Il film MPC dà vita al ruggito di "Godzilla vs. Kong" con effetti grafici di dimensioni mostruose

Il film MPC dà vita al ruggito di "Godzilla vs. Kong" con effetti grafici di dimensioni mostruose


Il supervisore degli effetti visivi di produzione John "D.J." Des Jardin, il supervisore di MPC VFX Pier Lefebvre e il supervisore di animazione di MPC Michael Langford hanno guidato il team VFX di MPC Film a realizzare 177 inquadrature per la sequenza "Downtown Battle" in Godzilla contro Kong. Gli artisti VFX degli studi MPC Film di Montreal, Bangalore e Londra hanno lavorato insieme per realizzare l'epico scontro tra i due titani nel centro di Hong Kong.

Il team creativo con sede presso lo studio di preproduzione di Technicolor a Culver City, Los Angeles, ha lavorato su tutti i fronti del processo di visualizzazione per la sequenza di Hong Kong, dalla previsualizzazione alla postvisualizzazione. Il team ha lavorato a stretto contatto con il regista Adam Wingard mentre viaggiava da Vancouver, in location alle Hawaii, in Australia, e tornava in studio a Los Angeles. Il supervisore della previsione Kyle Robinson ha guidato la carica con il suo team di asset builder e artisti di sequenze. "Con la guida e la guida del supervisore degli effetti visivi DJ Desjardin, il team MPC e io siamo stati in grado di contribuire a portare questo film in una vita emozionante e straordinaria", ha affermato Robinson.

Godzilla contro Kong

Nelle fasi preliminari, a MPC Film sono stati consegnati i concept art di King Kong e Godzilla che svettano tra le luci rosa, ciano e arancioni della città di Hong Kong, saturate in una foschia blu. Famoso per le sue vivaci scene notturne di insegne al neon, spettacoli laser e enormi schermi LED, era importante comprendere una rappresentazione autentica del paesaggio urbano di Hong Kong.

Entrambi i team di previsualizzazione e postvisualizzazione hanno contribuito a risolvere molte delle sfide creative affrontate in questa sequenza fondamentale. Il lavoro svolto durante la pre-produzione ha aiutato a impostare la produzione di successo sul set così come quando si è passati alla post-produzione. La collaborazione creativa iniziata in pre-produzione mostra chiari collegamenti visivi al montaggio finale del film.

Godzilla contro Kong

Godzilla contro Kong

Uno degli obiettivi principali del team di MPC Film è stato quello di ricreare il concetto di illuminazione specifico. Numerose conversazioni erano in corso con Wingard durante tutto il processo riguardo allo schema dei colori dell'illuminazione al neon della città. Inoltre, era importante dimostrare le dimensioni di Kong e Godzilla, insieme al realismo della città CG.

Oltre a sviluppare la rappresentazione dinamica di Hong Kong, il team ha assicurato che questi colori sorprendenti illuminassero accuratamente i personaggi durante lo scontro frenetico e altamente distruttivo. Quello che inizia come un set low-key offuscato e colorato viene abilmente preso a pugni in un infuocato paesaggio infernale.

Godzilla contro Kong

Godzilla contro Kong

È stata creata l'introduzione di un nuovo strumento software proprietario denominato tecnologia Populate HK (Hong Kong) Godzilla contro Kong. Questa era una sceneggiatura, basata su PACS, costruita dal supervisore di MPC Film CG Joan Panis per aiutare a spingere l'ambiente principale della città in tutte le inquadrature. Popola HK significava che qualsiasi aggiornamento effettuato nella build dell'ambiente principale poteva essere facilmente integrato in nuovi scatti. Ciò includeva la lettura di eventuali modifiche apportate alle riprese dal team di animazione. Populate HK leggerebbe l'ambiente di base e l'animazione modificata e preparerebbe la città per il rendering. La sceneggiatura conteneva anche le capacità per garantire che le inquadrature fossero popolate in base a quali sezioni della città erano visibili, rendendole meno pesanti da renderizzare.

La "Downtown Battle" è stata una sequenza particolarmente impegnativa in quanto la maggior parte delle inquadrature erano completamente in CG e includevano una grande quantità di effetti di distruzione complessi. La continuità nella sequenza è stata un punto chiave per assicurare che gli edifici precedentemente distrutti rimanessero nel loro aspetto frammentato, così come le luci al neon in frantumi che tremolavano tra la distruzione di massa.

Godzilla contro Kong

Godzilla contro Kong

Il supervisore CG Timucin Ozger ha creato una scena del flusso di lavoro di distruzione Houdini automatizzata, che potrebbe anche rendere gli output con Neons come sorgenti luminose in Mantra Renderer. Questo flusso di lavoro ha creato output simili a quelli che il reparto illuminazione avrebbe reso. Ciò ha contribuito a evitare sorprese di aspetti diversi tra i reparti e mantenere la coerenza. MPC ha anche aggiornato il suo Parallax Shader per rendere i grattacieli fotorealistici. Il nuovo shader potrebbe unire le finestre negli uffici e creare Parallax Rooms che in realtà sembravano uffici, non limitati a stanze singole.

La sfida principale del team di animazione era creare una battaglia feroce e dinamica che non solo enfatizzasse le dimensioni dei titani, ma mostrasse anche l'emozione della lotta sui loro volti. Gli animatori si sono divertiti a recitare la battaglia e a coreografare come Kong e Godzilla avrebbero potuto combattere, e quindi a reinterpretare quella performance nell'animazione del fotogramma chiave. Un'ulteriore sfida era creare un'interazione amorevole e non minacciosa tra Kong e Jia, nonostante le dimensioni mostruose e l'aspetto intimidatorio di Kong. Era essenziale ottenere l'emozione e l'espressione perfette sul viso di Kong per vendere i suoi sentimenti senza parole.

Godzilla contro Kong

Godzilla contro Kong

Godzilla contro Kong

Godzilla contro Kong

Immagini leggendarie " Godzilla contro Kong è ora nelle sale di tutto il mondo attraverso Warner Bros. Pictures e Toho (Giappone).

Fonte: MPC Film



Vai alla fonte dell’articolo su www.animationmagazine.net