Steamroller Studios lancia il vincitore del premio & # 39; Spice Frontier & # 39;

Steamroller Studios lancia il vincitore del premio & # 39; Spice Frontier & # 39;


Bordo delle spezie, un nuovo cortometraggio animato di Steamroller Studios e vincitore di numerose selezioni e premi ufficiali (Independent Short Awards, Dragon Con Independent Film Festival, LA Int & # 39; l Film Festival & # 39; s Indie Shot Fest, IndieX, Jelly Fest, DaVinci Film Festiva), uscirà online il 4 giugno.

La storia è incentrata sull'esploratore spaziale Kentucky "Kent" Williams e sul suo pilota cyborg C-LA mentre esplorano l'universo alla ricerca di spezie rare sulla Terra, secoli dopo la distruzione del pianeta. Il cortometraggio di otto minuti presenta una sequenza di azione rapida a bordo di The Silent Tide, una struttura di ricerca abbandonata che galleggia nello spazio. Eventi a breve termine predicono alcuni importanti punti della trama e introducono il mistero e la suspense di Bordo delle spezieThe Bigger Story: Steamroller spera di continuare a seguire questa avventura d'azione fuori dal mondo e i suoi avvincenti personaggi in una serie TV o in un progetto cinematografico nel prossimo futuro.

Steamroller Studios ha sede a Mount Dora, in Florida. Il potere di animazione e tecnologia fornisce animazione di fascia alta e progettazione di esperienze per i clienti. Il suo lavoro può essere visto in film di successo, videogiochi popolari, tra cui Fortnite e Combattimento mortale – nonché attrazioni in alcuni dei più grandi parchi a tema del mondo.

Per il primo progetto di animazione sviluppato internamente da Steamroller, Bordo delle spezie gli artisti hanno sperimentato una nuova tecnica di animazione, sviluppando personaggi e mondi bidimensionali da un processo di animazione 3D.

Lo studio organizza una festa di Facebook Live Watch per celebrare il lancio, a cui seguiranno domande e risposte dal vivo con i creatori. Bordo delle spezie Sarà inoltre disponibile per la visualizzazione su www.spicefrontiershort.com.

Bordo delle spezie



Vai alla fonte dell’articolo