I Bluffers – La serie animata del 1986

I Bluffers – La serie animata del 1986

I Bluffers è una serie di cartoni animati per bambini del 1986 creata da Frank Fehmers. Le storie ruotavano attorno agli abitanti della terra fittizia di “Bluffoonia” e alla loro continua lotta contro il malvagio tiranno “Clandestino” e i suoi piani per distruggere la foresta in cui vivono.

La serie è stata basata su un’idea di Gene Deitch, che ha anche scritto i testi. Michael Jupp, che ha anche creato The Dreamstone e Bimble’s Bucket, è stato il direttore artistico della serie e ha creato i personaggi.

Lo slogan di apertura dello spettacolo è:

Bluffoonia una volta era un bel paese prima che il pazzo maniaco Clandestino prendesse il sopravvento. Clandestino ha trasformato quel bel posto in questo. Come mai? Perché Clandestino ha paura che i Bluffers ottengano il suo segreto: il segreto per ottenere tutto!

Personaggi

Eroi

Zok (abbreviazione di Zocrate)

Zok

un vecchio gufo saggio che indossa una toga e una corona di alloro. Zok è una figura paterna e consigliere dei Bluffers (cioè, gli abitanti animali dell’ultima foresta rimasta a Bluffoonia), e il custode dell’enciclopedico Libro di Tutta la Conoscenza. Il suo nome è un decollo di Socrate (da cui il suo aspetto da imperatore romano).

Zip

Zip

uno scoiattolo blu dalla corsa veloce con l’amore per l’avventura; ha condotto numerose incursioni nel castello di Clandestino. Quando Zip non sta conducendo un’incursione al castello si trova spesso in qualche attività che coinvolge i dadi.

Blossom

Blossom

una topina rosa con una testa di capelli biondi. Ha sentimenti romantici per Zip, ma lui è riluttante a restituirli.

Honey Boy, un orso bruno dalla mente semplice con una forte passione per tutto ciò che ha a che fare con il miele, e le cui api da compagnia gli volano sempre intorno alla testa.

Sharpy

Sharpy

una volpe rossa bipede che ama superare in astuzia gli altri per il proprio tornaconto. Sente che mentire, imbrogliare e rubare sono ciò che fanno le “vere volpi”, anche se tende a non farlo con molto successo.

Regal Eagle, un’aquila (anche se assomiglia più a una poiana) che parla e pensa come un soldato. Questo personaggio è il meno caratterizzato dei Bluffers ed è spesso chiamato solo per svolgere un piccolo compito in qualsiasi piano gli animali possano avere.

Gin-Seng, un’oca dall’aspetto orientale, specializzata nella preparazione di rimedi erboristici. Prende il nome dalla pianta del ginseng.

Prickly Pine, un porcospino iperattivo dal piumaggio rosso sempre pronto all’azione e al combattimento. È in grado di proiettare i suoi aculei con la massima precisione, anche se questa scorta inesauribile di aculei spesso finisce nel sedere di Sharpy o di qualche altro ignaro Bluffer.

Psycho, un serpente timido e solitario con poteri psichici limitati; ad esempio, una volta era usato come metal detector. Quando parla aggiunge una “P” udibile alle parole che contengono un suono “S”; “P’sad”, “P’cercerly”, eccetera.

Cattivi

Clandestino, un umano gonfio, adorante se stesso e gobbo; è l’autoproclamato sovrano totalitario di Bluffoonia. Vive in un castello simile a una fortezza, la cui prigione contiene il suo prezioso “Segreto per ottenere tutto”, che è la fonte del suo potere.

Sillycone

Sillycone

il robot maggiordomo di Clandestino; è più intelligente del suo padrone e sembra non avere malizia, ma serve Clandestino fedelmente. Il suo nome è basato su Silicon (l’elemento di cui sono fatti la maggior parte dei transistor e dei circuiti integrati) e Silly.

Episodi

  1. Memoria per sempre
  2. Il presente del tempo
  3. Cose che bluffano di notte
  4. Dove diavolo siamo?
  5. Archeologia degli scavi
  6. Stato satellite
  7. L’amicizia sta affondando?
  8. Abbasso la gravità
  9. Color Mix-up – Zip si infiltra nel castello di Clandestino per ottenere un po’ di vernice per Honeyboy.
  10. Segui la strada dei biomattoni
  11. L’evoluzione non è più quella di una volta
  12. Sopra Bluffoonia nella mia mongolfiera
  13. Mineralogia

Produzione

Ogni episodio ha una durata di circa 25 minuti. La maggior parte delle storie sono incentrate su Clandestino che fa o complotta qualcosa che distruggerà l’ultima foresta di Bluffoonia o altrimenti sconvolgerà la vita dei Bluffer, e i tentativi dei Bluffer di ostacolarlo.

Alcune delle storie sono incentrate sui piani dei Bluffer di rubare il “Segreto per ottenere tutto” di Clandestino in modo che possano usarlo per rimuoverlo dal potere. Questo segreto, che gioca un ruolo importante nella maggior parte degli episodi, non viene mai rubato con successo o addirittura rivelato durante la serie.

La cosa più vicina che si vede è la porta del segreto, chiusa a chiave e voltata con catene, un teschio e luci eleganti attorno alla sua cornice. Solo Clandestino può vederlo, e se qualcuno tenta e osa, anche dai suoi servi, venga ucciso. Ecco perché porta sempre con sé le chiavi delle serrature della porta.

Nell’episodio finale dell’intera serie, mentre scavava il suo cortile con le sue macchine per i minerali, finì per distruggere il fossato, causando così l’allagamento dell’intero castello, e affondando le parti inferiori, portando con sé il segreto, nonostante i suoi vani tentativi di salvarlo.

Ogni episodio contiene due numeri musicali.

Dati tecnici

Autori Gene Deitch (idea originale), Frank Fehmers (concetto)
Regia Frank Fehmers
Voci Allen Swift, Kees ter Bruggen, Richard Felgate, Gene Deitch, Eric Jan Harmsen, Narrato da Gene Deitch
Musica Eric Jan Harmsen
Paese di origine Paesi Bassi, stati Uniti
Lingue originali Olandese, inglese
N. di stagioni 1
Numero di episodi 13
Produttore esecutivo Frank Fehmers
Il produttore Frank Fehmers
Durata 25 min.
Rete originale AVRO
Uscita originale 7 ottobre – 30 dicembre 1986

Fonte: https://en.wikipedia.org/wiki/The_Bluffers