Cartoni animati e fumetti > Supereroi -

THUNDERCATS

Thundercats

Titolo originale: Thundercats
Autore:
Rankin/Bass, Ted Wolf
Personaggi:
Lion-O, Panthro, Cheetara, Tygra, Wiley Kit e Wiley Kat, Snarfer e Snarf, Jaga, Mumm-Ra
Produzione: Rankin/Bass
Regia: Katsuhito Akiyama, Arthur Rankin, Jr., Jules Bass
Nazione: Stati Uniti
Anno: 23 gennaio 1985
Trasmesso in italia: 1986
Genere: Fantasy
Episodi: 130
Durata: 22 minuti
Età consigliata: Ragazzi dai 6 ai 12 anni

I cartoni animati dei Thundercats furono trasmessi per la prima volta su Rai Due dal 1985 al 1990. Prodotta dall'americana Rankin-Bass Productions, in collaborazione con la Pacific Animation Corporation, la serie è composta da 130 episodi ciascuno di 22 minuti e si ispira ad una serie di giocattoli fantasy, aventi come protagonisti dei guerrieri dall'aspetto simile a dei felini antropomorfi.

La storia ha inizio con la distruzione della sede dei ThunderCats, che risiede nel lontano pianeta di Thundera. La squadra dei ThunderCats a bordo dell'astronave Thunderians, si riunisce per difendere il loro unico erede Lion-O, un ragazzo di dodici anni e di svelargli i segreti dell’Occhio di Thundera, incastonato nell’elsa della mitica spada della veggenza. ThundercatsIl possesso dell’Occhio di Thundera è bramato anche dai perfidi mutanti, uniti in una diabolica alleanza a Mum-Raa, il nero sacerdote senza età della prima terra, acerrimo nemico e persecutore dei Thundercats. Durante una battaglia la loro astronave viene gravemente danneggiata, pertanto decidono di dirigersi, verso il sistema solare più vicino ed ospitale e comandati dal saggio Jaga, arrivano sulla terza terra. Qui Jaga muore per via della sua età e degli sforzi per il lungo viaggio, tuttavia ricomparirà sotto forma di spirito, guidando Lion-O con i suoi preziosi insegnamenti. Lo stesso Lion -O, quando scende dall'astronave, non è più un ragazzo di 12 anni, ma un uomo di circa trent'anni, leader del gruppo. Nonostante la sua forza e la sua agilità, non ha ancora molta esperienza, cosa che acquisterà nel corso delle sue avventure. Anche i mutanti, ben presto arriveranno nella terza terra con la speranza di imposessarsi dell'Occhio di Thundera. ThundercatsQui i Thundercats si impegneranno per lottare in favore della giustizia, della verità, dell'onestà e della lealtà e difendere i deboli dai malvagi mutanti. Negli episodi successivi, il Mumm-Ra ricostruisce il pianeta magico di Thundera per impossessarsi della spada di Plun-Darr (tenuta una volta dalla Rattila di Plun-Darr). Inoltre trama per individuare il tesoro di Thundera, custodito dai ThunderCats. Ritornati finalmente a nuova Thundera per ricostruire la loro società, i ThunderCats effettuano un consiglio dei guardiani sulla terza terra, per garantire la pace della gente sul quel pianeta. Oltre a Lion-O i Thundercats sono composti da Cheetara, velocissima come un ghepardo è dotata anche di una sorta di sesto senso, che le prennuncia il pericolo. ThundercatsCheetara combatte utilizzando il battlestaff, un bastone in grado di allungarsi e retringersi. Panthro è forte come una pantera ed è il meccanico e pilota dell'astronave, combatte usando lei bastoni legati da una catena (nunchaku). Tygra agile come una tigre è l'ingegnere del gruppo ed è anche in grado di entrare nella mente delle persone. WilyKit e WilyKat sono due fratelli gemelli (ragazzo e ragazza) astuti come un gatti, ed utilizzano diversi trucchi e strategie di combattimento. Infine troviamo il simpatico gatto miagolone Snarf, la mascotte del gruppo. Quando Lion-O si trova in una situazione di pericolo, punta la sua spada in cielo, che proietta il simbolo dei thundercats e permette a tutti i suoi componenti di riunirsi nella battaglia, contro i malvagi mutanti di Mum-Raa.
La serie divenne un fumetto edito dalla Marvel ed in seguito dalla Wildstorm.

La Warner Bros. ha annunciato che è stata avviata la produzione per un lungometraggio animato in computer grafica Cgi dei Thundercats, sulla base della sceneggiatura di Paul Sopocy e sarà prodotto dalla Spring Creek.

