Cartoni animati e fumetti > Anime Manga > Anime sportivi > Cartoni anni 70

Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
Shingo Tamai - Arrivano i superboys

Titolo originale: Akakichi No Eleven
Personaggi:
Shingo Tamai, Teppei Matsuki, Oohira Yosuke, Ryoko Asuka, Mamoru Asuka, Takeshi Kamioka, Ken Santos, Makoto Nagata, Hayato Taki, Yan Misugi

Produzione: Tokyo Agency, Doga Production
Autore: Ikki Kajiwara, Mitsuyoshi Sonoda
Regia
: Tsuneiro Okaseko

Nazione: Giappone
Anno: 13 aprile 1970
Trasmesso in italia: 1982
Genere: Anime, Sport
Episodi: 52
Durata: 24 minuti
Età consigliata: Ragazzi dai 6 ai 12 anni

Arrivano i Superboys (Akakichi No Eleven nell'originale giapponese) è un cartone animato giapponese (anime) sul genere sportivo, scritto da Ikki Kajiwara e Mitsuyoshi Sonoda, diretto da Ken Yamada e realizato dagli studi di animazione della Tokyo Agency, Doga Production nel 1970. La serie tv che si compone di 52 episodi ciscuno della durata di 24 minuti ha visto la sua prima apparizione in Italia solo nel 1982 nelle vari emittenti televisive locali. Celebre la sigla "Arrivano i superboys" in inglese.


Ben prima dell'arrivo del celebre Holly e Benji, Arrivano i superboys è il primo cartone animato giapponese sul calcio, che anticipava lo stile e la narrazione di quello che sarebbero diventati nel corso degli anni 80, le varie serie tv animate sul calcio.

La storia di Arrivano i superboysArrivano i superboys
Shingo circondato dai suoi avversari - Arrivano i superboys

La storia racconta di Shingo Tamai, un ragazzo orfano del 6º anno dell'istituto Shinsei Senior High Scool situato alla periferia di Tokyo. Shingo viene allevato dai genitori adottivi, come il loro unico figlio, ma nonostante tutto il suo carattere si dimostra molto inquieto, irascibile, arrogante e indisciplinato. Questo suo temperamento si troverà a scontrarsi con il professore di educazione fisica Tempei Matsuki, l'ex portiere della nazionale giapponese di calcio, che ha partecipato anche alle olimpiadi del Messico vincendo una medaglia di bronzo.

Tempei vuole formare una fortissima squadra di calcio dell'istituto, in modo che possa disputare tornei ad alto livello e dare lustro alla scuola. Pur avendo talento per il calcio Shingo, non vede di buon grado questa iniziativa, in quanto vorrebbe essere il solo leader di una squadra, così decide insieme a Oohira di crearne una propria e sfidare quella di Matsuki.

Approfittando dell'assenza del loro allenatore, contrario a questa sfida, la squadra di Matsuki accetta la partita contro quella di Shingo. In questa partita Shingo dimostra tutto il suo talento e da solo mette in ginocchio la squadra a avversaria, vincendo per 21 a 0.

Al suo ritorno Matsuki propone la rivincita a Shingo, ma questa volta l'esito della gara sarà differente, in quanto la squadra messa bene in campo e con una difesa solida, riuscirà ad imbrigliare il gioco di Shingo e chiudere la partita con un pareggio. Nella seconda sfida Shingo perderà l'incontro e così capirà che la forza di una squadra non dipende dal singolo giocatore, ma dal gioco collettivo e chiarirà i suoi contrasti con Matsuki diventando il capitano della squadra dell'istituto. L'esperto allenatore capisce che la grinta e il talento di Shingo, saranno una grande risorsa per la squadra dell'istituto, a patto di riuscire ad incanalarti nella giusta direzione.

Arrivano le prime sfide con le altre squadre e così Yam Misugi, leader della squadra campione, e molto abile nel dribbling sfida la squadra di Shingo, per mettere alla prova le sue capacità. Shingo per questa sfida potrà contare anche sull'aiuto del gigantesco Oyra, unitosi alla sua squadra, ma Matsuki decide di schierarli entrambi in difesa. Shingo non ci sta e opponendosi al suo allenatore decide di risolvere la partita da solo, così commette l'errore di non giocare per la squadra, che perde contro i fortissimi avversari per ben 6 ad 1.

Nel corso degli episodi Shingo accetterà di buon grado i preziosi consigli del suo allenatore e un pò per volta migliorerà anche il suo gioco, diventando così un promettente campione, per partecipare con la sua squadra al torneo nazionale di calcio.

Immagini e personaggi di Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
Shingo calcia il pallone come una mossa di karate

Arrivano i superboys
Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
Tempei Matsuki in un'azione di gioco - Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
Yosuke Oyra il gigante buono compagno di squadra di Shingo - Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
Il professore allenatore Tempej Mazuki - Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
la squadra del professore Mazuki - Arrivano i superboys

Arrivano i superboys
Una parata del portiere - Arrivano i superboys

Episodi di Arrivano i superboys

1 - Il primo incontro
2 - La sconfitta di Shingo
3 - Il prestito
4 - La prima sfida
5 - L'orgoglio di Shingo
6 - Il piccolo Komano
7 - Il colpo segreto
8 - La sconfitta
9 - Shingo cambia squadra
10 - Un dribbling formidabile
11 - I due traditori
12 - Fiori per la squadra
13 - Allenarsi per un tiro efficace
14 - Riserva in panchina
15 - Chi è l'eroe?
16 - Colpo proibito
17 - l potente tiro
18 - Misugi K.O.
19 - Un rivale in pena
20 - Il pallone vola alto
21 - La scomparsa di Misugi
22 - Il tiro più forte
23 - Il boom di Jamagata
24 - Che fenomeno Tamai!
25 - Vinceremo Misugi
26 - Forza Shingo siamo con te
27 - Il portiere fantasma
28 - La presa cieca
29 - Il portiere invincibile
30 - I fratelli infernali
31 - Il tiro acrobatico
32 - Fra due campioni
33 - Passaggio incrociato
34 - Il segreto del padre
35 - Linea d'attacco
36 - La grande sfida
37 - Quel diavolo di Kamioka
38 - La sfida dei due diabolici fratelli
39 - Addio ai rancori
40 - La pantera del Brasile
41 - Il grande campione
42 - Due grandi campioni
43 - Il piede d'oro
44 - Il magnifico Jaegashe
45 - Il giaguaro nero
46 - Capire un avversario
47 - L'uno contro l'altro
48 - La madre di Ken
49 - L'ultima sfida
50 - I giocatori del sole
51 - Piano d'attacco
52 - Il tiro più forte

Tutti i personaggi e le immagini di Arrivano i superboys sono copyright © Tokyo Agency, Doga Production e degli aventi diritto. vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.

 

Altri personaggi simili