Le avventure di Rocky e Bullwinkle – il film live-action del 2000

Le avventure di Rocky e Bullwinkle – il film live-action del 2000

The Adventures of Rocky and Bullwinkle è un film commedia slapstick di avventura live-action/animazione del 2000 diretto da Des McAnuff e prodotto da Universal Pictures, basato sul cartone animato televisivo omonimo di Jay Ward. I personaggi animati Rocky and Bullwinkle condividono lo schermo con attori dal vivo che interpretano Fearless Leader (interpretato da Robert De Niro, che ha anche co-prodotto il film), Boris Badenov (Jason Alexander) e Natasha Fatale (Rene Russo) insieme a Randy Quaid, Piper Perabo, Kenan Thompson e Kel Mitchell. June Foray ha ripreso il suo ruolo di Rocky, mentre Keith Scott (nessuna parentela con l’attore originale Bill Scott) ha doppiato Bullwinkle e il narratore del film. Il film presenta anche camei di interpreti tra cui James Rebhorn, Paget Brewster, Janeane Garofalo, John Goodman, David Alan Grier, Don Novello, Jon Polito, Carl Reiner, Whoopi Goldberg, Max Grodenchik, Norman Lloyd, Jonathan Winters e Billy Crystal.

Il film segue un giovane agente dell’FBI di nome Karen Sympathy che chiede l’aiuto di Rocky e Bullwinkle per fermare Boris, Natasha e Fearless Leader dal prendere il controllo degli Stati Uniti. Uscito il 30 giugno 2000, il film è stato un flop al botteghino, incassando 35,1 milioni di dollari in tutto il mondo contro un budget di 76 milioni di dollari (rendendolo uno dei più grandi flop al botteghino della storia) e ha ricevuto recensioni miste con critiche alla scrittura, trama e umorismo, pur elogiando le performance, gli effetti visivi e la fedeltà al materiale di origine.

Il film si apre con la vita malinconica di Rocky the Squirrel e Bullwinkle J. Moose, visto che la loro serie televisiva è stata cancellata nel 1964. La loro casa animata, Frostbite Falls, è stata deforestata, Rocky non può più volare e il narratore dello spettacolo, Lived with his mother. Nel frattempo, i loro arcinemici, Fearless Leader, Boris Badenov e Natasha Fatale, hanno perso tutti il potere in Pottsylvania dopo la fine della Guerra Fredda. Scappano scavando un tunnel in uno studio cinematografico di Hollywood, dove ingannano la dirigente Minnie Mogul a firmare un contratto di diritti per la loro serie e a dare il via libera a un potenziale film, trascinando i cattivi dal mondo animato e trasformandoli in personaggi dal vivo.

Sei mesi dopo, Fearless Leader e i suoi tirapiedi hanno fondato RBTV (“Really Bad Television”), una rete televisiva via cavo a New York City programmata per controllare la popolazione lavando il cervello agli spettatori americani per votare Fearless Leader come il prossimo Presidente degli Stati Uniti. Il direttore dell’FBI, Cappy von Trapment, incarica l’agente Karen Sympathy di reclutare Rocky e Bullwinkle per fermare la trasmissione prevista di RBTV. Karen viaggia fino a un faro che genera film a Los Angeles, convocando Rocky, Bullwinkle e il narratore nel mondo reale.

Dopo aver appreso del ritorno di Rocky e Bullwinkle, Fearless Leader invia Boris e Natasha a distruggerli. Gli viene dato il CDI, un’arma simile a un laptop che può intrappolare i personaggi dei cartoni all’interno di Internet. Il camion dei cattivi viene rubato da Karen, che viene immediatamente arrestata dalla polizia statale dell’Oklahoma quando Natasha si finge di essere lei. Boris e Natasha rubano successivamente un elicottero per continuare il loro inseguimento.

Karen viene mandata in prigione, ma manipola un guardiano svedese innamorato di nome Ole per aiutarla a fuggire. Rocky e Bullwinkle vengono raccolti dagli studenti Martin e Lewis, che frequentano l’università di Bullwinkle. Boris e Natasha mettono in atto un piano elaborato per assassinare Bullwinkle, donando un assegno all’università a suo nome, ispirando il consiglio accademico a conferire a Bullwinkle un “Mooster’s Degree” onorario. Mentre Bullwinkle rivolge ai studenti un discorso, Rocky recupera la sua capacità di volare, impedendo a Boris di uccidere Bullwinkle con il CDI. Boris e Natasha inseguono Rocky e Bullwinkle attraverso Chicago, ma fanno esplodere il proprio elicottero. Karen si riunisce a Rocky e Bullwinkle, ma il trio viene arrestato di nuovo da numerosi agenti della polizia. Vengono processati per numerosi reati minori in dieci stati, ma il giudice presiedente droppa le accuse riconoscendo Rocky e Bullwinkle, informando il procuratore distrettuale che le celebrità sono al di sopra della legge.

Il trio compra un vecchio biplano e scappa di nuovo da Boris e Natasha. I due cattivi considerano il ritiro, mentendo a Fearless Leader di aver sconfitto Rocky e Bullwinkle, fiduciosi di aver già vinto. Nel frattempo, il piano di Fearless Leader entra in azione e trasmette programmi per lavare il cervello alla maggior parte del Paese. Bullwinkle atterra in modo accidentale l’aereo fuori dalla Casa Bianca a Washington, D.C., e scopre che il Presidente è stato sottoposto al lavaggio del cervello dai programmi di RBTV, al quale Bullwinkle è immune grazie alla sua stupidità naturale. Cappy trova Bullwinkle e lo scannerizza nel sistema informatico della Casa Bianca, poi lo manda via e-mail allo studio proprio mentre Fearless Leader si rivolge alla nazione, interrompendo la trasmissione, e scoppia una rissa caotica, che porta alla cattura dei cattivi. Karen, Rocky e Bullwinkle chiedono quindi al pubblico americano di ripiantare Frostbite Falls, e Bullwinkle attiva accidentalmente il CDI, trasformando i cattivi nelle loro forme animate e cacciateli per sempre su Internet. Nel frattempo, le carriere di Rocky and Bullwinkle sono rinnovate in RBTV, ribattezzata “Rocky and Bullwinkle Television”, e Karen esce con Ole mentre Rocky, Bullwinkle e il Narratore tornano a casa in un Frostbite Falls rigenerato.

Il film ha ricevuto critiche miste, con critiche negative alla sua trama e umorismo, ma elogiando le performance, gli effetti visivi e la fedeltà alla fonte originale. Nonostante il flop al botteghino, il film ha comunque avuto un impatto culturale duraturo per i fan della serie originale e per i nostalgici degli anni ’60.

Fonte: wikipedia.com

Lascia un commento