Cartoni Online - Risorse su cartoni animati e fumetti
 HOME   VIDEO  
 PERSONAGGI 
  FILM    IMMAGINI    TV   GIOCHI   DOWNLOAD   MERCATINO 
 A   B   C   D   E   F   G   H   I   J   K   L   M   N   O   P   Q   R   S   T   U   V   W   X   Y   Z 
 Anime Manga   Anni 80   Bambini   Cartoons   Disney   Fumetti   Sigle  Supereroi
Cartoni animati e fumetti > Anime Manga > Anime Manga sportivi -

INAZUMA ELEVEN

La squadra di Inazuma Eleven
Nintendo, Level-5

La squadra delle meraviglie
Inazuma Eleven (titolo italiano "La squadra delle meraviglie) segna il ritorno nel piccolo schermo di una serie di cartoni animati dedicata al mondo del calcio.L'anime è stato trasmesso in Italia a partire dal 2011 prima sulla piattaforma a pagamento Sky e successivamente, a partire da giugno, su Rai 2, dove ogni mattina alle 8.45 avviene la messa in onda di un episodio della serie. Se gli anni 80 e 90 erano stati caratterizzati dalle gesta di Capitan Tsubasa (Holly e Benji) che tante generazioni ha fatto innamorare del pallone e se gli inizi degli anni 2000 hanno visto la nascita di un'altro anime molto spettacolare e decisamente più maturo del suo predecessore (seppure di poche puntate) quale Hungry Heart (La squadra del cuore), è con Inazuma Eleven che finalmente possiamo assistere nuovamente ad una saga calcistica che ha tutti i crismi per appassionare grandi e piccini e far tornare alla ribalta un genere che a causa del'eccessiva spettacolarizzazione odierna dei cartoni animati era finito un po' nel dimenticatoio. Di sicuro, anche a causa della natura dei protagonisti, il target predefinito verso il quale si rivolge quest'anime è quello pre-adolescenziale, ma chiunque abbia assistito ai sopracitati cartoni animati passati, sarà senza dubbio entusiasta di poter nuovamente emozionarsi davanti a nuove partite, nuovi tornei e nuove storie derivate dalla fresca erba verde di un campo da gioco.

Il videogioco di Inazuma Eleven
Sicuramente dopo aver letto le precedenti righe introduttive, molti di voi si staranno interrogando sull'origine di questo nuovo cartone animato giapponese, se pensate che sia la solita trasposizione televisiva di un manga siete assolutamente lontani dalla verità. Le origini dell'anime Inazuma Eleven sono racchiuse nell'omonimo videogioco RPG (gioco di ruolo) giapponese del 2008 sviluppato dalla Level-5, pubblicato dalla Nintendo per Nintendo DS ed arrivato sulle console italiane solo nel 2011. Il videogioco può essere considerato come un ibrido tra un gestionale ed un RPG: vi ritroverete ad ingaggiare dei giocatori e potenziarne le relative caratteristiche elementali per vincere le partite che andrete via via ad affrontare. Gli elementi fondamentali del titolo sono dunque la gestione della squadra, il sistema di crescita di ogni singolo personaggio e le partite affrontate. Un videogioco dunque quasi rivoluzionari per aver unito questi due generi al mondo del calcio. Il successo mondiale riscosso da tale videogioco per console ha ispirato in toto prima un manga, poi l'anime stesso ed addirittura alcuni lungometraggi cinematografici. Eccoci, finalmente è arrivato il momento di tuffarci a capofitto nella trama, nei personaggi e negli intrecci che hanno dato vita a "La squadra delle meraviglie". Per semplificare la lettura e la comprensione abbiamo deciso di denominare luoghi e persone con il corrispettivo nome occidentale, principalmente affinché possiate immediatamente riscontrare la denominazione di tali nomi e luoghi quando assisterete alla visione del cartone animato. Palla al centro, si comincia!

