Cartoni animati e fumetti > Film di animazione >

Your Name - Recensione del film

Mitsha protagonista del film Your Name
Mitshua protagonista del film

La storia

Il prossimo 23 gennaio 2017 uscirà nelle sale italiane 'Your Name', film d'animazione giapponese (Kimi no Na wa, titolo originale). Si tratta dell'ultimo prodotto creato da Makoto Shinkai, uno dei registi più promettenti degli ultimi anni in Giappone, in grado di fondere con sapienza l'arte di Hayao Miyazaki e Yasujiro Ozu, proponendo disegni splendidi e una profonda malinconia, affondando le radici nella stessa tematica, affrontata in maniera differente. Si tratta della profonda distanza che può generarsi tra due esseri umani. Viviamo in società profondamente social, tecnologicamente avanzate, che dovrebbero favorire il dialogo ma, nella visione di Shinkai, il risultato è decisamente opposto.

Questo concetto è stato ribadito dal regista fin dagli albori della sua carriera, con l'opera prima Voices of a Distant Star, di soli 22 minuti, che evidenziava proprio il timore del silenzio tecnologico della società odierna che, tra chat e migliaia di possibilità di comunicare, non fa che evidenziare la nostra infinita solitudine. Nessuna interazione profonda, solo marginali. Nel corto veniva narrata la vicenda d'amore straziante tra due giovani, impegnati alle scuole superiori eppure coinvolti in un conflitto intergalattico. Lui resta sulla Terra, mentre lei vola nello spazio contro gli alieni. E' così che è esplosa la carriera di Shinkai, anticipando quelle che poi sarebbero divenute vere e proprie ossessioni, andando a costruire la sua poetica. In 14 anni di carriera il regista ha realizzato sei film d'animazione, tutti basati sul profondo dolore generato nell'animo dalla forzata separazione da qualcuno di molto caro. I protagonisti sono sempre ragazzi, forse perché in una certa fascia d'età i sentimenti sanno essere più forti, radicati e puri. Così anche in Your Name vediamo Mitsuha, giovane studentessa che guarda alla vita come un sogno.

Taki protagonista del film Your Name
Taki protagonista del film

La storia si apre con un'analisi della vita noiosa e ripetitiva di Mitsuha, che non ce la fa più a resistere nel paesino in cui è nata e cresciuta. Vorrebbe andare altrove ed essere qualcun'altro, magari un bel ragazzo della sua età, con casa a Tokyo. Proprio in questa città scopriamo dell'esistenza di Taki, un giovane carino e alquanto goffo. L'occasione per avverare il desiderio di Mitsuha giunge per puro caso, col passaggio di una cometa, così vicina all'orbita terrestre da essere visibile a occhio nudo. In qualche modo i due scambiano i loro corpi, il che porta a due differenti tipologie di analisi alquanto imbarazzanti. Il tutto avviene però per un breve lasso di tempo. I due tornano a essere se stessi, per poi provare la stessa esperienza in seguito, senza alcun tipo di controllo. Non impiegano molto prima di capire cosa stia loro succedendo, e così decidono di lasciarsi dei messaggi vicendevolmente, scrivendoli sulle braccia dell'altro. Diventano così intimi, arrivando a fare commenti sulle rispettive vite amorose. Le loro vive sono decisamente differenti, con Mitsuha che vive con sua sorella più piccola e la nonna all'interno di un santuario, dal momento che l'anziana donna ne è la sacerdotessa. Taki invece conduce una normale vita da città, tra scuola, qualche amico e il lavoretto part-time come cameriere per la propria indipendenza. Dalle braccia si passa agli smartphone, dal divertimento di trovarsi a scoprire il corpo di un altro sesso alle situazioni d'imbarazzo. Come quando Taki ottiene un appuntamento con la ragazza che gli piace, soltanto grazie al fatto che Mitsuha era nel suo corpo. Il tempo passa e una nuova cometa sta per avvicinarsi all'orbita. I film muta così la propria apparenza, lasciando alla prima parte tutta l'allegria e la spensieratezza. Il soprannaturale inizia a prendere maggiormente possesso della trama, di pari passo con la malinconia.

Taki e Mitsha
Taki e Mitsha

Una pellicola che ha ottenuto riscontri positivi ovunque, arrivando a risultare come primo anime incluso nella competizione ufficiale del Festival di Londra. Non che in passato il Giappone non abbia sfornato capolavori ma, in una società più attenta a questo genere di prodotti, il talento di Shinkai non poteva passare inosservato.

Your Name è senza alcun dubbio un netto passo in avanti nella produzione cinematografica del suo autore, autore tra l'altro del romanzo sul quale la trama si fonda. Nei suoi lavori precedenti infatti veniva a mancare colpevolmente una dose di spensieratezza, che ha consentito a questo titolo di raggiungere tutti, non soltanto una cerchia ristretta di amanti del genere. Un bilanciamento della trama che consente una diffusione di massa. Un giusto compromesso che soltanto con la maturità il regista ha potuto raggiungere, senza per questo tradire se stesso e le proprie idee.

Taki sulla metropolitana
Taki sulla metropolitana

Il film è suddiviso in tre capitoli tematici, partendo appunto con atmosfere più gioviali e pop, che vengono ben delineate dalla colonna sonora. Quando questa di colpo muta, ci si ritrova di colpo e senza preavviso in una trama fantascientifica, per poi cambiare ancora, fino a raggiungere l'appellativo di disaster movie. Le musiche s'intrecciano, i caratteri dei personaggi mutano a seconda delle esperienze vissute e la tradizione riesce a trovare un giusto e intrigante mix con la modernità. Tante cose accadono ma non si perdono mai di vista i due protagonisti. Il conflitto interiore in merito all'impossibilità di accettare il proprio quotidiano è di certo quello principale, ma non l'unico. Si va dallo scontro culturale a quello meramente geografico. La svolta sentimentale arriverà proprio nel momento in cui Taki non sarà più in grado di potersi risvegliare nel corpo della sua lei. Partirà così alla ricerca folle di un paesino che conosce soltanto attraverso i disegni realizzati. E' innamorato di lei e non potrebbe essere altrimenti. Lei fa però anche parte di lui, a un livello profondissimo.

Il risveglio di Mitsha
Risveglio di Mitsha

Parlare d'amore è forse la cosa più difficile da fare al cinema, dal momento che si rischia a ogni passo di cadere nel banale, offrendo un prodotto ripetitivo, che nulla aggiunge a milioni precedenti di altri colleghi. In questo caso però l'accurato studio di culture aggiunge dell'altro, mescola caratteristiche intriganti, offrendo la storia tra i due come luogo noto in cui lo spettatore può andare a rifugiarsi, pur senza risultarne rasserenato, dato il dramma circostante. Un titolo empatico, per tutti ma che, per i veri appassionati, risulterà un immediato classico, da custodire e rivedere.

www.cartonionline.com
Data: 11/01/2017

Le immagini del film Your Name


Titolo originale: Kimi no Na wa
Nazione: Giappone
Anno: 2016
Genere: Animazione - Anime
Durata: 106'
Regia: Makoto Shinkai
Produzione: CoMix Wave Inc.
Distribuzione: Nexo Digital e Dynit
Uscita : 23-24-25 gennaio 2017 (cinema)

Video Trailer Your Name su Youtube

Tutti i nomi, le immagini e i marchi registrati sono copyright CoMix Wave Inc. / Nexo Digital / Dynit e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

<< altri film di animazione