Le avventure di Bianca e Bernie (1977)

Le avventure di Bianca e Bernie (1977)

Le avventure di Bianca e Bernie, un film del 1977, si inserisce nella gloriosa tradizione dei lungometraggi animati Disney come il 23º classico, brillando per la sua creatività, il suo stile e il suo umorismo. Prodotto da Walt Disney Productions e distribuito da Buena Vista, il film è una meravigliosa commedia d’avventura animata che ha colpito il pubblico di tutto il mondo.

Le avventure di Bianca e Bernie – Trailer in italiano
The Rescuers – Trailer in inglese

Una Società di Topi Salvatori

Le avventure di Bianca e Bernie narrano la storia della Società Internazionale di Salvataggio, un’organizzazione di topi con sede a New York che ha come missione quella di soccorrere le vittime di rapimenti in tutto il mondo. Due membri di questa nobilissima società, la raffinata Miss Bianca e il suo ansioso compagno Bernie, intraprendono una missione per liberare Penny, una giovane orfana, dalla prigionia della cacciatrice di tesori Madame Medusa nella “palude del Diavolo”.

Il Cast Stellare

Con le voci di Bob Newhart ed Eva Gabor che prestano la loro arte rispettivamente a Bernie e Bianca, il film riesce a creare personaggi memorabili e ricchi di profondità. La piccola Penny, doppiata da Michelle Stacy, diventa il simbolo dell’innocenza e della speranza, mentre i cacciatori di tesori, interpretati da Geraldine Page e Joe Flynn, rappresentano la minaccia e l’avidità.

L’Origine Letteraria

Basato su una serie di libri di Margery Sharp, tra cui “Miss Bianca al Castello Nero” (1959) e “Le avventure di Bianca e Bernie” (1962), il film trasporta gli spettatori in un mondo animato dove i topi possono essere eroi e le avventure sono all’ordine del giorno. Il contesto letterario aggiunge un ulteriore strato di profondità e complessità alla trama, rendendo la visione un’esperienza ricca e appagante.

Sviluppo e Successo

La creazione del film ha avuto inizio nel 1962, ma fu inizialmente accantonata a causa delle riserve di Walt Disney riguardanti gli sfondi politici del progetto. Risvegliato negli anni ’70 come un progetto per animatori più giovani, vide infine l’intervento del senior animation staff dopo l’uscita di Robin Hood nel 1973. Quattro anni di lavoro intensivo hanno portato alla realizzazione di questo capolavoro.

Il 22 giugno 1977, Le avventure di Bianca e Bernie fecero il loro debutto nelle sale cinematografiche, guadagnandosi il plauso della critica e del pubblico, incassando $48 milioni contro un budget di $7.5 milioni nella sua corsa iniziale al botteghino. Grazie a due ri-uscite nel 1983 e nel 1989, il film ha raggiunto un incasso totale di $169 milioni.

Un Segno Distintivo

Le avventure di Bianca e Bernie sono rimaste nella storia anche per essere il primo film d’animazione Disney ad avere un sequel, “Bianca e Bernie nella terra dei canguri”, rilasciato nel 1990, consolidando così la sua posizione come un pietra miliare nella filmografia Disney.

Riflessione

Le avventure di Bianca e Bernie è un film che, attraverso la sua narrativa avvincente e i suoi personaggi amabili, ci ricorda il potere dell’amicizia e del coraggio. È una storia che, pur essendo ambientata in un mondo fantastico, risuona con verità umane universali, facendoci riflettere sulla nostra responsabilità verso gli altri e sul valore della solidarietà.

La storia

Nel selvaggio paesaggio della Palude del Diavolo, Louisiana, una piccola orfana di nome Penny lancia disperatamente un messaggio in bottiglia, un grido d’aiuto. Questa bottiglia, dopo un tumultuoso viaggio, arriva a New York nelle mani della Società Internazionale di Salvataggio, un’organizzazione di topi internazionali. Miss Bianca, la rappresentante dell’Ungheria, con coraggio si offre di prendere il caso e sceglie Bernie, un timido usciere, come suo co-agente.

Partendo verso l’orfanotrofio di Penny, i due fanno amicizia con un vecchio gatto, Rufus, che li informa di una tale Madame Medusa, un personaggio sinistro che aveva cercato di attirare Penny. Determinati, i topolini investigano il negozio di pegni di Medusa e scovano il suo piano diabolico. Medusa, con il suo complice, il signor Snoops, è alla ricerca dell’enorme diamante chiamato “L’Occhio del Diavolo”, e ha rapito Penny per approfittare delle sue piccole dimensioni per accedere a una grotta segreta e recuperarlo.