Mark Evans - Inazuma Eleven
Nintendo, Level-5

La storia di Inazuma Eleven
Protagonista della serie è il giovane ragazzino Mark Evans, studente della scuola media Raimon Juniori High e capitano dell'omonima squadra di calcio del suo istituto. Mark gioca come portiere, ruolo che in passato fu di suo nonno David. Il nonno di Mark era conosciuto come uno dei migliori numeri 1 di tutto il Giappone, prima di morire in circostanza sospette in un incidente tempo prima che Mark nascesse. Ad ogni modo David è una continua ispirazione per il nipote che oltre a possedere una sua foto in camera, con la quale si confida di tanto in tanto, custodisce gelosamente il quaderno con le lezioni speciali di calcio di suo nonno. Mark porta sempre con sé il quaderno ed è convinto che solo imparando ad eseguire perfettamente tutti gli allenamenti inventati dal suo parente, riuscirà a diventare un'imbattibile portiere. Tra gli allenamenti descritti nel quaderno, ne esiste uno molto caro a Mark: mettersi sopra le spalle un vecchio pneumatico e legarne un'altro ad un albero facendolo dondolare, l'allenamento verrà considerato riuscito quando Mark riuscirà a bloccare con le mani il pneumatico dondolante a forte velocità. Come detto prima, Mark è il capitano della squadra della sua scuola, ma sfortunatamente questa si compone di solo 7 membri (compreso lui), tutti amanti del calcio, ma sconsolati di fronte all'impossibilità di avere un campo per gli allenamenti e dalla bassa fama della squadra che rappresenta decisamente un deterrente per qualsiasi nuova recluta. Come se non bastasse molti dei giocatore della Raimon Junior High, sono a conoscenza che ben presto la squadra verrà smantellata. Mark, anche di fronte a queste difficoltà non si perde d'animo e cerca di spronare i propri compagni, ma non ottenendo nessuna risposta positiva decide di allenarsi prima da solo e poi in compagnia della sua amica Silvia che gestisce una squadra femminile di calcio composta da bambine delle elementari, la Inazuma Kids Fc. Durante una sessione d'allenamento delle ragazzine Mark viene attaccato da un gruppo di bulletti, ma improvvisamente fa la sua comparsa un misterioso ragazzo dai capelli d'argento che calciando un pallone in maniera estremamente precisa e potente costringe i cattivi alla fuga. Mark è sconcertato dalla bravura tecnica del ragazzo appena visto, ed entusiasta si presenta e gli chiede che scuola frequenti. Il misterioso ragazzo decide però di non rispondere e di andarsene. La mattina seguente con grande sorpresa di Mark, il ragazzo si presenta come nuovo studente della Raimon Junior High con il nome di Axel Blaze, ma il proposito di Mark di volerlo aggregare alla sua squadra di calcio viene fermato sul nascere da Axel, poiché il talentuoso ragazzo proveniente dalla Kirkwood Junior High (famosa per avere un ottima squadra di calcio), confessa a Mark la sua decisione prematura di non voler avere più niente a che fare col gioco del pallone. Nello stesso pomeriggio il preside della scuola media convoca Mark nel suo studio annunciandogli una grande notizia: la settimana seguente si sarebbe disputata una partita amichevole tra la Raimon Junior High e la squadra più forte del paese: la Royal Academy. La notizia manda in estasi il giovane capitano, se non fosse che una sconfitta decreterebbe l'immediato scioglimento della società calcistica per mancanza di fondi. Mark non si perde d'animo e bussando ad ogni porta andrà alla ricerca di nuovi giocatori da reclutare entro l'inizio della partita. Dopo vari rifiuti riuscirà a trovare i 4 giocatori per completare la squadra, ma tra questi non figura Axel, sempre deciso a mantenersi coerente con la sua decisione. Nel frattempo l'entusiasmo di Mark contagia i compagni che si dedicano insieme a lui agli allenamenti speciali prescritti da nonno David. Il giorno della partita arriva ed i giocatori della Royal Academy guidati da coach Ray Dark sono nettamente superiori ai giocatori della Raimon Junior High tanto da segnare una valanga di goal (20), ma con grande sorpresa dopo la fuga di William Glass (spocchioso numero 10) entra in campo Axel Blaze che in pochissimi istanti riesce a segnare un goal al fortissimo portiere avversario Joe King grazie alla sua speciale tecnica denominata tornado di fuoco. La Roy Academy si ritira dalla partita (pare che il loro intento fosse proprio quello di spingere Axel a giocare) e la Raimon Junior High vince a tavolino. La squadra è salva e finalmente al completo. Da questo momento in poi inizieranno le avventure di Mark e compagni alla conquista del campionato regionale della Football Frontier.

