Sony effettua importanti investimenti in Epic Games

Sony effettua importanti investimenti in Epic Games

Sony ha effettuato un investimento di $ 250 milioni in Epic Games, hanno annunciato ieri le due società. In base al nuovo accordo, Sony ottiene un interesse dell’1,4 per cento nello studio di sviluppo del gioco e nell’editore e fornisce a Epic una valutazione di $ 17,86 miliardi, secondo VentureBeat.

In un comunicato stampa, le due società hanno notato che l’accordo amplierà la loro collaborazione attraverso il portafoglio leader di Sony di risorse e tecnologia di intrattenimento e la piattaforma di intrattenimento sociale di Epic e l’ecosistema digitale per creare esperienze uniche per consumatori e creatori.

“Sony ed Epic hanno entrambi costruito business all’intersezione di creatività e tecnologia e condividiamo una visione di esperienze sociali 3D in tempo reale che portano a una convergenza di giochi, film e musica. Insieme ci impegniamo a costruire un ecosistema digitale ancora più aperto e accessibile per tutti i consumatori e i creatori di contenuti “, ha affermato Tim Sweeney, fondatore e CEO di Epic

“La potente tecnologia di Epic in settori come la grafica li pone all’avanguardia nello sviluppo del motore di gioco con Unreal Engine e altre innovazioni. Non c’è esempio migliore di questo che la rivoluzionaria esperienza di intrattenimento, Fortnite. Attraverso i nostri investimenti, esploreremo le opportunità di ulteriore collaborazione con Epic per deliziare e valorizzare i consumatori e l’industria in generale, non solo nei giochi, ma anche attraverso il panorama dell’intrattenimento digitale in rapida evoluzione “, ha affermato Kenichiro Yoshida, Presidente, Presidente e CEO, Sony Corporation.

Tencent ha anche investito $ 330 milioni in Epic Games nel 2012 per acquisire una quota del 40 percento in studio. VentureBeat osserva che la valutazione di Epic è cresciuta in modo significativo da allora, in gran parte dal grande successo di Fortnite, Che ha guadagnato $ 400 milioni di entrate solo nell’aprile di quest’anno.

Vai alla fonte dell’articolo