La maga Chappy / Mahōtsukai Chappy

La maga Chappy / Mahōtsukai Chappy

Mahou Tsukai Chappy, anche conosciuto brevemente come La maga Chappy, è una serie anime che ha debuttato su TV Asahi (precedentemente conosciuta come NET, o Nihon Educational Television) nel 1972. Si tratta del quinto anime di ragazze magiche nella storia (il sesto se si conta anche Marvelous Melmo di Osamu Tezuka), e il quinto prodotto dallo studio di animazione Toei Animation. Sebbene lo show sia stato piuttosto popolare, non ha avuto lo stesso successo delle precedenti serie di ragazze magiche di Toei, e risulta relativamente oscuro rispetto ai suoi predecessori. Oltre al successo in Giappone, Chappy è stato doppiato in italiano, francese e spagnolo, e trasmesso in TV in Italia e in varie nazioni dell’America Latina come Messico, Perù, Cile e Guatemala.

La trama di Chappy è simile a quella di Sally the Witch. Chappy, stufa delle vecchie tradizioni del suo popolo, lascia la Terra della Magia per il mondo umano. Presto la sua famiglia capisce quanto lei abbia trovato nell’altro mondo e decide di unirsi a lei nella nuova casa. Chappy è conosciuta per essere la prima strega a usare una bacchetta magica (in realtà un bastone magico, donatole dal nonno). Il suo incantesimo speciale è “Abura Mahariku Maharita Kabura”. Gli amici umani più stretti di Chappy sono la ragazza maschiaccio Michiko e la ragazza perbene Shizuko, al modo delle amiche di Sally, Yotchan e Sumire.

Oltre al suo successo in Giappone, l’opera è stata adattata in un manga disegnato da Hideo Azuma, che in seguito ha creato la sua propria serie di ragazze magiche, Nanako SOS, nel 1983. Chappy, insieme ad altre ragazze magiche di Toei come Akko-chan, Sally, Cutie Honey, Megu-chan, Lunlun e Lalabel, è un personaggio giocabile nel videogioco per PlayStation del 1999 Majokko Daisakusen: Little Witching Mischiefs. La serie è stata pubblicata in Giappone in un box set su DVD da ICF Co., Ltd. nel dicembre 2005.

La serie presenta anche diversi riferimenti a Disney, incluso un riferimento al film La bella addormentata nel bosco del 1959, e il personaggio mascotte panda, Don-chan, introdotto per cavalcare una mini-follia per i panda nel Giappone del 1972 (che ha anche influenzato Panda! Go Panda! di Hayao Miyazaki).

Inoltre, la serie ha trasmesso un episodio di rilievo verso la fine della serie, scritto da Shukei Nagasaka, che trattava tematiche come l’inquinamento e l’uso delle risorse naturali, in un legame con le preoccupazioni ecologiche degli anni ’70. La serie è uscita in un cofanetto in Giappone su DVD nel dicembre 2005.

Mahou Tsukai Chappy è una serie animata giapponese trasmessa su NET. La serie è stata creata da Toei Animation e diretta da Yugo Serikawa, con due episodi diretti da Hiroshi Ikeda. La sceneggiatura è stata scritta principalmente da Masaki Tsuji, con l’apporto di altri autori per alcuni episodi. L’anime è stato trasmesso per la prima volta il 3 aprile 1972 e ha avuto un totale di 39 episodi.

La serie è in stile magical girl e si svolge in un’atmosfera fantasy, con una durata di 20 minuti per ogni episodio. La serie è stata trasmessa su TV Asahi, precedentemente nota come NET, e è stata distribuita anche in Italia, Francia e Spagna.

La trama segue le avventure della giovane strega Chappy, che, stufa delle vecchie usanze del suo mondo, decide di trasferirsi nel mondo umano, dove stringe amicizia con Michiko e Shizuko. Durante la serie, Chappy si trova ad affrontare varie sfide come la preservazione dell’ambiente e l’uso razionale delle risorse naturali.

La serie è stata trasmessa in diversi paesi e gode di una buona popolarità, nonostante sia meno conosciuta dei precedenti anime del genere. La serie è stata pubblicata in Giappone su DVD nel dicembre 2005.

Fonte: wikipedia.com

Cartoni animati anni 70

Lascia un commento