Gli autori e la produzione
Prima di procedere con la descrizione dei personaggi principali e della struttura della serie, ci soffermeremo sulle menti e le braccia che hanno dato vita a quest'anime. La reale "squadra delle meraviglie" è capitanata dal regista Katsuhito Akiyama che si è avvalso della consulenza di Yasuyuki Sagami e dell'aiuto di Yumi Kamakura. L'idea originale dell'anime è frutto della mente di Akihiro Izino e la stesura del soggetto è a cura della casa che ha sviluppato il videogioco per Nintendo DS, la Level-5 INC. Per quanto riguarda i personaggi, sono stati ideati da Takuzo Nagano, disegnati da Yuji Ikeda ed animati da Masahito Sawada sotto la supervisione del direttore Yuko Inoue. Gli sfondi animati sono a cura di Atsuhito Tomioka, sono stati realizzati dall'art director Chikara Nishikura e colorati da Koji Ohtsuki. Le musiche sono state realizzate da Yasunori Mitsuda ed il montaggio è stato reso possibile da Naoki Watanabe. Infine, la produzione televisiva del cartone animato è capeggiata dalla Tv Tokyo Corporation. Per quanto riguarda la versione televisiva italiana di Inazuma Eleven gli attori che hanno prestato la voce ai protagonisti sono: Lorenzo De Angelis (Mark Evans), Manuel Meli (Jude Sharp), Mirko Cannella (Jack Wallside), Veronica Puccio (Silvia Woods), Andrea Lavagnino (Kevin Dragonfly), Alessio Cigliano (Timmy Saunders), Paolo Marchese (Seymour Hillman) e Davide Garbolino per il co-protagonista Axel Blaze.

