Cartoni Online - Risorse su cartoni animati e fumetti
 HOME   VIDEO  
 PERSONAGGI 
  FILM    IMMAGINI    TV   GIOCHI   DOWNLOAD   MERCATINO 
 A   B   C   D   E   F   G   H   I   J   K   L   M   N   O   P   Q   R   S   T   U   V   W   X   Y   Z 
 Anime Manga   Anni 80   Bambini   Cartoons   Disney   Fumetti   Sigle  Supereroi
Cartoni animati e fumetti > Anime Manga > Shonen >

Digimon Fusion Battles

Digimon Fusion Battles
Digimon Fusion Battles
© Toei Animation

Si arricchisce di un nuovo capitolo la saga dei Digimon, i mostri digitali ideati dalla geniale mente di Akiyoshi Hongo nel 1999: è arrivato sui nostri schermi Digimon Fusion Battles (Digimon Xros Wars nella versione originale).

Questa serie, prodotta dalla Toei Animation nel 2010, è attualmente in onda su Rai Due, e si compone di 30 episodi ciascuno della durata di 23 minuti.

Digimon Fusion Battles rappresenta un gradito ritorno alle origini dell’epopea di Digiworld (ossia Digimon Adventure e Adventure 02) sia per lo stile dei disegni dell’anime, sia per la trama e i temi trattati. È un concentrato di azione ed effetti visivi spettacolari: elementi capaci di tenere incollati alla sedie qualunque spettatore.

Taiki Kudo - Digimon Fusion Battles
Taiki Kudo - Digimon Fusion Battles
© Toei Animation

Però c’è un elemento di novità che rappresenta, da solo, una svolta epocale in Digiworld: addio alla Digievoluzione, la tecnica grazie alla quale il digimon può passare a un nuovo stadio evolutivo che lo rende di volta in volta più forte, e benvenuta DigiXros, la fusione tra due o più digimon al fine di realizzare un nuovo digital monster dotato di tutte le caratteristiche dei suoi componenti. Questa fusione è resa possibile dai nuovi modelli di Digivice, ossia il Xros Loader.

Tornado alla trama, pur non essendo banale, si avvicina molto, negli intrecci, all’eterna contrapposizione tra il bene e il male, ma non mancano i colpi di scena.

Il protagonista, l’atletico tredicenne Taiki Kudo, un ragazzo capace di eccellere in qualsiasi sport essendo dotato di riflessi eccezionali, un giorno, tornando a casa dagli allenamenti di basket, sente in lontananza una melodia. Assieme a questa misteriosa musica, il ragazzo percepisce una flebile richiesta di aiuto: è la voce di Shoutmon, digimon rosso le cui fattezze ricordano quelle di una volpe robotica. Taiki risponde al disperato appello di Shoutmon e davanti al lui appare il Xros Loader, un dispositivo che lo catapulterà, assieme ai suoi amici Akari e Zenjiro, a Digiworld. Giunti nel mondo digitale, i ragazzi fanno la conoscenza di Shoutmon, difensore del Villaggio dei Sorrisi, paese pacifico che sta cercando di resistere ai terribili attacchi dell’esercito di Bagramon, un digimon angelo passato al servizio del male che vuole soggiogare tutto Digiworld (nella versione internazionale Bagramon è a capo del cosiddetto Impero di Bagra, ma nella versione italiana questa sfumatura della trama è colta solo parzialmente, sebbene sia ininfluente per il proseguo della vicenda).

Ballistamon - Digimon Fusion Battles
Ballistamon - Digimon Fusion Battles
© Toei Animation

I ragazzi e i loro nuovi amici digimon sono subito attaccati dall’esercito Bagra. Ballistamon, fortissimo digimon robotico che ha sulla testa un corno di scarabeo, Shoutmon e alcuni degli abitanti del villaggio combattono con valore, ma l’esercito di Bagra sembra avere la meglio. Quando tutto pare perduto, Taiki con il proprio corpo protegge uno Shoutmon ormai in balia degli avversari: è a quel punto che il Xros Loader si attiva e fa scattare una tecnica leggendaria, la DigiXros. Shoutmon e Bellistamon si fondono trasformandosi in un nuovo e potentissimo digimon, chiamato Shoutmon X2, che mette in fuga gli avversari. Taiki, però, non ha l’esperienza necessaria per realizzare una fusione duratura, ma Shoutmon capisce che questa, la digifusione, può essere comunque la carta vincente per sconfiggere Bagramon e cerca di convince Taiki a rimanere. Il tredicenne, però, vuole solo riportare a casa Akari e Zenjiro e non sembra interessato a partecipare alla guerra. Trascorsa la notte nel Villaggio dei Sorrisi, che si trova nella cosiddetta zona Verde di Digiworld, i tre lasciano il paese per mettersi alla ricerca di altri esseri umani presenti su Digiworld per avere informazioni su come tornare nel mondo reale. I tre però sono attaccati dall’esercito di Bagra. In loro aiuto accorrono i digimon del villaggio e, grazie a una nuova digifusione, anche stavolta i piani di Bagramon falliscono miseramente. È proprio a quel punto che Taiki, Akari e Zenjiro capiscono che devono aiutare gli abitanti del Villaggio dei Sorrisi.

