Il ritorno di Po: Kung Fu Panda 4

Il ritorno di Po: Kung Fu Panda 4

L’attesissimo film di animazione della saga di “Kung Fu Panda” segna un ritorno trionfale nei cinema, promettendo di essere una delle pellicole più innovative e affascinanti prodotte da DreamWorks Animation e distribuite da Universal Pictures. “Kung Fu Panda 4” non è soltanto un seguito ma un vero e proprio capitolo che si propone di rinnovare e arricchire la narrazione attorno al carismatico Po e al suo mondo.

Direzione e Visione

Sotto la direzione di Mike Mitchell e con la co-direzione di Stephanie Ma Stine, al suo debutto nella regia di un lungometraggio, il film vede il ritorno di Darren Lemke e del team di scrittori Jonathan Aibel e Glenn Berger. Questa squadra creativa porta una freschezza narrativa, promettendo di mantenere vivo lo spirito originale della saga, arricchendola di nuove prospettive.

Un Cast Rinforzato

La pellicola vanta il ritorno di voci amate come quelle di Jack Black, Dustin Hoffman, James Hong, Bryan Cranston, e Ian McShane, che riprendono i loro ruoli iconici, affiancati da nuovi talenti come Awkwafina, Ke Huy Quan, Ronny Chieng, Lori Tan Chinn, e Viola Davis, che introducono personaggi inediti pronti a lasciare il segno. Questa combinazione di vecchie e nuove presenze promette una dinamica ricca e coinvolgente.

Trama e Sviluppi

“Kung Fu Panda 4” esplora la ricerca di Po per trovare e formare il suo successore come nuovo Guerriero Dragone. La sua avventura lo porta ad allearsi con Zhen, una volpe bandita, per sconfiggere “The Chameleon”, una strega camaleonte capace di assorbire le abilità altrui. Questo nuovo antagonista introduce un elemento di pericolo e mistero, spingendo Po e i suoi compagni a superare limiti inaspettati.

Produzione e Innovazione

La produzione di “Kung Fu Panda 4” ha visto DreamWorks confermare l’obiettivo di continuare a espandere l’universo narrativo del franchise, con una particolare attenzione all’evoluzione del personaggio di Po e all’introduzione di nuove figure. La regia di Mitchell, unita all’apporto creativo di Stine e al supporto produttivo di Rebecca Huntley, ha permesso di esplorare nuove direzioni artistiche e narrative, arricchendo la storia di profondità ed emozione.

Aspetti Tecnici e Musicali

Dal punto di vista tecnico, il film promette di essere un capolavoro visivo, con scene di combattimento che riflettono i progressi sia nella tecnologia che nell’arte del kung fu, prendendo ispirazione anche dall’anime. La colonna sonora, affidata a Hans Zimmer e Steve Mazzaro, si preannuncia come un ulteriore punto di forza, garantendo un’esperienza coinvolgente.

Con una data di uscita fissata per l’8 marzo 2024, “Kung Fu Panda 4” si prepara a essere non solo un successo di pubblico ma anche un’opera che sposta in avanti i confini dell’animazione, combinando azione, umorismo e valori profondi. L’entusiasmo che circonda questo ritorno è testimoniato anche dalla presenza del trailer alla parata del giorno del Ringraziamento e dal record di visualizzazioni ottenuto, segno dell’impatto profondo che il franchise continua ad avere. Con “Kung Fu Panda 4”, DreamWorks sembra pronto a inaugurare una nuova era per Po e per il mondo del kung fu animato, promettendo emozioni, risate e avventure senza precedenti.


Kung Fu Panda 4 è il primo lungometraggio cinematografico della saga di Kung Fu Panda dal 2016 con Kung Fu Panda 3, anche se nel frattempo sono state prodotte diverse serie animate e speciali.

Mitchell ha dichiarato che l’attesa è stata necessaria: “Volevamo assicurarci di raccontare la miglior storia di sempre, e ci è voluto del tempo. Ho lavorato su molte saghe qui, da Shrek a Trolls, e non vogliamo mai andare avanti a meno che non siamo certi che ci sarà una storia straordinaria che farà evolvere il personaggio principale e in cui crediamo veramente.”

