Cartoni animati e fumetti > Personaggi cartoons > Cartoni animati su Cartoonito -

Daniel Tiger

Daniel Tiger
Titolo originale: Daniel Tiger's Neighborhood
Autore:
Angela Santomero, Fred Rogers
Personaggi:
Daniel, Mamma Daniel, Papà Daniel, Margaret sorellina Daniel, Gu, Elaina, Caterina, Principe Mercoledì, Maestra Erriet, Nonno Tiger, Chrissie
Produzione: The Fred Rogers Company, 9 Story Media Group, Out of the Blue Enterprises

Nazione: Stati Uniti, Canada
Anno: 3 settembre 2012
Trasmesso in italia: 24 febbraio 2014
Genere: Didattico prescolare
Episodi: 65
Durata: 22 minuti
Età consigliata: Bambini dai 0 ai 5 anni

Daniel Tiger (titolo originale Daniel Tiger's Neighborhood) un cartone animato didattico, rivolto ai bambini di età prescolare, realizzato dagli studi canadesi e statunitensi della The Fred Rogers Company, 9 Story Media Group e Out of the Blue Enterprises nel 2012 per un totale di 65 episodi ciascuno della durata di 22 minuti. In Italia la serie è stata trasmessa per la prima volta il 24 febbraio 2014 su Nick Jr. e dal 16 marzo 2015 su Cartoonito .

Il cartone animato di Daniel Tiger si concentra sulle avventura di un tenero tigrotto di quattro anni, dalla fervida fantasia. Daniel vive nel 'Quartiere della Fantasia', insieme alla propria famiglia e ai suoi carissimi amici, la gatta Caterina, la sua amica Elaina, il principe Mercoledì e il gufo Gu.

L'idea alla base della serie animata è far affrontare con innocenza e spensieratezza al piccolo tigrotto le sfide che ogni giorno vengono poste dinanzi ai bambini. Un modo questo per aiutarli a relazionarsi con gli altri e soprattutto con i possibili piccoli/grandi problemi che devono affrontare alla loro età. I linguaggio è decisamente semplice, al fine di raggiungere tutti e, al tempo stesso, ricoprire per quanto possibile il ruolo scolastico. Il tono è simpatico e l'atteggiamento dei personaggi costantemente positivo. Come spesso accade con i titoli odierni, non mancano i momenti in cui Daniel si rivolge direttamente ai piccoli spettatori, come se fossero al suo fianco, per uno show istruttivo e coinvolgente.

Daniel Tiger ha una grande particolarità, ovvero un filo rosso che caratterizza ogni singoli episodio. Si tratta di un ritornello alquanto semplice ma accattivante, che uno degli adulti, che sia un genitore, una maestra o altri, insegna a Daniel. Da questo momento in poi questo viene ripetuto costantemente, fino a farlo inevitabilmente menorizzare al telespettatore. Un ritornello che va spesso in aiuto di Daniel, che dunque a sua volta lo insegna agli amici, diffondendo le indicazioni degli adulti, fonte in questo cartone di saggezza. Si va così creando una sorta di primordiale coscienza civile, insegnando ai più piccoli quanto sia importante il saper vivere in comunità.

Il pregio di questo cartone animato è proprio quello di coinvolgere il piccolo spettatore e così può capitare che, mentre Daniel parla, il nostro bambino inizi a dialogare con noi, provando a spiegare quanto visto, felice del fatto d'aver capito e d'essere divenuto protagonista dello show. Il concetto è rafforzato dalle parole della canzoncina che aiuta a memorizzare, il comportamento positivo o il buon proposito di Daniel Tiger.

