Maison Ikkoku Last Movie – Capitolo finale – Il film anime del 1988

Maison Ikkoku Last Movie – Capitolo finale – Il film anime del 1988

Maison Ikkoku Last Movie (めぞん一刻 完結篇 Maison Ikkoku Kanketsuhen?) è un film d’animazione del 1988 diretto da Tomomi Mochizuki. Il film, ispirato al manga Maison Ikkoku, creato da Rumiko Takahashi, è stato pubblicato in Italia dapprima dalla Granata Press, ed in seguito dalla Yamato Video.

Il film si colloca nel corso dell’episodio 96[1], durante la notte due giorni prima del matrimonio tra Kyoko e Yusaku, ed è una storia inedita rispetto a quella del manga. Tuttavia è interessante notare che nel film è presente il personaggio di Nozomu Nikaido, presente nel manga, ma mai introdotto nell’anime.

Storia

Maison Ikkoku Last Movie – Capitolo finale

Nella Maison Ikkoku fervono i preparativi per l’imminente matrimonio fra Yusaku Godai e Kyoko Otonashi, e come al solito i vicini Yotsuya, Akemi, la signora Ichinose e Nikaido si sono riuniti a bere e fare baldoria nella stanza di Yusaku, mentre Kyoko è insolitamente in ritardo. I vicini dicono al sempre più preoccupato Yusaku che Kyoko era in ansiosa attesa di una lettera che, a quanto pare, era arrivata proprio quel pomeriggio.

Mentre mille dubbi cominciano ad assalire Yusaku, che viene convinto che Kyoko stesse aspettando la risposta di un altro uomo, per “salvarsi” dal matrimonio con Yusaku, nella Maison Ikkoku si intrecciano le storie degli altri personaggi. Il proprietario del Cha Cha Maru vorrebbe chiedere ad Akemi di sposarlo, ma non riesce a trovare il momento adatto; Ryoga, l’ex capo di Godai al locale “Cabalet”, viene intercettato dal padre di Kyoko, distrutto dalla disperata gelosia nei confronti della figlia; la giovane Ibuki Yagami (ora all’università) tenta un ultimo approccio in extremis all’amato Yusaku; Mitaka e Asuna si recano a far visita per annunciare la gravidanza di Asuna; i vecchi amici di Yusaku all’università (quando frequentava il club delle marionette) vengono in casa a metter in scena nella sua camera uno spettacolo ispirato alle disavventure del giovane.

Maison Ikkoku Last Movie – Capitolo finale

A fine serata Kyoko rientra in casa, e si unisce agli altri; solo quando si avvicina l’alba Nikaido ricorda di aver preso una lettera indirizzata a Kyoko, con sommo rammarico degli inquilini (Yotsuya lo insulta dicendo che ha un cervello minuscolo, e lo accusa d’aver rovinato il matrimonio). Yusaku ritrova i suoi timori, ma ricorda di aver tenuto duro oltre 6 anni per dichiararsi a Kyoko; la donna sta leggendo la lettera nella sua camera al piano di sotto, e quando il futuro marito la raggiunge si decide di spiegargli il contenuto della lettera. Tempo prima Kyoko aveva involontariamente strappato una fotografia di Yusaku da piccolo, che aveva visto nella borsa di nonna Yukari; Kyoko aveva fatto restaurare la fotografia per poterla riconsegnare alla nonna, tuttavia la ragazza non riuscì più a separarsi da quella foto. La lettera che Kyoko attendeva era la risposta di nonna Yukari a quella lettera, che raccomanda a Kyoko di prendersi cura del nipote.

Maison Ikkoku Last Movie – Capitolo finale

Mentre l’alba sorge, Ibuki dorme ubriaca nella stanza di Akemi, il signor Chisuga e Ryoga sono anche più sbronzi nella camera di Nikaido, Akemi riceve la proposta dal suo capo; Kyoko e Yusaku devono prepararsi per le formalità del giorno antecedente alla cerimonia, e si avvicinano per baciarsi, ma vengono interrotti dagli inquilini come al solito; mentre Kyoko sorride suo malgrado Yusaku si dispera, mentre Ichinose sottolinea che fermeranno la baldoria solo per la cerimonia e poi ricominceranno ad oltranza.

Dopo l’abbaiare del cane Soichiro, la sigla di chiusura Garassu no Kissu (Glass Kiss) viene accompagnata da frammenti della serie (ridisegnati nello stile del film), il cui ultimo spezzone vede Kyoko riprendere i panni di Yusaku sotto la pioggia per poi trovare la famosa fotografia.

Maison Ikkoku Last Movie – Capitolo finale

Dati tecnici

Titolo originale めぞん一刻 完結篇
Lingua originale Giapponese
Paese di produzione Giappone
Anno 1988
Durata 66 min
Genere animazione
Regia Tomomi Mochizuki
Soggetto Rumiko Takahashi
Sceneggiatura Michiru Shimada, Tomomi Mochizuki
Produttore esecutivo Yoko Matsushita
Casa di produzione Kitty Film
Fotografia Akio Wakana
Musiche Hideharu Mori
Character design Atsuko Nakajima

Doppiatori originali

Sumi Shimamoto: Kyoto Otonashi
Issei Futamata: Yusaku Godai
Chika Sakamoto: Hanae Ichinose
Yuko Mita: Akemi Roppongi
Shigeru Chiba: Yotsuya
Mayumi Sho: Ikuko Otonashi
Yoshiko Sakakibara: Sayako Kuroki
Ryō Horikawa: Nozomu Nikaido
Toshio Furukawa: Sakamoto
Yuriko Fuchizaki: Ibuki Yagami
Hisako Kyoda: Yukari Godai
Kei Tomiyama: Iioka
Kosei Tomita: Sig. Chigusa e Sig. Ichinose
Norio Wakamoto: Master
Akira Kamiya: Shun Mitaka
Hiromi Tsuru: Asuna Kujo

Doppiatori italiani

Monica Ward: Kyoto Otonashi
Alessio Cigliano: Yusaku Godai
Anna Melato: Hanae Ichinose
Monica Gravina: Akemi Roppongi
Fabrizio Temperini: Yotsuya
Domitilla D’Amico: Ikuko Otonashi
Roberta Pellini: Sayako Kuroki
Davide Lepore: Nozomu Nikaido
Christian Iansante: Sakamoto
Claudia Catani: Ibuki Yagami
Gemma Griarotti: Yukari Godai
Enrico Di Troia: Iioka
Emilio Cappuccio: Sig. Chigusa
Gianni Bersanetti: Master
Guido Cerniglia: Sig. Ichinose

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Maison_Ikkoku_Last_Movie

Gianluigi Piludu

Autore di articoli, illustratore e grafico del sito www.cartonionline.com