Cartoni animati e fumetti > Personaggi fumetti > Il Corriere dei Piccoli -

SOR PAMPURIO


Sor Pampurio

Titolo originale: Il signor Bonaventura
Personaggi:
Sor Pampurio, la moglie Pampuria, Figlio
Autore: Carlo Bisi
Editori: Corriere dei piccoli

Nazione: Italia
Anno
: 1929
Genere: Fumetto umoristico
Età consigliata: Ragazzi dai 6 ai 12 anni

Sor Pampurio è uno dei personaggi storici del fumetto italiano, pubblicato a cadenza settimanale nelle pagine del Corriere dei Piccoli dal 1929 al 1941 ad opera dell'illustratore Carlo Bisi.
Come per altri personaggi anche le storie di Sor Pampurio sono prive dei classici baloon e le scritte sono inserite nei riquadri sotto l'illustrazione, in perfetta rima baciata con strofe di due versi.
La filastrocca inizia sempre con la frase di rito “Sor Pampurio è arcicontento del suo nuovo appartamento...” e infatti la caratteristica di questo bizzarro personaggio è quella di cambiare continuamente abitazione, perché sempre insoddisfatto. Dopo una serie di vicissitudini insopportabili che coinvolgono a turno sua moglie Pampuria, suo figlio, il gatto, il canarino e la domestica, alla fine di ogni storia il Sor Pampurio è sempre costretto a traslocare, con la speranza di trovare quella pace domestica che non arriva mai. La storia si conclude quindi con la classica frase “...e decide arciscontento di cambiare appartamento.”

Sor Pampurio è un personaggio caratterizzato in modo inconfondibile con un pizzetto sul mento e un cappello a cilindro, che nasconde la sua testa calva, incorniciata da due tonde matasse di capelli. Inoltre indossa un enorme papillon rosso, una palandrana blu e un paio di scarpe con le punte ricurve verso l'alto. Sor Pampurio rappresenta il piccolo borghese degli anni venti, quando nella nostra società iniziavano ad affacciarsi le piccole manie e nevrosi dettate dal consumismo. In realtà non si conosce la professione che esercitava il Sor Pampurio, ma è chiaro che si trattava di un tipo alquanto esigente, che mal sopportava ogni minimo problema che riguardava la sua sfera abitativa.
Le cause potevano essere le più svariate come i rumori dei vicini di casa, lo smog delle auto, l'arrivo della suocera o qualche problema di condominio, fatto sta che dall'entusiasmo per la sua nuova dimora passava all'ira furibonda, in men che non si dica.

Nella tavola pubblicata il 22 novembre del 1931, troviamo Sor Pampurio arcicontento per la sua nuova dimora, che promette di non dover più traslocare. Poco distante dalla sua abitazione vi è un cinema che reclamizza i film degli attori del momento: Greta Garbo, Charlie Chaplin, John Gilbert e tanti altri. Questo distrae la domestica, che tutte le mattine passa li vicino per fare la spesa. I suoi continui ritardi, mandano su tutte le furie la signora Pampuria, che quindi costringe suo marito a cambiare casa, possibilmente non in prossimità di un cinema.
Stesso problema legato al cinematografo lo affronta quando si reca con suo figlio a vedere un film di Tarzan. Quando ritorna casa, lo scatenato bambino vuole rivivere le gesta del suo eroe preferito e così, mette a soqquadro la casa arrampicandosi dappertutto. Anche stavolta a Sor Pampurio non resta che cercare un nuovo appartamento.

In un altra vicenda troviamo il Sor Pampurio e la sua famiglia, felici per essersi trasferiti in un condominio dotato di ascensore. Questa novità giunge alle orecchie di suo zio Calcagna, che viene dalla campagna e vuole sperimentare queste novità cittadine. Purtroppo mentre salgono, l'ascensore si blocca e dopo essere stati liberati dai tecnici, sono costretti a salire a piedi per ben 106 gradini.
Zio Calcagna non perde occasione per ironizzare sulle case di città e per questo motivo, Sor Pampurio decide di cambiare appartamento, per averne uno possibilmente senza ascensore.

Dopo aver conferito il diploma presso l'Accademia delle Belle Arti di Parma, Carlo Bisi aderì alla corrente artistica del Futurismo. Distintosi anche come ottimo caricaturista, il suo disegno si rifà allo stile decò tipico degli anni venti. Come illustratore ha lavorato per le più importanti case editrici come Utet, Garzanti e Sonzogno, cimentandosi nei classici della letteratura per ragazzi come David Copperfield e Pinocchio.

Sor Pampurio e tutti i nomi, immagini e marchi registrati sono Copyright © Corriere dei Piccoli e Carlo Bisi e vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.