Axel Blaze - Inazuma Eleven
Nintendo, Level-5

I personaggi
Come promesso in precedenza, adesso ci soffermeremo prima sulla descrizione dei protagonisti con relativa caratterizzazione e successivamente su alcune delle squadre di calcio presenti nell'anime elencandone in breve le caratteristiche, Il successo di un prodotto televisivo che sia un anime, un film o una serie tv poco importa, è dato oltre che da un'intreccio coinvolgente, dalla caratterizzazione ottimale dei protagonisti. Il canonico postulato del gradimento televisivo recita infatti che più lo spettatore si affeziona e si identifica con i protagonisti, più sarà incollato allo schermo, più ne parlerà ad altre persone e più sarà parte fondamentale del successo ottenuto dalla serie. Descriviamo dunque i protagonisti di Inazuma Eleven. Il ruolo principale è rivestito come detto in precedenza da Mark Evans, Mark è un ragazzino solare e generoso che non si arrende di fronte a nulla, la sua personalità corrisponde in pieno al ruolo di leader, infatti spesso e volentieri si assume la responsabilità degli esiti delle partite della sua squadra nel bene o nel male. Il capitano della Raimon Junior High è dotato di enorme forza di volontà ed è senza dubbio un punto di riferimento per tutti i compagni sia dentro che fuori dal rettangolo di gioco. Proprio il suo nome originale "Mamoru", in giapponese possiede il significato di proteggere, una scelta più che azzeccata per il numero 1 (in tutti i sensi) di questa produzione giapponese. Il co-protagonista Axel Blaze è il personaggio più enigmatico della serie, come si evince già dalla prima puntata. Non spiegheremo in queste righe i motivi del suo allontanamento dal mondo del calcio, ma sappiate che la storia di Axel è tutt'altro che "leggera". Axel indossa la maglia numero 10, che come sicuramente saprete è indossata dal calciatore dotato di maggior forza, estro e fantasia di una squadra, Axel infatti è il valore aggiunto della Raimon Junior High e grazie alle sue tecniche devastante riuscirà a portare la sua squadra alla vittoria in più di un occasione. Jack Wallside è il personaggio più buffo della serie, un difensore che sembra la fusione tra Bruce Harper e Bob Denver di Holly e Benji. La sua mole lo rende il difensore più potente della squadra, ma è tanto coraggioso e determinato in campo quanto fifone ed impacciato nella vita di tutti i giorni. Nathan Swift è il terzino della Raimon Junior High, inizialmente facente parte della squadra d'atletica della sua scuola viene convinto da Mark a dedicarsi esclusivamente al calcio. Nathan in alcuni momenti della serie potrebbe suscitare delle antipatie da parte dei telespettatori per il suo carattere risoluto ed il suo spropositato orgoglio, creerà infatti non pochi problemi alla sua squadra. Tod Ironside è un piccolo ed agile difensore con i dentoni e una lunga coda in testa, è abilissimo nel dribbling e la sua velocità gli permette dei recuperi eccezionali ai danni degli avversari. Fuori dal campo Tod non gode di grandi consensi ed è spesso messo ai margini delle decisioni importanti. Kevin Dragonfly è l'attaccante che vanta maggiori presenze nella Raimon Junior High, ma la vita per lui si è complicata con l'arrivo in squadra di Axel Blaze. Kevin si ritrova infatti a dover competere con lo straordinario talento del ragazzo coi capelli d'argento e fatica a ritagliarsi un ruolo di protagonista all'interno del team. Dopo varie vicissitudini però diventa un grande amico di Axel ed un partner d'attacco di sicuro affidamento. Maxwell Carson è lo strano personaggio che vediamo prima della partita inaugurale della serie tra la Royal Academy e la Raimon Junior High, la sua peculiarità è quella di indossare un buffo copricapo durante le partite, è nel mondo del calcio da poco, ma ha tanta voglia di imparare ed il suo carattere disponibile gli sarà molto utile al suo scopo. Silvia Woods è la manager della Raimon Junior High, solare e disponibile offre sempre il suo contributo quando si tratta di tirare su gli animi dei giocatori, come si può ipotizzare già dalle prime puntate Silvia ha un debole per Mark e questo piccolo intreccio sentimentale è senz'altro un valore aggiunto portato alla serie. Ray Dark, l'allenatore della Royal Academy, è il cattivo di turno, anche se il termine cattivo rappresenta in gran parte un eufemismo. Ray è altamente egocentrico, non sopporta la sconfitta ed intraprende azioni decisamente malvagie contro i suoi avversari. Il suo background è ricco di spunti interessanti, pare infatti che abbia a che fare con la scomparsa di David Evans, ovvero il nonno di Mark. Nella nostra enumerazione dei personaggi principali, abbiamo volutamente omesso alcuni tratti caratteriali derivati da eventi dei quali spetterà a voi venirne a conoscenza con lo scorrere degli episodi. Per la stessa ragione, ovvero per non rovinarvi il piacere della visione, ci siamo limitati a fornire solo i personaggi che compaiono nel cartone animato sin da subito, ma vi assicuriamo che i protagonisti moltiplicheranno di numero parallelamente all'avanzare degli episodi.

Le squadre di Inazuma Eleven
Nei primi episodi del cartone animato le squadre da tener presente sono fondamentalmente 3: la Raimon Junior High, la Royal Academy e la temutissima e fortissima Zeus. Col passare delle puntate i nostri protagonisti dovranno vedersela prima con squadre regionali, poi con quelle nazionali ed infine con squadre di livello mondiale ed è a proposito di queste che vogliamo elencarvene alcune, trattandosi delle più interessanti in assoluto. Le principali squadre mondiali che affronteranno i nostri eroi saranno: Knights of Queen (Inghilterra), The Empire (Argentina), Fire Dragon (Corea del Sud), Unicorn (USA), Big Waves (Australia), Red Matador (Spagna) e naturalmente la Orpheus (Italia). L'Inghilterra è capitanata da numero 10 attaccante Edgar Partinus e si avvale di due tecniche speciali: Lancia invincibile e Cavalieri invincibili. L'Argentina è capitanata dal difensore numero 2 Tiago Torres e si avvale della tattica denominata trappola mortale del formicaleone delle Ande. La Corea del Sud è guidata dal capitano centrocampista numero 7 Chan Su-Che e possiede la tattica ultima in fatto di pressing, la zona di pressione perfetta. Gli USA sono capitananti dal centrocampista con la maglia numero 9 Mark Kruger e la loro tattica micidiale è il tuono roboante. L'Australia è capitanata dal regista con la maglia numero 9 Nice Dolphin e la tattica del bunker asfissiante è la loro arma letale. La Spagna ha come capitano il difensore numero 5 Victor Garcia e la loro tattica migliore è il colpo di fionda. L'Italia è capitanata da Christopher Nicols, centrocampista con la maglia numero 7, curioso come il nome giapponese del capitano italiano sia Hidetoshi Nakata, celebre giocatore giapponese ad aver conquistato lo scudetto con la maglia della Roma. Molti nomi della squadra della Orpheus sono riconducibili ai giocatori reali della nostra nazionale: il portiere Gigi Blasi (Gianluigi Buffon), il mediano Anton Gattuso (Gennaro Gattuso), il difensore Marco Maseratti (Marco Materazzi) ed il centrocampista offensivo Gianluca Zanardi (Gianluca Zambrotta).