Lion-O Thundercats - Nuova serie
Lion-O
Warner Bros. Animation Studio 4C

Thundercats nuova serie animata del 2011

È in arrivo sugli schermi televisivi la nuova serie dei Thundercats, già protagonisti di due serie trasmesse su Rai Due nei lontani anni ottanta ( tra il 1985 e il 1990); i Thundercats sono dei felini antropomorfizzati che lottano contro i Plu Darr, malvagi mutanti uniti in alleanza con il sacerdote della prima Terra, Mum Ra. Questa serie è notevolmente diversa da quelle che sono state già trasmesse, per tutta una serie di ragioni. In primo luogo l’ambientazione. Nelle serie degli anni ottanta, infatti, i Thundercats sono sfuggiti alla distruzione del loro pianeta e sono stati attaccati dalle astronavi dei mutanti dalla cui distruzione si salva solo la “Thunderians” l’astronave ammiraglia condotta dal vecchio saggio Jaga che, prima di morire, riesce ad arrivare sulla terza Terra ed a mettere in salvo i suoi “cuccioli” eredi di tutto un pianeta. Si tratta di del giovane Lion-O e di Cheetara dalle sembianze di un ghepardo, veloce come il fulmine e dotata di un sesto senso che preannuncia l’avvicinarsi di un pericolo. Ci sono, poi, Panthro, dalle sembianze di una pantera e fortissimo, è il meccanico ed ingegnere del gruppo, Tygra, simile ad una tigre, è in grado di usare la mente per capire ed entrare nella mente altrui, Wilkit e Wilkat, due gemelli scapestrati dalle sembianze di gatto ed alla mascotte Snarf. Tutti fanno man mano esperienza (grazie anche allo spirito guida di Jaga, molto simile al cavaliere Jedi ) e lottano per la difesa dei deboli, ostacolando i tentativi di Mum Ra e dei mutanti di impossessarsi dell’”Occhio di Thundera”, un gioiello incastonato nella spada della veggenza, e del tesoro che i Thundercats custodiscono gelosamente. Fino ad arrivare nella quarta serie ad un ritorno su Thundera, ricostruito da Mum Ra. La serie in onda attualmente, invece, è un rifacimento globale delle vecchie serie, anche se sembrerebbe una continuazione; la storia si svolge infatti interamente sul pianeta natale Thundara e questo è governato dai Thundercats (che sono la famiglia reale della razza che domina sul pianeta) con un’ ambientazione molto vicina al nostro medioevo con spunti presi dalla civiltà orientale. La seconda differenza riguarda i personaggi principali; in primo luogo tutti i Thundercats sono stati disegnati in modo che la loro figura risulti molto più “umana” rispetto a quella della serie precedente (e questo grazie allo stile “manga” usato dai disegnatori giapponesi che in alcuni casi ricorda gli abitanti di Vulcan di Star Trek), poi in questa serie tra Lion O e Tygra esiste un legame di parentela (sono fratelli, figli dello stesso padre che è vivo ed è il Re di Thundera, ma di due madri diverse) completamente assente nelle serie degli anni ottanta, che però permette di creare un rapporto di conflittualità, molto simile al comportamento umano; nella prima serie Tygra era uno scienziato calmo, riflessivo e gentile, ottimo stratega, qualità che in questa serie sono state un poco sminuite proprio per far posto al rapporto con Lion-O.
Un’ultima differenza sta nel motivo per cui i Plu Darr combattono contro i felini: mentre nella prima serie il loro intento era quello di impossessarsi dell’Occhio di Thundera, in questa serie lo scopo per cui hanno intrapreso la guerra è molto più sociale, in quanto rivendicano ai Thundercats il fatto di dominare il pianeta concentrando su di loro la maggior parte delle risorse del pianeta, non dando quindi ai Plu Darr la possibilità di poter sfamare a dovere i propri piccoli. La guerra dei Plu Darr costringe i Thundercats (Lion-O, Cheetara, Panthro Tygra Wilkit e Wilkat e la mascotte Snarf) ad intraprendere un viaggio che, grazie al Libro di Owen, possa consentire di ricercare e ritrovare delle gemme che, unite a quella della Spada di Owen (la spada della veggenza), possano consentire ai Thundercats di possedere un potere così grande che permetta loro di sconfiggere Mumm Ra, alleato dei lucertoloni, parimenti interessato al ritrovamento delle gemme.

