Rob Paulsen ci offre lo scoop sulla prossima serie di “Animaniacs”

Rob Paulsen ci offre lo scoop sulla prossima serie di “Animaniacs”

Menziona il nome Rob Paulsen a qualsiasi vero appassionato di animazione e otterrai un sorriso immediato. Il talentuoso doppiatore è stato dietro alcune delle voci dei cartoni animati  più amate e iconiche dall’inizio degli anni ’80. Da Spike (La terra prima del tempo) e Carl Wheezer (Jimmy Neutron: Boy Genius) a Yakko, Dr. Otto Scratchansniff e Pinky (Animaniacs, Pinky and the Brain) e Raffaello e Donatello (Tartaruga Ninja mutante adolescente), l’inarrestabile Paulsen ha doppiato oltre 250 personaggi diversi e si è esibito in 1.000 spot pubblicitari. Vincitore di un Daytime Emmy e di tre Annie Awards, Paulsen è stato così gentile da passare qualche minuto con noi e raccontarci della sua entusiasmante carriera:

Grazie mille per aver dedicato del tempo a chattare con noi. Sappiamo che sei stato molto impegnato come al solito (apparendo su Doc McStuffins, The Loud House, SpongeBob SquarePants, DuckTales, Green Eggs and Ham, Avventure miste di Topolino, eccetera.). Certo, siamo tutti entusiasti del nuovo Animaniacs riavviare in arrivo entro la fine dell’anno. Cosa puoi dirci del progetto?

Rob Paulsen: Bene, posso dirti che è per Hulu, ed è stato programmato per una premiere d’autunno, ma è stato così

prima della pandemia, e so che tutto è in flusso in questi giorni. La maggior parte del cast originale è tornato per questa nuova versione in una certa misura, che introduce anche alcuni nuovi personaggi. Il tuo è veramente tornato come Yakko, Pinky e Otto. Tress MacNeille è la mia sorellina Dot, Maurice LaMarche è Brain and Squit, anche Jess Harnell è tornata nei panni del mio sciocco fratello Wakko. Mr. Spielberg (Amblin TV e produttore della Warner Bros. Animation) è tornato nello show, che è molto bello. Il nostro nuovo showrunner è Wellesley Wild, da cui conosci I Griffin e il Ted film. È un ragazzo meraviglioso che sta facendo un ottimo lavoro. So che ora siamo in post-produzione.

Gli Animaniacs sono consapevoli di sé e sanno che sono stati fuori dalla griglia per 20 anni, e questo entra in gioco. Abbiamo un’ottima musica e usiamo un’orchestra di 30 brani per ogni mezz’ora dello spettacolo. Le funzioni musicali sono ora gestite dagli incredibili Steve e Julie Bernstein, che erano i protetti di Rich Stone, il notevole compositore che ha vinto un mucchio di Emmy per aver fatto la musica per lo spettacolo originale.

Animaniacs

In che modo il nuovo spettacolo è diverso e simile all’originale, che è andato avanti con successo dal 1993 al 1998?

Come ho detto prima, l’umorismo irriverente e talvolta sovversivo è lo stesso. Ma oltre a Yakko, Otto e Pinky, verranno introdotti nuovi personaggi accessori, molti dei quali non sono a conoscenza. Abbiamo un nuovo showrunner e nuovi scrittori, cresciuti guardando la serie originale. Quello che posso dirti è che è divertente e ridicolo come l’originale. Gli script hanno appena letto davvero, davvero divertenti. Non ho ancora visto gran parte dell’animazione, ma non scommetterei contro il signor Spielberg. Puoi dire che i bambini che stanno scrivendo lo spettacolo sono informati dal genio degli scrittori che hanno lavorato al primo spettacolo e dal creatore dello spettacolo, Tom Ruegger. Non credo sia iperbole dire che ha fatto un lavoro incredibile e che lo spettacolo è diventato una parte iconica del nostro panorama culturale. Alcuni incredibili talenti sono stati promossi da lui, ed è stato abbastanza bello assistere a tutto questo. Ben fatto, Tom!

Quindi, sappiamo che molti artisti della voce si sono adattati facilmente al lavoro da casa durante l’era COVID. come te la passi in questi giorni?

Bene, sto lavorando da casa, e questa è una delle cose più belle di questo concerto: a nessuno importa quello che sembro, il che è assolutamente meraviglioso per un attore, specialmente per un vecchio! Sono solo limitato dal mio talento e dalla gentilezza delle persone che mi assumono. Posso registrare da casa e non devo essere in studio con altri. Mi considero davvero un vincitore della lotteria e mi rendo conto di quanto sia terribilmente fortunato. Questa è la verità sulla nostra attività: essere in grado di guadagnarsi da vivere portando gioia e felicità alle persone – mio Dio, che bel modo di muoverti attraverso la vita.

