Cartoni animati e fumetti > Personaggi cartoons > Cartoni bambini piccoli > Looney Tunes -

TINY TOONS

I Tiny Toons su Boomerang

Titolo originale: Tiny Toon Adventures
Personaggi:
Buster Bunny, Baby Bunny, Duca Duck, Lindon J. Pig, Elmyra Duff, Montana Max, Fifi la Fume, Gogo Dodo, Fata Loon, Furfolo, Dizzy Devil, Melody, Calamity Coyote, Speedy Beep
Autore: Tom Ruegger
Produzione:
Warner Bros. Animation, Amblin Entertainment
Nazione: Stati Uniti
Anno: 14 settembre 1990
Trasmesso in italia: 23 settembre 1991
Genere: Commedia
Episodi: 100
Durata: 22 minuti
Età consigliata: Ragazzi dai 6 ai 12 anni

I TINY TOONS nascono negli anni ’90 dopo il successo di show come i Muppet Babies e i Flintstones Kids, che presentavano al pubblico televisivo versioni più “giovani” di personaggi famosi: il presidente della Warner Bros, Semel, decide quindi di dare spazio ai nipoti dei celebri Looney Tunes. Ma con l’ingresso nel progetto di Steven Spielberg, l’idea assume la forma definitiva: i piccoli protagonisti assomigliano decisamente ai loro famosi predecessori, ma senza avere legami di parentela.

I Tiny Tuns e Steven SpielbergI TINY TOONS studiano alla Università Acme, dove i professori (interpretati dai personaggi classici) insegnano loro tutti i trucchi del mestiere, con l’obiettivo di farli diventare dei cartoni animati a tempo pieno. Quasi tutti i giovani protagonisti hanno “un corrispettivo” dei grandi classici Warner: Buster Bunny e Babs Bunny (Bugs Bunny), Plucky Duck (Duffy Duck), Furrball (Silvestro), Calamity Coyote (Wile E. Coyote), Little Beeper (Beep Beep) e così via. In altri (rari) casi, i personaggi sono ispirati a star del cinema. Per esempio, Shirley the Loon è chiaramente una parodia dell’attrice Shirley MacLaine (e del suo interesse verso la New Age), mentre il Pitbull Arnold è ovviamente basato su... Schwarzenegger.

Il film dei Tiny ToonsNel cartone, non c’è nessun protagonista fisso, gli autori hanno voluto dare spazio a tutti, rendendolo “corale”. Lo show, oltre a introdurre i popolari personaggi Warner ad una nuova generazione di piccoli spettatori, é riuscito anche ad attirare il pubblico degli adulti, conquistato dai raffinati riferimenti alla situazione sociale americana e dalle citazioni di personaggi e personalità esistenti. Star di Hollywood (Tom Cruise), film (Balla coi lupi) e serie televisive (Ai confini della realtà e Star Trek) sono tra i bersagli dell’ironia tagliente dei Tiny Toons.

 

Tutti i personaggi e le immagini dei Baby Looney Tunes sono copyright © Warner Bros e degli aventi diritto. vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.