Cartoni animati e fumetti > Personaggi cartoons -

Princess Lillifee

Princess Lillifee
Princess Lillifee
Monika Finsterbusch
Titolo originale: Prinzessin Lillifee und das kleine Einhorn
Personaggi:
Lillifee, Rosalie, Clara, Iwan, Cindy, Carlos, Pupsi, Crunch, Prinz Tau, Prinz Eis, Fabian, Fabians Mutter
Autore: Gabriele Walther
Produzione: V&S Entertainment Ltd.
Regia: Ansgar Niebuhr, Hubert Weilandr
Nazione: Germania
Anno: 1 settembre 2011
Trasmesso in italia: 20 ottobre 2011
Genere: Fantasy
Episodi:
Durata: 72 minuti
Età consigliata: Bambini dai 0 ai 5 anni

Sono tante le bambine che in tutte le epoche, hanno sognato di diventare delle splendide principesse. Ecco perché non stupisce il successo della nuova serie tv di animazione per bambini trasmessa da Rai Due a partire dallo scorso 20 ottobre, dal titolo “Princess Lillifee”.
La serie tv di animazione è datata 2011 ed è di produzione tedesca.
Si tratta di una stagione che comprende un numero di 26 episodi, tutti della durata di undici minuti l'uno, e va in onda su Rai Due a partire dal 3 novembre 2012 durante il weekend, il sabato e la domenica, dopo l’episodio de "l’Albero Azzurro" durante la tranche di Cartoon Flakes Week-end, alle ore 7,15 di mattina. Il personaggio della Principessa Lilifee è nato da una serie di libri per ragazzi dell’autrice Monika Finsterbusch. Dato il successo delle delicate storie scritte dalla Finsterbisch, il passo dalla carta stampata alla tv è stato davvero breve.

Il cartone animato ha come protagonista la piccola Princess Lillifee, una giovanissima fatina dai capelli dorati che vive nel magico regno di Pinkovia, in un mondo incantato tutto tinte pastello in cui predomina il rosa, come è desumibile dal nome. I capelli corti biondo oro, un po’ sbarazzini, le piccole ali sottili e tondeggianti, la leggerezza con cui la piccola fata si libra in volo, una coroncina celeste in testa e un abitino del suo colore preferito, il rosa, tutti questi sono i tratti distintivi della piccola Princess Lilifee, che non si separa mai dalla sua magica bacchetta magica colorata di fucsia con la punta a forma di stella. Oltre alla giovane principessa, nel regno fatato di Pinkovia ci sono molti personaggi interessanti ai quali i bambini si sono affezionati e in compagnia dei quali la piccola protagonista, vive le sue magiche avventure per i boschi e nei pressi del meraviglioso Castello dei Fiori. Ad esempio c’è l’unicorno Rosalie, personaggio magico che non poteva mancare in una fiaba che si rispetti, il goloso e simpatico maialino Pupsi, un fantastico maialino tutto rosa, il delfino Crissy, un animale dolce e molto intelligente che vive nei mari intonro al regno, le topoline gemelle Cindy e Clara, infaticabili lavoratrici che operano nel castello dei fiori di Lillifee, sempre pronte e sempre disponibili in caso qualcuno avesse bisogno d’aiuto e ancora Henry, un coniglio marrone curioso e ficcanaso che interferisce ovunque e sa tutto di tutti. Troviamo anche un'orso Bruno, un po' pauroso e maldestro, la coccinella Oskar, insicura e spaventata anche se si porta sempre dietro la sua casa che la protegge, il ricco Ivan, che è dotato di ben 5.220 spine ed è sempre simpatico e fa divertire i suoi amici, e Bella una piccola fata farfalla.

Princess Lillifee
Princess Lillifee
Monika Finsterbusch

Durante le sue meravigliose avventure nel magico regno di Pinkovia, Lillifee si ritrova spesso a fare amicizia con nuovi personaggi e ad affrontare sfide e momenti emozionanti, come ad esempio nell’episodio appassionante in cui si è ritrovata faccia a faccia con un cucciolo di drago spunta fuoco, oppure nell'episodio in cui è stata alle prese con il flauto maledetto, un flauto magico dotato di poteri misteriosi, oppure ancora nella magica e divertente storia di Carlos la Rana, che viene rapito dalla Regina del Lago per essere baciato, e ancora l'avventura in cui la magica stellina Starlite cade dal cielo sulla terra e deve chiedere aiuto alla piccola principessa e ai suoi amici per cercare di ritornare in cielo da dove era cominciato il suo viaggio.

Dal successo della serie di libri illustrati, prima ancora della serie tv di animazione, sono nati anche due film e un musical che ha girato diversi teatri soprattutto in Germania, tutti ancora inediti in Italia. Ecco in breve un accenno alla trama dei due film.