Cheetara Thundercats - Nuova serie
Cheetara
Warner Bros. Animation Studio 4C

La serie è formata da 26 episodi (di cui descriviamo solo i primi quattro per un breve viaggio all’interno della serie) della durata di circa 24 minuti ognuno, tranne il primo che ha una durata complessiva superiore all’ora di trasmissione; in questo episodio, intitolato “La spada della veggenza” vi sono tutti gli elementi caratterizzanti la serie: il principe Lion O viene edotto dal padre, il re Claudus, all’uso della spada della veggenza ed al richiamo che essa consente; in caso di pericolo infatti, puntando la spada verso il cielo, questa proietta il simbolo dei Thundercats consentendo la riunificazione di tutto il gruppo, pronti per l’eventuale battaglia. A Thundera regna uno stato di belligeranza tra i Thundercats, felini antropomorfi, ed i Plu Darr, lucertoloni bipedi e Lion O, principe ereditario, impara grazie a Jaga, il maestro di conoscenza, ed al padre il potere della spada di Owen; nella prima parte dell’episodio vengono introdotti tutti i personaggi principali della serie (tranne Panthro che comparirà solo dal quarto episodio quando salverà il gruppo dei Thundecats da fine certa) e Thundera viene attaccata dai Lizard, grossi lucertoloni e distrutta totalmente, grazie anche all’uso della tecnologia (come ad esempio carri armati e bombe) che invece i Thundercats non approvavano. Il re Claudus muore, Jaga viene imprigionato da Mum Ra per poter indicare la strada della Torre della Veggenza dove è costudito il “Libro di Owen” che secondo una leggenda custodisce i segreti del passato, del presente e del futuro.

Tygra Thundercats - Nuova serie
Tygra
Warner Bros. Animation Studio 4C

Nel secondo episodio, “Il Ramlak”, Lion-O, Tygra e Cheetara seppelliscono il re e Lion O giura vendetta e giustizia per la morte del padre e tutti e tre partono alla ricerca di Mum Ra e del libro di Owen; lungo la strada si imbattono in due gemellini, Wilkit e Wilkat, che vengono aggregati al gruppo, ed arrivano su di una spiaggia; vengono però catturati da Koinlius Tunar e la sua ciurma di uomini pesce e si salvano dopo aver combattuto contro un Ramlak, essere poliposo enorme (molto simile al polipo de “I pirati dei caraibi”) che si è bevuto tutta l’acqua, lasciando solo un mare di sabbia. I nostri eroi continuano il loro viaggio, avendo sempre alle calcagna una pattuglia di Lizard che li sta cercando e per cercare di sfuggire agli inseguitori, il quintetto si addentra nella foresta di Brian . In questa foresta si imbattono nei Petalars, esserini di foglie e petali, che vivono la loro vita velocemente e Lion-O diventa amico di Emrik, il loro capo, promettendo loro di aiutarli nella ricerca della strada che li riporterebbe nella loro terra da cui furono strappati tempo addietro da un grande tornado. Emrik salva il quintetto da un attacco dei Lizard e ne sventa l’uccisione con un prodigioso attacco al polline. Quando Emrik muore, mentre i petali si stanno salvando da un enorme incendio appiccato dai Lizard per scovare i Thundercats, Lion-O ricorda la vita di Emrik, del suo atto di coraggio e del fatto che non si era tirato indietro nel pericolo, pur sapendo che le forze erano notevolmente impari e decide quindi di dare battaglia ai Lizard, coadiuvato da Tygra e Cheetara, poiché i “thundercats non indietreggiano mai” al famoso grido “Thunder- thundecats HO!, ma mentre i mezzi corazzati li stanno accerchiando per poterli catturare, compare un enorme mezzo misterioso che distrugge tutti i corazzati e sconfigge i Lizard. Dal mezzo fuoriesce un Thundercats altrettanto gigantesco: è Panthro, il generale dell’esercito di Thundera, che era stato dato per morto nel primo episodio, esperto di strategia militare, di arti marziali (la sua arma è il Nunchaka) ed abile guerriero che, al contrario degli altri Thundercats, utilizza la tecnologia. Alla fine dell’episodio succede un fatto che avrà in seguito delle conseguenze: Mum Ra, il sacerdote storico nemico dei Thundercats che ha catturato Jorge, lo imprigiona in una sfera di cristallo e lo costringe a rivelargli la strada che conduce dalla sua piramide al “Libro di Owen”. È però nel successivo episodio, Thundrillium, che si ha un quadro di quanto sta succedendo e del perché; Panthro infatti, mediante dei flashback, racconta di come è diventato generale dell’esercito di Thundera insieme a Grune e quanto quest’ultimo ambisse ad essere il Generale in capo; quando il re Claudus comunica ad entrambi che avrebbe deciso di nominare Generale Lynx-O, Grune se la prende, anche se il re giustifica questa sua decisione con il fatto che avrebbe mandato loro due, che riteneva i migliori ed i più fidati, in una missione ancora più importante: trovare il mitico libro di Owen. In questa ricerca Grune viene plagiato da una voce che gli assicura gloria e potere ed anziché al libro giungono in una piramide dove Grune libera Mum Ra e nel duello seguente fa cadere Panthro in un precipizio. Da questo episodio si capiscono vari elementi della storia: in primo luogo che Tygra è più grande di Lion-O (lo si evince dal duello che fanno da bambini davanti a Panthro e Grune), in secondo luogo che è Grune a scatenare tutti gli avvenimenti successivi liberando Mum Ra, il quale si allea con i Lizard nella battaglia che distruggerà Thundera. Grune è rifugiato in una montagna da cui estrae il Thundrillium che gli consentirà di essere il padrone assoluto della terza terra, ma deve scappare per l‘intervento dei Thundercats dove Lion-O, con una prova di coraggio che gli restituisce la stima ed il riconoscimento di Panthro come suo re, sconfigge una macchina rotante che stava per uccidere tutti. I nostri eroi ripartono quindi alla ricerca del libro di Owen a cui si sta avvicinando, grazie ai Lizard, anche Mum Ra sempre guidato da Jaga imprigionato dentro la sfera.

