cartoni online -  risorse su cartoni animati e fumetti
Cartoni animati e fumetti > Film di animazione > Film animazione tradizionale -
Azur y Asmar

AZUR E ASMAR

Azur e AsmarDa Michel Ocelot, il regista francese del piccolo Kirikù, ritorna una nuova e bellissima fiaba animata dal titolo Azur e Asmar, che ha ricevuto il premio Unicef nella sezione "Alice nelle città" alla Festa del cinema di Roma. Il film realizzato interamente con la tecnica 3d, ha come tema centrale il confronto fra due culture e religioni diverse, come quella cristiana e quella mussulmana. La storia è ambientata nel periodo medioevale dove l'ignoranza e la superstizione svolgono un ruolo fondamentale, sopratutto nei rapporti sociali, per lo più divisi dalle varie gerarchie che vanno dai sovrani ai servi. I protagonisti principali sono Azur e Asmar; il primo biondo e con gli occhi azzurri è il figlio di un re francese, il secondo con occhi e capelli neri è il figlio di una nutrice araba. La balia, Azur e AsmarAllevati entrambe dalla madre di Asmar, i due crescono felici come due fratelli, anche se con qualche naturale rivalità, in quanto la stessa balia è l'incarnazione e delle due differenti culture, perchè conosce due lingue, due paesi, due religioni, e per questo ha il doppio rispetto per tutti gli altri. Tutte le sere, l'amorevole donna per far addormentare i due bambini, gli racconta la storia della Fata dei Jinns prigioniera di una montagna, che aspetta la sua liberazione da parte di un giovane forte, dall'animo nobile. Purtroppo un giorno, il dispotico padre di Azur scaccia Asmar e sua madre, che devono ritornare nel loro paese di origine, mentre Azur parte lontano dalla Francia per i suoi studi.
Azur Nonostante siano passati diversi anni, Azur ormai adulto continua a pensare al ricordo di Asmar e di sua madre, che descriveva dei luoghi pieni di sole, dove si trovava prigioniera la Fata dei Jinns, della quale si era innamorato soltanto con l'immaginazione. Decide quindi di partire e di dirigersi verso sud, attraversando il mare. Giunto nel Maghreb a causa di un naufragio, il giovane Azur, si troverà rifiutato e respinto dalla popolazione locale in quanto si dice che chi ha gli occhi azzurri, porti con se una maledizione. Azur decide quindi di tenere gli occhi chiusi e fingersi cieco, pertanto è costretto a fare il mendicante e ad essere accompagnato da un losco e ripugnante individuo chiamato Rospù, che usa Azur come un cammello, facendosi trasportare sulla schiena. Un giorno Azur incontra la sua nutrice che è ormai diventata una ricca signora e suo figlio Asmar, diventato ormai un nobile cavaliere, che però lo rifiuta in quanto e ancora amareggiato per essere stato scacciato dal padre di Azur. Azur e RospùLa nutrice accoglie Azur come un figlio perduto e gli indicherà la strada per arrivare alla montagna dove è prigioniera la principessa. Durante il suo viaggio Azur e Asmar incontreranno una piccola principessa araba e un vecchio ebreo, che li aiuteranno a superare varie difficoltà. Azur pertanto continua la ricerca della Fata dei Jinns, affrontando nemici della peggior specie, come banditi e briganti, e creature fantastiche. Così pure Asmar, anch'egli sulle tracce della Fata da salvare e sempre più nemico di Azur, fino al giorno in cui i due giovani si salveranno la vita reciprocamente. Azur e Asmar riescono ad entrare nel regno delle luci insieme e a liberare la Fata degli Jinns, pertanto si avrà un dilemma: chi dei due dovrà sposare la bellissima Fata? AsmarNonostante il destino li abbia separati, i due giovani saranno uniti dalla loro unica fede in un sogno e dalla loro speranza per un mondo migliore, in quanto consapevoli che la diversità è una ricchezza.

Il film ci regala delle bellissime immagini, incorniciate da sfondi ricchi e particolareggiati che ricordano ora i quadri del pittore fiammingo Jan van Eyck, ora gli splendidi arabeschi della civiltà araba delle "Mille e una notte", che si integrano perfettamente alla grafica tridimensionale dei personaggi stilizzati.

 

Azur e Asmar
Titolo originale: Azur et Asmar
Nazione: Francia
Anno: 2006
Genere: Animazione
Durata: 90'
Regia: Michel Ocelot
Sito ufficiale:www.azuretasmar-lefilm.com
Produzione:Nord-Ouest Productions, Eurimages, Intuition Films, Lucky Red, Studio O
Distribuzione:Lucky Red
Uscita : 10 Novembre 2006
  

<<precedente

Azur e Asmar è copyright Michel Ocelot - Nord-Ouest Productions, Eurimages, Intuition Films, Lucky Red, Studio O e degli aventi diritto e vengono qui utilizzati esclusivamente a scopi conoscitivi e divulgativi.

Altri links

Il video di Azur e Asmar
Il film Kirikù e gli animali selvaggi di Michael Ocelot