Nel primo dei due film, quello del 2009, viene presentato il regno di Pinkovia, e pare che stia succedendo qualcosa di molto strano. Le fate fanno scherzetti a tutti e i folletti e le sirene sono stanchi e la tensione regna. E così la piccola principessa Lillifee sa che sarà compito suo far ritornare l’armonia nel regno e far si che tutti ritornino di nuovo amici. Dopo l'incredibile successo del primo film della seria, una seconda ed emozionante avventura è stata girata, diretta da Ansgar Niebhur, lo stesso regista che ha diretto il primo lungometraggio della serie. La sceneggiatura è stata scritta da Mark Slater, Rachel Murrell e Gabriele M. Walther basandosi direttamente sui libri della scrittrice Monika Finsterbusch, e la produzione è stata affidata nelle mani della Caligari Film e WunderWerk.

Nel secondo lungometraggio, uscito in Germania nel 2011, siamo ancora nel regno di Pinkovia, e un giorno, la principessa Lilifee e il suo gruppetto di amici si stanno godendo una splendida giornata di sole, quando la piccola fatina si addormenta. Immersa in uno splendido sogno, Lilifee immagina di vedere Rosalie l’unicorno, che le chiede e la implora di prendersi cura del suo cucciolo Lucy. Quando Lillifee si sveglia, è enorme la sua sorpresa nello scoprire che la piccola Lucy è comparsa magicamente accanto a lei, su un letto di fagioli, lasciando il mondo incantato dei sogni. Tutti sono emozionati, finalmente possono toccare il piccolo unicorno, il cui corno pare che porti molta fortuna, e che toccandolo ogni desiderio si possa magicamente realizzare. Solo la principessa Lillifee è preoccupata: e Rosalie? Che ne è stato di lei? Come farà senza la sua piccola Lucy? E così Lillifee decide di imbarcarsi nella missione di riportare la piccola nuova arrivata alla sua mamma. Per trovare Rosalie, Lillifee si reca nella terra vicina di Bluetopia, dove si spera che la piccola Lucy possa riabbracciare la sua mamma, in compagnia dei suoi amici. Ma il gruppetto fa una terribile scoperta a Bluetopia: una maledizione si è riversata sul regno e nel bel mezzo dell’estate un freddo gelido ha congelato il paese. Tutto, case e strade, è ricoperto di ghiaccio e neve. Solo i magici poteri dell’unicorno possono essere capaci di sciogliere il ghiaccio. Ma Lucy è ancora troppo piccola per usare i suoi poteri nel modo giusto, e così non riesce ad avverare i desideri facilmente. La principessa Lillifee capisce che l’unica speranza per Bluetopia e per la piccola unicorno è quella di ritrovare i suoi genitori in modo tale da riuscire a liberare il paese dalla tremenda maledizione del ghiaccio.

Princess Lillifee
Princess Lillifee
Monika Finsterbusch

Il successo della serie della Principessina Lillifee è dato dal fatto che la storia unisce i racconti tradizionali e arcaici delle fate in un contesto dai colori pastello, dove vengono narrate storie per bambine di amicizia e di azione all'insegna del puro divertimento. Non manca l'ironia di fondo che caratterizza più o meno tutti i lavori per l'infanzia usciti negli ultimi anni (se si pensa ad esempio alla rana che viene rapita dalla Regina, si capisce di che tipo di ironia si parla, un'ironia che quindi gioca con gli stereotipi fiabeschi sovvertendoli ad una diversa e divertente interpretazione).

A rendere le storie della piccola principessa Lillifee così appassionanti è la splendida cura per i dettagli di immagine. I quadri sono tutti resi con incredibile attenzione e dettaglio, i colori semplici e puliti catturano lo sguardo e sortiscono un effetto di incanto sullo spettatore, e le storie raccontate, con piglio fresco e con una delicatezza senza fine, hanno il potere di rapire chi guarda, trasportandolo nel mondo fatato della principessa e dei suoi amici.

Uno dei migliori cartoni animati per bambine degli ultimi anni, pulito e affascinante, e inoltre un bel punto di incontro tra l'animazione educativa e portatrice di valori etici e il divertimento e lo svago di un bel programma televisivo. Per quanto riguarda i numeri ottenuti dalla principessina, oltre 1,7 milioni di libri della serie Finsterbusch sono stati venduti in tutto il mondo, e a vedere i film e anche il musical tratto dalla serie sono stati oltre 1 milione di spettatori. Questo successo planetario di pubblico attesta che non solo la principessina Lillifee è un personaggio ben riuscito e le sue storie sono ben congeniate e scritte, ma anche che il sogno di un futuro da principessa non è affatto anacronistico, bensì è un desiderio che ancora affolla l'immaginario delle bambine di tutto il mondo.
Dalle storie della principessina è stato tratto anche del materiale di merchandising, per accontentare le bambine appassionate del personaggio della piccola principessa fatina.

<<Precedente

Princess Lillifee copyright Monika Finsterbusch e degli aventi diritto. vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.