Un’attesa di otto anni tra i film ha anche significato nuovi strumenti a disposizione degli artisti della Dreamworks questa volta. Secondo Mitchell: “Il bello di ciò che ci è voluto tanto è che nel frattempo la tecnologia è migliorata sempre di più, quindi abbiamo potuto realizzare delle incredibili riprese con Gopro. Gli effetti sono incredibili.”

Nel film, il protagonista della saga Po, anche conosciuto come il Guerriero Dragone, viene incaricato di prendere il posto come leader spirituale della Valle della Pace. Come parte di questa transizione, deve trovare un nuovo combattente per prendere il posto di Guerriero Dragone. Complica la situazione il nuovo e mutaforma villain conosciuto come Chamelon, che ha iniziato a terrorizzare la zona nel tentativo di mettere le mani sul Bastone della Saggezza di Po, il quale le permetterebbe di riportare tutti i villain che Po ha precedentemente bandito dalla valle.

Ma Stine sostiene che l’evoluzione di Po ha senso narrativamente, e omaggia anche il classico cinema cinese di arti marziali: “Eravamo molto consapevoli che coloro che ci avevano preceduto avevano completato un arco narrativo alla fine del terzo film, quindi come team ci siamo chiesti: ‘Cosa potrebbe essere possibile per qualcuno che ha conquistato tutto?’ Da fan dei film wuxia, pensavamo che sarebbe stato fantastico se Po dovesse assumere il ruolo di leader spirituale della Valle della Pace. Era un passo naturale da compiere.”

Kung Fu Panda 4 vede anche il ritorno di Jack Black come voce di Po, affiancato da altri veterani della saga come Dustin Hoffman, James Hong, Bryan Cranston e Ian McShane. Tra i nuovi arrivati ci sono Viola Davis, Awkwafina e Ke Huy Quan.

Secondo Huntly, Kung Fu Panda 4 è stata una delle produzioni più collaborative mai supervisionate dallo studio: “Una delle cose che mi ha davvero colpito quando abbiamo realizzato questo film è che tutti gli artisti sono stati così coinvolti. Mike e Stephanie erano aperti a qualsiasi idea gli artisti avevano. Ognuno guarda le cose da un punto di vista diverso, ed è stato davvero rinfrescante e divertente partecipare a queste conversazioni sulle idee che gli artisti portavano avanti.”

Mitchell ha concordato, aggiungendo che: “Più di qualsiasi altra produzione su cui ho lavorato, ci siamo affidati non solo allo sceneggiatore e agli storyboard artist, ma anche agli animatori e agli artisti degli effetti; tutti si sono davvero coinvolti. Ci sono le impronte di ogni artista in questo film.”

In definitiva, sembra che Kung Fu Panda 4 sia stato un vero e proprio lavoro di squadra, con tutti i membri dello staff contribuendo con la propria creatività e passione per portare alla vita questa nuova avventura di Po e dei suoi amici. Presto potremo vedere il risultato di questo impegno sul grande schermo, e non vediamo l’ora di immergerci di nuovo nella magica Valle della Pace.

Scheda Tecnica di “Kung Fu Panda 4”

  • Regia: Mike Mitchell
  • Sceneggiatura: Jonathan Aibel, Glenn Berger, Darren Lemke
  • Produzione: Rebecca Huntley
  • Cast Principale:
    • Jack Black
    • Awkwafina
    • Bryan Cranston
    • James Hong
    • Ian McShane
    • Ke Huy Quan
    • Ronny Chieng
    • Lori Tan Chinn
    • Dustin Hoffman
    • Viola Davis
  • Montaggio: Christopher Knights
  • Musica: Hans Zimmer, Steve Mazzaro
  • Casa di Produzione: DreamWorks Animation
  • Distribuzione: Universal Pictures
  • Data di Uscita: 8 marzo 2024
  • Durata: 94 minuti
  • Paese: Stati Uniti
  • Lingua: Inglese

Gianluigi Piludu

Autore di articoli, illustratore e grafico del sito www.cartonionline.com

Lascia un commento