Il Festival di Annecy seleziona 38 cortometraggi per la competizione

Il Festival di Annecy seleziona 38 cortometraggi per la competizione

Il comitato di selezione del Festival di Annecy ha annunciato la selezione ufficiale per il 2022. Quest’anno sono stati presentati all’esame più di 1.347 cortometraggi (152 in più rispetto al 2021) provenienti da un centinaio di paesi. Con registi e registi equamente rappresentati, la selezione si articola in:

38 film in concorso ufficiale
Otto nella categoria Fuori Limiti
17 in Prospettive
Nove in pubblico giovane

“Negli ultimi anni abbiamo notato una forte tendenza nelle produzioni di cortometraggi. In genere, sono sempre più lunghi e talvolta con narrazioni più ambiziose. La Selezione 2022 riflette questo sviluppo in quanto ci sono meno film del solito. Ciò significa, ancor più degli anni precedenti, che il nostro team ha dovuto fare scelte difficili e non includere alcuni lavori di qualità”, ha affermato Marcel Jean, Direttore Artistico.

“Alla fine, riteniamo che sia una selezione diversificata con un ottimo equilibrio tra sangue nuovo e opere di artisti affermati: Amanda Forbis e Wendy Tilby, Anna Budanova, Špela Čadež, Kōji Yamamura, Claude Luyet, ecc. Quest’anno, per quanto riguarda il origini dei film, abbiamo notato che gli Stati Uniti e il Giappone hanno avuto un’esplosione di dinamismo nelle produzioni indipendenti e, per fortuna, poiché rendiamo omaggio alla cinematografia svizzera, i film svizzeri sono di prim’ordine. Infine, siamo entusiasti della selezione di Blind Spot, del tunisino Lofti Achour, e Akplokplobito, della franco-togolese Ingrid Agbo, due film che mostrano la vivacità dell’animazione africana, che abbiamo onorato lo scorso anno”.

Il marinaio volante (Amanda Forbis e Wendy Tilby)

Oltre a Jean e al team Films & Program Planning del Festival (Laurent Million, Yves Nougarède e Sébastien Sperer) e Cécile Giraud, Project Manager di Nouvelle-Aquitaine Independent Cinemas; il giornalismo e critico cinematografico Marie-Pauline Mollaret; Clémence Bragard, programmatrice del National Animation Film Festival (AFCA); Gala Frecon, che ha lavorato con il festival in vari ruoli per diversi anni; e Isabelle Vanini, Programmatrice del Forum des images (Carrefour du cinéma d’animation…) ed “esperta di animazione” per il CNC, la Regione Nouvelle-Aquitaine, Ciclic e il César.

La formazione ufficiale di Graduation Films e TV & Commissioned Films sarà annunciata il 28 marzo, seguita da Feature Films e VR Works. Scopri qui la selezione ufficiale dei cortometraggi.

Two Sisters

Due sorelle (Anna Budanova)

Cortometraggi in Concorso Ufficiale:

  • Amok di Balazs Turai (Hungary/Romania)
  • Anxious Body di Yoriko Mizushiri (France/Japan)
  • Backflip di Nikita Diakur (Germany/France)
  • Beware of Trains di Emma Calder (U.K.)
  • Bird in the Peninsula di Atsushi Wada (France/Japan)
  • A Bite of Bone di Honami Yano (Japan)
  • Black Slide di Uri Lotan (Israel/U.K.)
  • Bottle Cap di Marie Hyon & Marco Spier (U.S.)
  • The Debutante di Elizabeth Hobbs (U.K.)
  • Drone di Sean Buckelew (U.S.)
  • The Flying Sailor di Amanda Forbis & Wendy Tilby
The Garbage ManL’uomo della spazzatura (Laura Gonçalves)

  • The Garbage Man di Laura Gonçalves (Portugal)
  • Garrano di David Doutel & Vasco Sá (Portugal/Lithuania)
  • Glazing di Lilli Carré (U.S.)
  • Granny’s Sex Life di Urska Djukic & Emilie Pigeard (France/Slovenia)
  • Hysteresis di Robert Seidel (Germany)
  • The Invention of Less di Noah Erni (Switzerland)
  • Krasue di Ryo Hirano (Japan)
  • Letter to a Pig di Tal Kantor (France/Israel)
Louise I King of the SheepLouis I. Re delle pecore (Markus Wulf)

  • Louis I. King of the Sheep di Markus Wulf (Germany)
  • Lucky Man di Claude Luyet (Switzerland)
  • Lullaby di Lin Zhang & Qinnan Li (China)
  • Miracasas di Raphaelle Stolz (France/Switzerland)
  • Of Wood di Owen Klatte (U.S.)
  • Pachyderme di Stéphanie Clément (France)
  • The Passerby di Hannah Letaïf (Belgium/France)
  • Piteous Liaisons di Violette Delvoye & Chloé Alliez (Belgium/France)
  • The Record di Jonathan Laskar
  • Scale di Joseph Pierce (France/U.K./Czech Rep./Belgium)
  • Sprite Fright di Matthew Luhn & Hjalti Hjalmarsson (Netherlands)
  • Stain di Shiva Sadegh Asadi (Iran)
Steakhouse

Steakhouse (Spela Cadez)

  • Steakhouse di Spela Cadez (Slovenia/Germany/France)
  • A Story for 2 Trumpets di Amandine Meyer (France)
  • Terra Incognita di Pernille M.A. Kjaer & Adrian Dexter (Denmark/France)
  • Things That Disappear di Changsoo Kim (South Korea)
  • ‘Til We Meet Again di Ülo Pikkov (Estonia)
  • Two Sisters di Anna Budanova (France)
  • Yugo di Carlos Gomez Salamanca (Colombia/France)
Terra Incognita

Terra Incognita (Pernille M.A. Kjaer & Adrian Dexter)

Vai alla fonte dell’articolo su www.animationmagazine.net