Shoutmon X2 - Digimon Fusion Battles
Shoutmon X2 - Digimon Fusion Battles
© Toei Animation

Nasce così la Fusion Heart, squadra nata dall’unione dei tre ragazzi e i digimon del Villaggio dei Sorrisi. La Fusion Heart dovrà vedersela non solo con l’esercito di Bagra, ma anche con la Blue Flare e il Team Twilight, altri due gruppi composti da umani e mostri digitali. Tutti alla ricerca delle cosiddette Corone del Codice, 108 pezzi che, una volta assemblati, permettono al suo detentore di controllare completamente Digiworld.

I principali personaggi della serie sono:

Taiki Kudo – generale della Fusion Heart. Ragazzo atletico, geniale e anche sensibile: non rifiuta mai una richiesta di aiuto.

Shoutmon - il digimon centrale di Taiki. Vuole diventare re di Digiworld per garantire la pace su tutto il pianeta. Non è brillante e neanche particolarmente forte, ma è dotato di grande tenacia e forza di volontà.

Akari Hinamoto - Digimon Fusion Battles
Akari Hinamoto - Digimon Fusion Battles
© Toei Animation

Akari Hinamoto – la migliore amica di Taiki, nonché unica persona in grado di mettere pace tra lui e Zenjiro. Un anno più giovane del protagonista, ma si comporta come fosse la sorella maggiore di Taiki, la ragazza è il personaggio più equilibrato e positivo della sega. Il suo digimon di riferimento è Cutemon.

Zenjiro Tsurugi – comandante in seconda della Fusion Heart, è legato a Taiki, di cui è compagno di classe, da un sentimento contrastante: è certamente suo amico, ma anche un rivale, essendo i due spesso in competizione in ambito sportivo. Abilissimo nel kendo, l’arte giapponese di maneggiare la spada. Questa dote gli permetterà di usare la Spada Stellare, la lama realizzata attraverso la digifusione di Starmon e Ballistamon.

Kiraha Aonuma – ragazzo biondissimo, freddo, calcolatore e doppiogiochista: è il generale della Blue Flare e cerca le Corone del Codice per scopi personali. Quando Bagramon sarà vicinissimo alla vittoria, imparerà il valore dell’amicizia. Il suo digimon di riferimento, ossia il tirannosauro corrazzato Greymon, è uno dei mostri digitali più forti della serie, oltre a essere fedelissimo al suo comandante.

Zenjiro Tsurugi - Digimon Fusion Battles
Zenjiro Tsurugi - Digimon Fusion Battles
© Toei Animation

Nene Amano – ragazza dal passato misterioso, Nene è la leader del gruppo Twilight. La sua principale occupazione è reclutare forti guerrieri. Ha un fratello di nome Yuu, amante dei videogame, che ha uno strano ascendente su di lei. Il digimon centrale del Team Twilight è DarkKnightmon, robot a forma di cavaliere nero che impugna una enorme lancia. C’è una strana intesa tra DarkKnightmon e Bagramon. Intesa che complicherà non poco la vita a Taiki e ai digimon del Villaggio dei Sorrisi.

Bagramon – potentissimo digimon angelo che ha deciso di ribellarsi a Dio. Cerca le Corone del Codice per attivare il D5, il “giorno del giudizio definitivo” grazie al quale potrà trasformare Digiworld a suo piacimento.

Digimon Fusion Battle, in definitiva, è un gradito ritorno della saga di Digimon che sembrava essersi conclusa nel decennio scorso. Un ritorno alle origini, certo, ma con novità e intrecci molto godibili.

Digimon Fusion Battles è copyright © Toei Animation e degli aventi diritto. Le immagini vengono utilizzate esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.