Daniel Tiger festeggia il compleanno con i genitori e i suoi amici
Daniel Tiger festeggia il compleanno con i genitori e i suoi amici

DANIEL TIGER - I PUNTI DI FORZA

Tanti i punti di forza del cartone, che fronteggia tutte quelle criticità minori che potrebbe ritrovarsi a fronteggiare un bambino con un'età compresa tra i due e i sei anni. Ogni bambino può sentirsi coinvolto e riuscire gradatamente a fare i conti con le proprie emozioni, comprendendole fino in fondo, proponendo anche delle azioni concrete da mettere in atto. Non ha paura di affrontare temi delicati, come ad esempio quello della disabilità. Uno dei personaggi secondari infatti, la cugina del Principe Mercoledì, utilizza dei tutori alle gambe, con tanto di stampelle per potersi muovere. Il linguaggio utilizzato è sempre "politicamente corretto". Contribuisce inoltre alla spinta necessaria per il bimbo per allontanarsi relativamente dalla famiglia senza vivere alcun trauma, ottenendo qualche consiglio pratico sui metodi d'approccio col mondo esterno, analizzando le basi della socializzazione tra coetanei.

Daniel Tiger con la sua mamma
Daniel Tiger con la sua mamma

DANIEL TIGER - ESEMPI DI RITORNELLI POSITIVI

Tante le canzoncine proposte, in grado di entrare facilmente nella mente di piccoli e grandi. Se per gli adulti però si tratta di strofe scacciapensieri, per i bambini sono soprattutto delle guide. Ripetendo centinaia di volte questi concetti positivi, dovranno inevitabilmente attecchire.

Vita in casa: sottolinea l'importanza di rispettare l'ambiente che si sta lasciando, ordinato come lo si è trovato. Ciò vale per casa propria quanto per l'ambiente esterno. Si parla inoltre di igiene personale, oltre all'importanza di provare ad assaggiare il cibo prima di rifiutarlo a tavola.

Emozioni: ritrovarsi a gestire i primi momenti di tristezza può essere un'impresa per un bambino. A questi viene chiarito come, al di là del primo scoglio, tornerà di certo il sorriso. Questo non è uno stato perenne ed è bene che i bambini ne siano coscienti.

Dalla tristezza alla rabbia, contro la quale un consiglio classico può fare la differenza. Riuscire a contare fino a quattro può evitare l'uso di parole fuori luogo e anche delle mani.

ASILO: è forse una delle più importanti, dal momento che il passaggio dalla vita casalinga a quella scolastica è notoriamente tra i più delicati e a volte drammatici. In questo ritornello si precisa ai piccoli che i genitori torneranno a prenderli. Non c'è nulla da temere nell'asilo, che è anzi da vivere come un'avventura.

In conclusione si tratta di una serie animata davvero pregevole, ricca di contenuti e studiata fin nei minimi dettagli. Non esiste un'età minima per appassionarsi alle avventura di Daniel Tiger, dinanzi al quale è possibile condividere con i propri piccoli un momento di sano intrattenimento.

C'è una seria distanza rispetto ai programmi ipnotici in stile TeleTubbies, che fanno della ripetizione la propria arma migliore. In questo caso il ripetersi delle canzoni è utile a ribadire concetti istruttivi, non per far restare incollati i bambini alla televisione in modo passivo.

Il coinvolgimento del pubblico è costante e intrigante, aiutando anche i genitori a intervenire, ribadendo a volte le domande e i concetti espressi, allenando di conseguenza la reattività e il processo d'apprensione dei piccoli. Essere bambini non è sempre facile, dal momento che tutto risulta nuovo. Avere una guida dall'aspetto dolce come Daniel Tiger, è di certo utile.

Immagini di Daniel Tiger

Daniel Tiger e la sua amica Elaina
Daniel Tiger e la sua amica Elaina

 

Daniel Tiger e il gufo Gu
Daniel Tiger e il gufo Gu

 

Daniel Tiger e la gatta Caterina
Daniel Tiger e la gatta Caterina

Daniel Tiger e la maestra Erriet
Daniel Tiger e la maestra Erriet

 

 

 

Daniel Tiger e il principe mercoledì
Daniel Tiger e il principe Mercoledì

 

 

 

Daniel Tiger e il suo papà
Daniel Tiger e il suo papà

 

 

 

<<Precedente