Nell’episodio “Viaggio alla Torre della Veggenza”, i Thundercats riescono ad arrivare alla base dell’alta torre nella cui cima vi è la cupola che custodisce il sacro libro di Owen grazie all’utilizzo delle capacità di ognuno: Cheetara riesce a far passare tutti attraversando grazie alla sua velocità un tunnel in cui vi sono delle asce rotanti (molto simili a quelle de “Indiana Jones ed il Tempio maledetto”), i gemelli riescono a forzare una serratura mentre tutti sono appesi a Panthro per evitare di finire su delle aste appuntite, questi riesce a salvare i Thundercats dall’affogamento grazie alle sue capacità fisiche che gli consentono di mantenere il fiato e trovare una via alternativa. Lion-O riesce finalmente a vedere attraverso la spada di Owen la chiave per poter entrare nella torre e Tygra, con la sua frusta, colpisce il punto indicato da Lion-O. Una volta entrati nella torre i Thundercats si ritrovano davanti Mum Ra che si trasforma da vecchia mummia rinsecchita in un possente guerriero alato che sconfigge uno ad uno tutti i Thundercats ed arriva in cima insieme a Lion-O. Dopo un breve duello sta per avere la meglio quando arriva Cheetara con la sfera che contiene Jaga che si sacrifica per poter salvare il suo re e consentirgli di prendere il sacro libro che però, con grande stupore di tutti, si mostra completamente bianco. Lion-O scopre ben presto che non è così perchè il libro è un libro tecnologico.

Nell’episodio “L'eredità” entra con il suo spirito dentro il libro ed incontra lo spirito di Jaga che gli mostra il passato e come si è giunti al presente facendolo incarnare nel suo antenato Leo che era, nella notte dei tempi, un fedele guerriero di Mum Ra il quale voleva diventare il padrone dell’universo attaccando e sottomettendo tutte le specie animali di tutti i pianeti; su uno di questi il generale Tygus, antenato di Tygra, porta a Mum Ra la pietra della guerra che diventerà poi l’”occhio di Thundera”, con il quale diventerebbe invincibile incastonandolo all’interno della sua spada in quanto finirebbe di comporre il quartetto di pietre del potere. Leo ha però già intercettato la pietra prendendola dal comandante Tygus, incastonandola all’interno della sua spada, la futura spada di Owen, ingaggiando così un cruento duello a suon di fulmini e saette con Mum Ra (che si trasforma in un enorme guerriero); in questo modo riesce a prendere una delle pietre dell’armatura di Mum Ra in modo da trasformare se stesso in un guerriero armato; al termine del duello, Leo libera tutti gli ostaggi ma l’astronave su cui stanno (la piramide di Mum Ra che Panthro e Grun trovano nella loro missione) precipita sulla terza terra e mentre ciò accade lo spirito di Lion-O ritorna dentro il libro a parlare con Jaga e poi di nuovo dentro il suo corpo, trovando tutti i suoi amici intorno, preoccupati del suo stato. Man mano che passa il tempo Lion-O attraverso alcuni episodi (come ad esempio ne “la sfida”, dove impara a controllare la sua mente dall’irruenza) prende sempre di più coscienza di che cosa significhi essere Re.

I Thundercats sono Copyright © Pacific Animation Corporation/Rankin-Bass Productions/Telepictures Corporation e vengono qui utilizzati a scopi conoscitivi e divulgativi.