Cartoni animati e fumetti > Personaggi cartoon > Shojo >

LOULOU DE MONTMARTRE

Loulou de Montmartre

Titolo originale: Loulou de Montmartre
Autori:
François Boublil, Jean Helpert
Personaggi:
Loulou, Gaby, Barone, Gautier De Lagny, Madame Bataille, Solange, L'uomo dal bastone d'argento, Padre Ménard
Produzione: The Animation Band, Pictor Media, Rai Fiction, France 3
Regia: Giuseppe Laganà, Patrick Claeys
Nazione: Francia
Anno: 8 marzo 2008
Trasmesso in italia: 4 agosto 2009
Genere: Drammatico
Episodi: 26
Durata: 24 minuti
Età consigliata: Adolescenti dai 13 ai 19 anni

Loulou de Montmartre è la nuova fiction animata prodotta da Pictor Media, The Animation Band, con la partecipazione di France 3 e Rai Fiction e ideata da Francois Boublil e Jean Helpert. Già trasmessa in Francia a partire dall'aprile 2008 con un buon indice di gradimento, è stata trasmessa su Rai2 dal lunedì al venerdì alle ore 7,50. La serie è stata trasmessa a partire da domenica 22 novembre 2009 su Rai Gulp alle ore 16.40 e 20.35. Loulou de Montmartre si articola in 26 episodi, nel corso dei quali si potrà assistere alla crescita umana, professionale e personale della protagonista: Loulou una giovanissima adolescente che vive nella Parigi della belle epoque. La ragazza, da sempre appassionata di danza, coltiva il grande sogno di diventare una ballerina, nonostante il suo stato sociale: è infatti orfana e con nessun ricchezza, se non l'affetto dei suoi cari amici. Ma d'altra parte Loulou avrà l'opportunità di conoscere persone e artisti straordinari (come ad esempio il pittore Degas) che contribuiranno, ognuno a suo modo, alla realizzazione del suo sogno. Ma la strada sarà lunga e spesso tortuosa, nonché oscurata da un pesante alone di mistero, come si evince già dal primo episodio:
Parigi 1887.

Loulou de Montmartre

In una fredda notte d'inverno una giovane madre, perseguitata da un misterioso uomo con il bastone d'argento, è costretta a fuggire all'estero e ad abbandonare la sua bambina (una neonata appena), che viene affidata alle cure di Padre Ménard.
Dodici anni più tardi lo stesso padre Ménard, rivedendo il misterioso uomo con il bastone d'argento aggirarsi per le vie del suo quartiere, teme per l'incolumità della sua protetta; decide dunque di nasconderla nel collegio femminile dalla perfida Mlle Trochu (la quale non perderà occasione per punire ingiustamente Loulou, ostacolandola nella sua passione per la danza). Presto il collegio si trasforma per Loulou in un'angusta prigione: il suo unico conforto è l'amico Gaby, che vive a Montmartre e fa l'apprendista in un giornale; attività che gli consentirà di sventare le intriganti macchinazioni del ricco e spietato Conte De Boisrobert. Questi è un altro personaggio significativo ai fini della storia, perché in qualche modo intrecciato al nascosto passato della giovane protagonista. Ma il mistero che circonda le ignote origini di Loulou sarà di volta in volta svelato nel susseguirsi di episodi sempre più avvincenti e ricchi di suspance. Tuttavia un primo importante indizio viene suggerito nell'episodio n 2 "Il compleanno di Loulou".

Loulou de Montmartre

Nel presunto giorno del suo compleanno Loulou - che nel frattempo subisce l'ennesimo dispetto da parte Solange, sua invidiosa compagna, e dunque una delle tante ingiuste punizioni dell'arcigna direttrice - riceve la visita dell'amato padre Ménard, il quale le consegna un dono ricevuto dodici anni prima dalla madre della ragazza: si tratta di un paio di scarpine da ballo rosse con sopra raffigurato un cigno (stemma che come si evince nella puntata "Un gioioso Natale" pare essere lo stesso di quello rappresentato nell'anello del Conte De Boisrobert). Un paio di mezze punte sono dunque l'unico ricordo che Loulou possiede della madre; ma proprio in esse sembra essere contenuto il destino della graziosa protagonista di questa affascinante storia. Ma Loulou riceverà anche un altro dono indimenticabile: un'allegra e fantastica serata trascorsa in compagnia di Gaby, che la condurrà in giro per le vie festose e mondane della bella città parigina (tra balli, divertimenti e zucchero filato).

Sul piano tecnico Loulou di Montmartre è apprezzabile per la cura degli sfondi e per un'animazione sempre fluida e dinamica. Inoltre la serie animata è impreziosita da un ricercato repertorio di musica classica - che vanta nomi come Amilcare Ponchielli e Jacques Offenbach - come anche brani originali composti da Oliver Lilliboutry.

di Helga Corpino

Tutti i personaggi e le immagini di Loulou de Montmartre sono copyright © Pictor Media, The Animation Band France 3, Rai Fiction degli aventi diritto. vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.