Ho trovato nuovi modi per interagire con la mia base di fan. Sto diventando sempre più coinvolto con i social media. Ho partecipato ad alcuni eventi di firma autografa online e raccolte fondi per eventi di beneficenza. Tutti gli altri contro sono stati cancellati quest’anno, ma i contro-COVID di Rob stanno accadendo! Sono stato anche abbuffato guardando spettacoli come Difendere Jacob, Morto per me e la commedia nera di Ricky Gervais After Life. Certo, sto guardando Rick and Morty. Ho fatto una voce per quello spettacolo – Snowball, che è un cagnolino in cerca dei suoi testicoli.

Qual è stato il miglior consiglio di carriera che tu abbia mai ricevuto?

Ah sì. Mio caro amico e vero mentore, Alan Oppenheimer – è un uomo meraviglioso, straordinario. Mi ha visto frustrato perché il mio agente sulla fotocamera stava cercando di prenotarmi per una lettura Hill Street Bluese gli ho detto che non potevo farcela mentre stavo lavorando Jonny Quest al mattino e The Tick nel pomeriggio in quel momento. Eccomi qui, a lavorare con leggende come Alan, Jonathan Winters e June Foray. Quindi Alan mi ha detto: “Devi prendere una decisione. Stai diventando bravo in questo concerto di cartoni animati e questo creerà un po ‘di conflitto “. Mia moglie mi ha detto: “Non è che sei difficile da guardare, ma stai iniziando a ucciderlo in questo concerto di animazione”.

Quindi, sono così felice che il mio ego fosse tale che ho ascoltato i miei amici e la mia famiglia che mi hanno convinto a seguire questa strada non meno resistente, ma anche con la più grande ricompensa finanziaria. Sono così felice di poter fare ciò che mi metteva nei guai in seconda media. Rende felice la mia anima ogni giorno!

Rob Paulsen

Rob Paulsen

Quali sono stati i tuoi primi concerti in animazione?

Ho ottenuto il mio primo concerto in animazione grazie a Don Jurwich, che ha supervisionato il produttore G.i. Joe. (1985-86) Ho interpretato Snow Job e Tripwire in quello show, e ho fatto Slingshot e Air Raid sull’originale trasformatori serie.

Quali sono i tuoi programmi preferiti a cui hai lavorato?

Ne ho tre: Animaniacs (che comprende anche Pinky e il cervello) e poi, Adolescenti tartarughe ninja mutanti (1987) e TMNT (2012-2016). Dico sempre tartarughe Ninja ha cambiato la mia traiettoria di carriera e Animaniacs ha cambiato la mia vita.

Animaniacs è l’esempio perfetto dell’assioma della fortuna essendo l’incontro di opportunità e preparazione. Sono stato un cantante per decenni, ho creato tutte queste voci del personaggio per me stesso. Ero stato in animazione per otto anni in quel momento. Come cantante che sa cantare nel personaggio, ho avuto un punto d’appoggio nell’animazione e dopo averlo fatto Tiny Toon Adventures con Tom Ruegger, ho detto loro: “Se non mi assumi per Animaniacs, stai commettendo un errore! ” Avevo ragione. Non solo ero pronto, quello show ha letteralmente cambiato la mia vita, e per questo sarò per sempre grato a Tom Ruegger, Jean MacCurdy e Steven Spielberg. Ora che ho la possibilità di farlo di nuovo per una base di fan più ampia, molti dei quali sono fan dello show originale e ora lo condividono con i loro figli e nipoti, non posso quantificare cosa significhi.

Sopra tartarughe Ninja, avere la possibilità di essere la voce di Raffaello sarebbe un grosso problema per qualsiasi attore. Ma essere in grado di provare a fare un personaggio diverso – Donatello – per lo stesso franchise circa 25 anni dopo per questo iconico franchise. E affinché il nuovo spettacolo sia ugualmente interessante e guardabile sia per i fan originali che per quelli nuovi. Avere la possibilità di fare due versioni di un franchising iconico è stato strabiliante. Ma onestamente, far parte di spettacoli come The Tick, Mighty Max, Biker Mice from Mars, Goof Troop, Jimmy Neutron, Fairly OddParents … dai, sono un vincitore della lotteria!

Leggi tutta l’inervista Qui