Struttura degli episodi di Inazuma Eleven
Parliamo ora di come sono strutturati gli episodio di questo cartone animato giapponese. La saga di Inazuma Eleven prevede 127 episodi divisi in 3 serie. Nella prima serie verranno messi in onda gli episodi dall'1 al 26, nella seconda dal 27 al 65 e nella terza dal 66 al 127. Ogni serie sarà rappresentata da un canovaccio fondamentale che andiamo subito ad illustrare. La prima serie di Inazuma Eleven è interamente dedicata alla costruzione della squadra della Raimon Junior High in funzione della partecipazione al campionato della Footall Frontier. In questa serie potremo assistere alle vicende del passato di alcuni protagonisti (Axel su tutti) e alle partite che affronteranno Mark e compagni in cerca del trionfo finale. La seconda serie è incentrata sulla minaccia aliena portata dall' Alius Academy, una società di calcio composta da alieni intergalattici determinata a distruggere la terra attraverso le sue filiali calcistiche sparse per il mondo. L'ultima serie è un capolavoro assoluto: Mark ed altri giocatori verranno selezionati per partecipare alla Football Frontier International, il campionato calcistico più prestigioso a livello mondiale. In quest'ultima serie la rappresentativa guidata dal giovane Evans affronterà le squadre più forti del panorama calcistico internazionale: Australia, Usa, Spagna, Inghilterra, Italia e molte altre. Obiettivo della selezione giapponese è ottenere il titolo di campione del mondo, ci riusciranno?

Giudizio critico
Terminata la disamina di tutte le caratteristiche tecniche e non di Inazuma Eleven, un anime made in oriente è giusto chiedersi se la sua visione ne valga la pena. La risposta più semplice ed immediata che ci sentiamo di fornirvi è si! Come detto nelle precedenti righe introduttive, non è facile vedere in televisione prodotti animati dotati di una tale complessità narrativa e spettacolarità d'azione. Considerati i tempi in cui ci troviamo, dove gli effetti speciali dominano incontrastati in settori quali il cinema, i videogiochi e naturalmente anche i cartoni animati, Inazuma Eleven si propone di essere il giusto compromesso tra la voglia di spettacolarità e quella emozionale dei telespettatori. Le eccezionali e talvolta bizzarre evoluzioni dei giocatori potrebbero far storcere il naso ai puristi del genere, ma la cura con cui sono state realizzate, per non parlare della straordinaria inventiva degli autori visto il numero presente, è assolutamente meritevole di lode. I disegni col passare degli episodi crescono di complessità ed originalità e le animazioni sono tutte tecnicamente perfette (poco importa se inverosimili, trattasi sempre di un cartone animato). Le partite sono sempre molto avvincenti e non si dilungano mai per molti episodi, grande merito degli sceneggiatori che non limitano una serie a pochi incontri. Spettacolarità a parte è la trama di Inazuma Eleven a renderlo speciale, la storia di Mark e di suo nonno, quella di Axel, quella dell'invasione aliena e del campionato mondiale sono estremamente complesse, divertenti, avvincenti ed emozionanti. Bellissimi gli intrecci che si vengono a creare tra i protagonisti, tra storie d'amore, di vendetta, di amicizia e di gloria. A proposito di storie d'amore, quella tra Mark e Silvia non è di semplice contorno, ma regalerà emozioni ai telespettatori nei momenti meno aspettati e chissà che ciò non servi da incentivo per la visione al pubblico femminile, certamente distante dalla visione di un anime incentrato su uno sport solitamente maschile come il calcio. Un 'altro grande pregio di quest'anime è il numero elevato dei protagonisti, più protagonisti significa più storie da raccontare e teniamo tantissimo a sottolineare che questo è si un cartone animato dedicato al calcio, ma è anche un anime di tutto rispetto sotto il punto di vista dello sviluppo della storia fuori dal campo da gioco. Ogni personaggio è testimone vivente di un diverso tipo di carattere e comportamento, pochi anime possono vantare una caratterizzazione così ben delineata dei personaggi che rappresentano il cuore della vicenda. In definitiva il merito più grande che si cela dietro l'enorme mole di lavoro dei realizzatori di Inazuma Eleven, è quello di non aver tralasciato alcun aspetto nello sviluppo dell'anime, tutti gli elementi principali su cui si fonda un cartone animato (disegni, storia, divertimento, azione, musiche, sentimenti personali...) sono curati in ogni piccola sfaccettatura. Per tutti questi motivi ci sentiamo di esprimere i nostri elogi per questo cartone animato della nuova era dell'animazione e se fossimo costretti a dare un voto complessivo, questo sarebbe di sicuro un voto di molto superiore alla sufficienza.

