“La magnifica vita di Marcel Pagnol” di Sylvain Chomet arriva con Sony Pictures Classics

“La magnifica vita di Marcel Pagnol” di Sylvain Chomet arriva con Sony Pictures Classics

Segnalato dal Festival e dal mercato di Cannes, Sony Pictures Classics ha acquisito più diritti territoriali per  La magnifica vita di Marcel Pagnol , l’ultimo film d’animazione del regista vincitore del BAFTA e quattro volte nominato all’Oscar Sylvain Chomet. SPC in precedenza si è occupata della distribuzione dei suoi acclamati film Appuntamento a Belleville (Les Triplettes de Belleville) e L’illusionista (The Illusionist) .

Sylvain Chomet

Prodotto da ON kids & family ( Il piccolo principe, Miraculous ) e What The Prod (Ashargin Poiré e Valérie Puech) di Mediawan, il film artistico in 2D è descritto come un “inno animato al cinema”, raccontando il prolifico e celebre pioniere del cinema, drammaturgo e la vita straordinaria del romanziere. Come ha affermato Chomet, che è sceneggiatore e regista del film biografico, quando il progetto è stato annunciato:

“L’intero lavoro [di Marcel Pagnol] ci parla con parole che si riferiscono a tutti noi. Voglio raccontare la sua storia, quello che sappiamo poco o meno di lui, e cercare di capire e svelare l’uomo dietro il suo lavoro. È attraverso l’innocenza di Marcel da bambino che ho scelto di ritrascrivere i valori profondamente umani e universali dell’uomo, perché sono convinto che la nostra epoca abbia bisogno di tornare a questa poesia e linguaggio dell’umanità”.

Sony Pictures Classics ha acquisito i diritti di distribuzione per Nord America, America Latina, Scandinavia, Medio Oriente, Israele, India, Italia e compagnie aeree/navi in ​​tutto il mondo in mare, in tutte le lingue.

La magnifica vita di Marcel Pagnol  è attualmente in produzione, prevista per il 2024. I co-produttori sono Bibidul Prod. e Align, in collaborazione con Nicolas Pagnol della Tenuta Pagnol.

Il nuovo film di Chomet è basato sulla vita del celebre autore e regista francese Marcel Pagnol.

[Fonte: Variety]

Vai alla fonte dell’articolo su www.animationmagazine.net