo genere, ma rispettoso dei suoi canoni narrativi tanto da avere l'ambizione di contribuire con un prodotto nuovo e originale, rivolto a tutti gli amanti del fumetto classico. Il regista McGrath ha preferito scegliere l'animazione 3D rispetto al film live-action in quanto è possibile integrare perfettamente, effetti straordinari e scene d'azione con situazioni più intime e
focalizzate maggiormente sul personaggio. Grazie alla computer grafica, si è avuto una maggiore campo di azione sia per dare spazio alla spettacolarità delle situazioni, sia per curare l'espressività della recitazione dei personaggi, che sembrano più credibili di attori in carne e ossa. Da sempre attratto dai ruoli dei cattivi per antonomasia come Darth Vader di Guerre stellari e Capitan Uncino, il regista Tom McGrath ha accettato con entusiasmo l'incarico di dirigere un film, che potesse dare piena espressività alla caratterizzazione di un super cattivo.

Megamind e RoxanneNel film viene alla luce il filo sottile che separa il bene e il male, che non possono esistere uno senza l'altro. Nelle battaglie tra Megamind e Metro Man esiste un rispetto reciproco e una correttezza, che fa comprendere come i due antagonisti siano accomunati da un identico destino, per essendo l'uno l'opposto dell'altro.
Megamind è stato costruito graficamente per ispirare simpatia, con un improbabile costume blu e gli occhi grandi, che a guardarli bene, esprimono la tenerezza che emerge dalla sua vulnerabilità di illuso buffone.
Il personaggio di Metro Man, pur avendo tutti i canoni dell'eroe, bello, coraggioso, forte e di nobili ideali, non riscuote la simpatia dello spettatore, in quanto si capisce come abbia ottenuto tutto il suo successo, senza la stessa sofferenza che ha caratterizzato l'infanzia di Megamind.
Anche Megamind ha dei sentimenti d'amore, che sono legati alla giornalista Roxanne Ritchi, tutt'altro che indifesa, infatti la sua arguzia è tale che nelle situazioni di pericolo, potrebbe cavarsela anche senza l'aiuto di Metro Man. Nel corso della storia, con il precipitare degli eventi, i due saranno uniti da una stessa causa e dimostreranno di avere molte cose in comune.

Gianluigi Piludu
www.cartonionline.com

La locandina di Megamind
Titolo originale: 
Megamind
Nazione: 
USA
Anno: 
2010
Genere: 
Animazione 3D - Supereroi
Durata: 
96'
Regia: 
Tom McGrath
Sito ufficiale: 
Produzione: 
DreamWorks Animation, Pacific Data Images, Red Hour Films
Distribuzione: 
Universal Pictures Italia
Data di uscita: 
17 Dicembre 2010

<<precedente

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright Dremworks e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Altri links
Il video di Megamind