Bianca e Bernie, con l’aiuto di un albatro di nome Orville e una libellula, Evinrude, inseguono Medusa fino alla palude. Lì, scoprano che Medusa vuole costringere Penny a recuperare il diamante da una caverna bloccata di pirati. Nonostante le difficoltà e le minacce, i due topi, insieme a Penny, elaborano un piano di fuga audace. Evinrude, nonostante le difficoltà, avvisa gli altri animali della palude, che detestano profondamente Medusa, e inizia un caos in cui Penny, Bianca e Bernie riescono a fuggire con il diamante, lasciando Medusa e il signor Snoops in una situazione critica.

Dopo una fuga avvincente con l’imbarcazione di Medusa, i nostri eroi tornano a New York, dove Penny viene finalmente adottata, e l’Occhio del Diavolo viene consegnato allo Smithsonian Institution. La Società Internazionale di Salvataggio, soddisfatta, promuove Bernie e, interrotti da un nuovo grido d’aiuto, Bianca e Bernie partono per un’altra avventura, dimostrando che il coraggio e l’amicizia possono superare ogni ostacolo.

Personaggi

Bernie è l’usciere della Società di Salvataggio, un personaggio goffo e timoroso, con una paura del numero 13 e con un amore non corrisposto per Miss Bianca, una topolina elegante e rappresentante dell’Ungheria presso la Società di Salvataggio. Quest’ultima, dalla natura avventurosa e altruista, sceglie Bernie come co-agente nella missione per salvare la piccola Penny, un’orfana sfortunata che è stata rapita dalla malvagia Madame Medusa.

Madame Medusa è una donna avida ed eccentrica, proprietaria di un banco dei pegni a New York e principale antagonista del film. La sua ossessione è il leggendario diamante “Occhio del Diavolo”, per il quale ha rapito Penny, l’unica abbastanza piccola per raggiungere il luogo in cui il diamante è nascosto. Medusa ha due coccodrilli domestici, Bruto e Nerone, che nonostante siano viziati, vengono spesso maltrattati da lei.

Penny è una bambina triste e sola, convinta che nessuno la vorrà mai adottare. È molto legata al suo orsacchiotto di pezza, Chicco, e all’anziano gatto dell’orfanotrofio, Rufus, che le dà conforto nei momenti di tristezza. La piccola Penny è il motore degli eventi del film, cercando aiuto attraverso un messaggio in bottiglia che sarà poi trovato dalla Società di Salvataggio.

Il film si colora con personaggi secondari ma non meno importanti come Snoops, l’aiutante ingenuo e gretto di Medusa, che spera in un guadagno dalla vendita del diamante, e Orville, un albatro sgangherato che offre un passaggio a Miss Bianca e Bernie. Ci sono anche Ellie Mae e Luke, due topi della palude del Diavolo, che aiuteranno i protagonisti nel loro viaggio, e Evinrude, una libellula che fa da guida attraverso la palude.

Infine, il film ci porta anche nell’orfanotrofio dove Rufus, l’anziano gatto, dona parole di saggezza e speranza, facendo emergere il tema della fede, un elemento essenziale della trama. Nonostante la sua breve apparizione, Rufus si rivela un personaggio chiave, ispirando Miss Bianca e Bernie a cercare e salvare Penny.

Il contesto è caratterizzato da luoghi contrastanti, dalla scintillante New York, con i suoi grattacieli e luci, alla palude del Diavolo, un luogo oscuro e misterioso, rifugio della malvagia Medusa. La trama si snoda tra audaci salvataggi, inseguimenti frenetici e momenti di dolcezza e riflessione, dando vita a un’avventura emozionante e coinvolgente.

Produzione

Il film “Le avventure di Bianca e Bernie” ha origini profonde e un percorso di sviluppo travagliato, traendo ispirazione dai libri di Margery Sharp, in particolare “The Rescuers” e “Miss Bianca”. Nel 1959, “The Rescuers” riscosse un notevole successo, e nel 1962 Disney acquisì i diritti per trasformarlo in un film. Nonostante ciò, l’adattamento cinematografico ha subito numerose modifiche e revisioni, tanto che il progetto fu accantonato diverse volte prima della sua effettiva realizzazione.

Inizialmente, la trama era centrata su un poeta norvegese ingiustamente imprigionato in una roccaforte che assomigliava alla Siberia, denominata “Black Castle”. Tuttavia, Walt Disney decise di mettere da parte il progetto, non gradendo le connotazioni politiche che la storia stava acquisendo, spostando il setting da una roccaforte siberiana a Cuba, poi a un ambiente artico, e infine agli Stati Uniti. Nel tentativo di rinnovare la storia, furono fatti diversi cambiamenti nei personaggi e nei contesti, mantenendo sempre l’idea centrale del salvataggio di una vittima ingiustamente imprigionata da parte dei protagonisti, due topolini chiamati Bernard e Bianca.

