Cartoni Online - Risorse su cartoni animati e fumetti
 HOME   VIDEO  
 PERSONAGGI 
  FILM    IMMAGINI    TV   GIOCHI   DOWNLOAD   MERCATINO 
 A   B   C   D   E   F   G   H   I   J   K   L   M   N   O   P   Q   R   S   T   U   V   W   X   Y   Z 
 Anime Manga   Anni 80   Bambini   Cartoons   Disney   Fumetti   Sigle  Supereroi
Cartoni animati e fumetti > Anime Manga > Cartoni per bambini > Shojo >

HELLO SPANK

HELLO SPANKIl cartone animato (genere shojo) Hello Spank! (titolo originale Ohayoo! Spank ) arriva per la prima volta in Italia nel 1982 (trasmesso su Italia Uno), riscuotendo un ampio successo grazie alla trama dai toni divertenti e coinvolgenti. Spank è un cagnolino decisamente fuori dal comune, in quanto ha sentimenti e abitudini tipicamente umane: spesso indossa una tuta in blu jeans, berretto, occhiali da sole; qualche volta si adira, ma sa essere tenero, simpatico, responsabile e molto intelligente. Spank entra a far parte della vita della giovane Aika (Aiko Morimura), in momento per lei molto triste e delicato. Infatti Aika ha di recente perduto il suo amatissimo padre (che, essendo un marinaio, è misteriosamente scomparso in uno dei suoi viaggi a bordo della barca "Il Gabbiano"), ma piuttosto che seguire la madre a Parigi decide di rimanere in Giappone ospite dello zio Fujnami.

Hello Spank e AikaCon il passare dei giorni la ragazza si sente sempre più sola e smarrita, così riceve in dono una graziosa cagnetta, Papy, con la quale trascorre momenti teneri e felici, ma che purtroppo muore presto, investita da un camion. Perciò Aika si ritrova sola e affranta, finché non incontra il buffo Spank, che dopo alcune remore decide di tenere con sé. Fra i due nasce un'amicizia destinata a consolidarsi ogni giorno di più, fino a diventare inseparabili. Spank infatti difende e protegge la sua "Iaia" in tanti modi e in diverse circostanze: pensate che andrà anche a scuola al posto suo. Altri personaggi della storia sono: Serina (Serino), una tipa snob che possiede una gatta, Miccia altezzosa come la padroncina di cui Spank si innamora (forse proprio perché lei lo ignora, ma in fondo le sue attenzioni le fanno piacere). Serina non manca occasione per mettere in difficoltà la dolce Aika, con la quale compete in amore. Pure Spank ha un rivale, il gatto Torikiki: le loro frequenti sfide (dimostrazioni di forza, abilità o altro) per conquistare Miccia, sono davvero spassose (anche se puntualmente i due finiscono per mettersi in ridicolo agli occhi della bella e superba gattina). Ancora c'è Rey, uno spirito libero e solitario, che ama fare lunghe passeggiate sulla spiaggia, con cui Aika vive una bella ma travagliata storia d'amore. Infine come dimenticarsi della governante Saki?! Quest'ultima infatti tutte le volte che trova Spank sotto gli occhi si terrorizza e sviene: chissà poi perché?
Il manga Ohayoo! Spank, venne realizzato nel 1978 da Shunichi Yukimuro e disegnato da Shizue Takanashi. In Italia fu edito una prima volta negli anni '80 dal giornale "Corriere dei piccoli", in versione ricolorata e riadattata e una seconda volta negli anni '90 dalla Play Press, secondo la versione originale. Mentre si sono occupati della serie animata Shigetsuga Yoshida e Takao Korai, rispettando sostanzialmente lo spirito del fumetto. Non sono comunque trascurabili le differenze fra i due generi, soprattutto per quanto riguarda i riadattamenti nelle diverse edizioni (compresa quella italiana). Nel manga ad esempio, Aika vive in Giappone con la madre. Rey, che nel cartone animato è il legittimo proprietario di Spank, nel fumetto è colui che ha investito Papy. Inoltre esiste un anello di congiunzione molto forte tra Spank e la misteriosa scomparsa del padre di Aika (su cui la stessa cercherà di fare luce), che invece viene reso marginale nella serie TV.
Una nota di merito va ai disegni, i quali, pur nella loro semplicità, rendono perfettamente la complessità interiore dei personaggi -in particolare di Spank- e la profondità del loro bagaglio sentimentale ed emotivo (gioie, piccoli e grandi dolori e quant'altro). Nell'insieme essi contribuiscono a farci apprezzare un cartone animato (e un fumetto), che pur sollevando problematiche adolescenziali abbastanza tragiche, si svolge all'interno di uno sfondo, più ancora che malinconico, ricco di momenti di tenerezza, umorismo, amicizia e fiducia verso un domani migliore.

di Helga Corpino

Il personaggio di Hello Spank è copyright © Shunichi Yukimuro e Shizue Takanashi e viene qui utilizzato esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Titoli degli episodi
01. Un cane poco serio
02. Sono tornato da te
03. Un alunno di troppo
04. Spank innamorato?impossibile
05. Un duello tira l’altro
06. Il primo amore di aika
07. Gli amici di Rei
08. Quando il mare infuria
09. La fine di un sogno
10. Spank cane di pezza
11. Un concorrente sleale
12. L’arcobaleno non si può mangiare
13. Un galante cane poliziotto
14. Il fantasma di Rei
15. La pazienza è la virtù dei forti
16. Il guastafeste
17. Il segreto
18. Gli acrobati
19. Spank detective
20. Il ritorno del vagabondo
21. Una sfida quasi infernale
22. Spank aiutante disastroso
23. Che fatica ragazzi
24. C’è papà che mi chiama
25. Arrivederci estate
26. Giotto spank
27. Spank ladro gentile
28. Spank modello d’eccezione
29. Spank stella del cinema
30. Il segreto dello zio
31. Spank nell’isola deserta
32. La spilla perduta
33. Un artista in crisi
34. Spank postino
35. Il più grosso tesoro
36. Spank baby sitter
37. Spank lo spauracchio
38. La campana dell’amore
39. Fuga d’amore
40. La lettera
41. Arriva babbo natale
42. Il ritorno di Pippi
43. Felice anno nuovo
44. Lezioni di sci
45. Spank cuoco
46. Spank cane poliziotto
47. Spank nel paese delle meraviglie
48. Uno yatch rotto
49. Super Spank in azione
50. Serina con la mamma
51. Serina campionessa
52. Incontro con la mamma
53. Il piccolo trapezista
54. L’uovo Spank
55. La fuga di Serina
56. La mamma di Torakichi
57. Avventura a luna park
58. Un amore pennuto
59. Spank e la scimmietta
60. Operazione
61. La partenza di Seya
62. Spank lo smemorato
63. Il sogno di Yuko
64. Il momento della verità

La sigla di Hello Spank - il testo della canzone e gli accordi per chitarra

<< Precedente