Conclusioni
Consigliamo dunque la visione di Inazuma Eleven ad un pubblico appassionato di calcio, per cui però il calcio stesso non è tutto. L'anime è rivolto ad un pubblico abbastanza maturo da poter comprendere le storie, alle volte anche tragiche, che si celano dietro il vissuto dei protagonisti, per poterne così apprezzare totalmente il loro riscatto al momento della vittoria. Ciò nonostante potrete assistere a questo cartone animato non dando troppo peso alla trama, in alcuni momenti di difficile comprensione, godendovi liberamente una fantascientifica partita di calcio o l'ironia che gli autori hanno conferito ad alcuni comportamenti e parole dei personaggi protagonisti. Vi garantiamo che una volta terminata la visione almeno dei primi 5 episodi non riuscirete più a non seguire quest'anime, sia per la vostra voglia di calcio, sia per saperne sempre di più sul passato dei protagonisti. E' arrivato il momento di scendere in campo affianco al capitano Mark Evans e di assistere forse al miglior anime mai creato sul mondo del calcio. 1 a 0 palla al centro, buona visione.

Fonte: www.cartonionline.com

Tutti i nomi, immagini e marchi registrati di Inazuma Eleven sono di copyright © Nintendo, Level-5 e vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.

Titoli degli episodi di Inazuma Eleven
Prima serie

01 - La squadra prende forma
02 - Una partita difficile
03 - Il tiro di Kevin
04 - Raimon contro Occult
05 - Il segreto della Inazuma Eleven
06 - Sfida alla Wild Junior High
07 - Sfida contro i cyborg
08 - Gli invincibili Cyborg
09 - Il segreto degli Otaku
10 - Sabotaggio
11 - Un nuovo allenatore per Raimon
12 - La trappola
13 - La finale
14 - La leggendaria Inazuma Eleven
15 - Comincia il campionato
16 - Il football frontier
17 - Un nuovo arrivo
18 - Il debutto di Jude
19 - Il ritorno di Erik
20 - Il triangolo Z
21 - La semifinale
22 - Una tecnica segreta
23 - La nuova tecnica di Mark
24 - La squadra va in ritiro
25 - La grande sfida
26 - La grande partita