Louis Prima era stato originariamente scelto per doppiare un orso polare di nome Louis the Bear, ma il progetto fu scartato a causa della sua malattia. La storia subì ulteriori modifiche, inclusa la sostituzione del cattivo principale, la trasformazione dei personaggi, e la creazione di nuovi contesti ambientali e narrativi.

Un punto centrale del film è la lotta per liberare il “Devil’s Eye diamond” da un teschio pirata, una sequenza creata con molta attenzione per aumentare la tensione. Il film vide anche la trasformazione della malvagia Cruella de Vil in Madame Medusa, un personaggio ispirato all’ex moglie dell’animatore Milt Kahl. Medusa divenne l’ultima creatura animata di Kahl, che desiderava che il suo personaggio finale fosse il migliore, così tanto che realizzò quasi tutta l’animazione del personaggio da solo.

Nonostante gli iniziali ostacoli e i cambiamenti di percorso, “Le avventure di Bianca e Bernie” alla fine trovarono il loro posto come un classico Disney, caratterizzato dalla presenza di personaggi unici e una trama avvincente. La lavorazione di questo film ha rappresentato un importante momento di transizione per lo studio, portando a una collaborazione tra nuovi talenti e animatori veterani, ed è servito come ponte tra l’antica e la nuova generazione di artisti Disney. Inoltre, grazie ai miglioramenti tecnologici nel processo di xerografia, gli artisti sono stati in grado di creare linee più morbide e dettagliate rispetto ai film precedenti, elevando la qualità estetica del film.

La produzione del film non è stata esente da tragedie; John Lounsbery, uno dei co-direttori, è morto di infarto durante la produzione del film. Ma nonostante tutte le difficoltà incontrate, “Le avventure di Bianca e Bernie” sono diventate un’opera iconica, risultato di anni di sforzi creativi e innovazioni tecniche, e un emblema dell’impegno continuo di Disney nel creare storie avvincenti e personaggi indimenticabili.

Scheda tecnica

  • Lingua originale: Inglese
  • Paese di produzione: Stati Uniti d’America
  • Anno: 1977
  • Durata: 78 minuti
  • Rapporto: 1,66:1
  • Genere: Animazione, Avventura, Commedia, Drammatico

Staff

  • Regia: Wolfgang Reitherman, John Lounsbery, Art Stevens
  • Soggetto: Margery Sharp
  • Sceneggiatura: Larry Clemmons, Ken Anderson, Frank Thomas, Vance Gerry, David Michener, Ted Berman, Fred Lucky, Burny Mattinson, Dick Sebast
  • Produttore: Wolfgang Reitherman
  • Produttore esecutivo: Ron W. Miller
  • Casa di produzione: Walt Disney Productions
  • Distribuzione in italiano: CIC
  • Montaggio: James Melton, James Koford
  • Musiche: Artie Butler
  • Art director: Don Griffith

Animatori e Artisti

  • Animatori: Ollie Johnston, Milt Kahl, Frank Thomas, Don Bluth, John Pomeroy, Cliff Nordberg, Andy Gaskill, Gary Goldman, Art Stevens, Dale Bear, Chuck Harvey, Ron Clements, Bob McCrea, Bill Hajee, Glen Keane, Jack Buckley, Ted Kierscey, Dorse A. Lanpher, James L. George, Dick Lucas, Heidi Guedel, Ron Husband, Dick Sebast
  • Sfondi: Al Dempster, Jim Coleman, Ann Guenther, Daniela Bielecka

Cast (Voci Originali)

  • Bob Newhart: Bernie
  • Eva Gabor: Miss Bianca
  • Geraldine Page: Madame Medusa
  • Joe Flynn: signor Snoops
  • Jeanette Nolan: Ellie Mae
  • Pat Buttram: Luke
  • Jim Jordan: Orville
  • John McIntire: Rufus
  • Michelle Stacy: Penny
  • Bernard Fox: presidente
  • Larry Clemmons: nonno
  • James MacDonald: Evinrude
  • George Lindsey: coniglio
  • Bill McMillian: presentatore TV
  • Dub Taylor: Digger
  • John Fiedler: gufo

Doppiatori Italiani

  • Marcello Tusco: Bernie
  • Melina Martello: Miss Bianca
  • Ada Maria Serra Zanetti: Madame Medusa
  • Gianni Bonagura: signor Snoops
  • Liù Bosisio: Ellie Mae
  • Franco Latini: Luke
  • Silvio Spaccesi: Orville
  • Roberto Bertea: Rufus
  • Davide Lepore: Penny
  • Alberto Lionello: presidente

Fonte: https://it.wikipedia.org/wiki/Le_avventure_di_Bianca_e_Bernie