Seconda serie

27 - Arrivano gli alieni
28 - Il ritorno della Raimon
29 - Raimon contro Secret Service
30 - Voglia di Riscatto
31 - Alla ricerca del leggendario centravanti
32 - Il lupo dei ghiacci
33 - Un nuovo tipo di allenamento!
34 - La riscossa della Raimon!
35 - Arriva la Epsilon
36 - Forza nascosta
37 - La tecnica proibita
38 - La tecnica proibita (seconda parte)
39 - La grinta di Kevin
40 - Le ragazze della tripla "C"
41 - Un allenamento straordinario
42 - La forza di una squadra
43 - La tecnica finale segreta del nonno
44 - Un'altra mano del colosso
45 - Doppia personalità
46 - La crisi di Mark
47 - Il ragazzo venuto dal mare
48 - Bober di Fuoco
49 - Una questione di ritmo
50 - Il pugno di giustizia
51 - La Epsilon Plus
52 - Il ritorno di Axel
53 - Una nuova partita
54 - Un nuovo compagno di squadra
55 - Un nuovo ruolo per Mark
56 - Ritorno alla Royal Accademy
57 - Una squadra eccezionale! La chaos!
58 - Una rivelazione inattesa
59 - Al monte Fuji
60 - La pietra di Alius
61 - Il ritorno di Shawn
62 - Il potere dell'amicizia
63 - Una nuova minaccia
64 - Raimon contro Raimon
65 - Un vero capitano

Terza serie

68 - La partita decisiva
69 - La partita per la nazionale
70 - L'allenatore misterioso
71 - La partita inaugurale!
72 - L'esordio di Austin
73 - Il segreto di Austin
74 - È ora di svegliarsi Austin
75 - Un duro confronto tra Mark e Archer!
76 - Gli avversari più duri
77 - La partita più importante
78 - Il segreto di Cammy
79 - La determinazione di Goenji!
80 - L'ultima partita
81 - I più forti dell'Asia! I Fire Dragon!!
82 - La tattica perfetta! La Perfect Zone Press!!
83 - In piedi, capitano!
84 - Conquistiamolo! Il biglietto per il mondo!!
85 - È arrivato! Il torneo mondiale!!
86 - Shock! Questo è il livello mondiale!!
87 - I cavalieri inglesi! I Knights of Queen!!
88 - Finita! La mia personale tecnica micidiale!!
89 - Supererò la Mano Insuperabile!
90 - La maledizione della Royal! Prima parte!!
91 - La maledizione della Royal! Seconda parte!!
92 - La Paura! Di nuovo la "Via del demone" di una persona!!
93 - Lo scontro più potente! Penguin VS Penguin!!
94 - La fortezza che blocca la via
95 - Situazione disperata! L'Inazuma Japan sconfitta?!
96 - Il segreto di Camelia
97 - Eric! Il calcio d'inizio finale!!
98 - L'amicizia con tutto il cuore! Eric VS Mark!!
99 - La determinazione della fenice!
100 - Miracolo! L’incontro con un kappa?!
101 - Scontro! Tigre e aquila!!
102 - La memoria ritorna! La verità di Camelia!!
103 - Alla fine battaglia decisiva! La determinazione di Paolo!!
104 - Le tattiche più forti! Catenaccio Counter!!
105 - Lotta feroce! Mark VS Paolo!!
106 - Battaglia finale! Ray Dark!!
107 - L'ultimo quaderno del nonno!
108 - La leggenda dell'isola Liocott!
109 - Gli Apostoli del Cielo!
110 - L'Armata Infernale Z!
111 - L'ascesa del diavolo! Dark Angels!!
112 - L'oscurita della The Kingdom!
113 - Il piano di Garshield!
114 - Inazuma Japan VS The Kingdom
115 - Il contrattacco del regno del calcio!
116 - Incredibile! Little Gigant!!
117 - Attacco! L'uomo finale che si rafforza!!
118 - Il terrificante Team Garshield!
119 - Il più forte rivale!
120 - Il grande allenamento intensivo dell’amicizia di Paolo!
121 - Verso il numero uno del mondo! 11 parole!!
122 - La battaglia finale dell'Inazuma Japan!
123 - Confronto decisivo!! Little Gigant - Prima parte
124 - Confronto decisivo!! Little Gigant - Seconda parte
125 - Finalmente la conclusione! Numero uno del mondo!!
126 - Cerimonia di diploma lacrimosa!
127 - Il calcio d'inizio verso il domani!

Altre risorse su Inazuma Eleven
Le immagini di Inazuma Eleven

<< Precedente