Animation First Festival (Francia) aprirà con il film su Calamity Jane

Animation First Festival (Francia) aprirà con il film su Calamity Jane

L’Istituto francese Alliance Française (FIAF) ha annunciato aggiunte al 2021 Animation First Festival, che si terrà da venerdì 5 febbraio a lunedì 15 febbraio. La serata di apertura sarà ora caratterizzata dalla prima americana di Calamity Jane (Calamity, une enfance de Martha Jane Cannary) dal regista Rémi Chayé, che sarà un ospite speciale del festival.

Vincitore del Crystal per il miglior lungometraggio all’Annecy International Animation Film Festival 2020, Calamity Jane è basato sui primi anni di vita della leggendaria figura del selvaggio West. Questa rivisitazione femminista mostra come la giovane Martha Jane Cannary abbia combattuto contro una società maschilista e dominata dagli uomini per diventare un’iconica donna di frontiera.

Leggi di più sul film qui.

Chayé, che sarà un ospite speciale del festival, parlerà del suo ultimo film in un discorso dal vivo sabato 6 febbraio alle 14:00. EST. Il suo film d’animazione del 2015, Long Way North (Lungo cammino verso nord) (Tout en haut du monde), su un’altra giovane ragazza avventurosa – questa con sede in Russia – sarà proiettata durante il Festival.

“È un onore portare Calamity Jane alla FIAF’s Animation First “, ha detto Chayé. “Essendo un racconto americano, adattato da un regista francese, mi sembra particolarmente adatto a ricevere la sua prima negli Stati Uniti a questo Festival, e non vedo l’ora di discutere il processo lungo anni per portarlo a buon fine con il pubblico americano”.

Aya di Yop City

Anche la FIAF sta collaborando con Dr. Boukary Sawadogo, professore di studi cinematografici al City College di New York e direttore fondatore dell’Harlem African Animation Festival, su due programmi che mettono in risalto l’animazione dall’Africa. Considerando l’animazione come “un’altra lente per guardare l’Africa”, secondo gli scritti del dottor Sawadogo, il programma segna il 50 ° anniversario dell’indipendenza per 17 diverse nazioni africane.

La caratteristica del 2013, Aya of Yop City (Aya de Yopougon), adatta allo schermo le graphic novel più vendute di Marguerite Abouet su tre amici adolescenti. UN programma di cortometraggi riunisce registi del Ghana, della Tunisia, del Madagascar, della Repubblica Democratica del Congo e del Burkina Faso passando per il Canada, mostrando le diverse tecniche di narrazione e di produzione cinematografica sfaccettate in tutto il continente. I pantaloncini selezionati sono:

  • Black Barbie, Dir. Comfort Arthur, 2016, 4 min, Ghana
  • The Cora Player (Joueur de cora), Dir. Cilia Sawadogo, 1996, 7 min, Canada
  • Afropower (Afreupouvoir), Dir. Manohiray Randriamanantsoa, ​​2010, 5 min, Madagascar
  • L’Ambouba, Dir. Nadia Rais, 2010, 9 min, Tunisia
  • اغتراب Fade, Dir. Alaeddin Abou Taleb, 2018, 13 min, Tunisia
  • Prince Lesono, Dir. Jean-Michel Kibushi, 2004, 29 min, Francia e Belgio

Animation First 2021 – Festival Trailer dalla FIAF su Vimeo.

Come annunciato in precedenza, Animation First 2021 includerà 55 anteprime di lungometraggi e cortometraggi statunitensi, incluso il premiato debutto di Aurel Josep, il film per famiglie Stinky Dog, Happy Life in Paris!, basato sulla popolare serie di libri su un bastardino che vive in un bidone della spazzatura parigino. Fare la sua prima a New York lo è Zero Impunity (Zero impunità), un potente documentario che dà voce alle vittime di violenza sessuale in tutto il mondo creato dai fratelli Stéphane Hueber-Blies e Nicolas Blies.

I programmi copriranno anche opere di studenti delle migliori scuole di cinema statunitensi e francesi, a Il meglio di Annecy mostra cortometraggi, focus sulle opere materialmente eclettiche di Florence Miailhe (il cui prossimo lungometraggio The Crossing (L’incrocio) fa parte della line up work-in-progress), speciali TV pluripremiati , serie web provocatoria (Fall in Love, Women Undercover), Sessioni WIP su Anca Damian’s L’isola e Benoit Chieux’s Sirocco and the Kingdom of the Winds (Scirocco e il regno dei venti), nonché conferenze e workshop con luminari del settore come Kristof Serrand.

Il re e il Mockingbird

Il re e il Mockingbird

Inoltre, ospite speciale Wes Anderson (Fantastico Mr. Fox, Isle of Dogs) presenta una selezione di quattro film che hanno ispirato la sua leggendaria carriera cinematografica: Disney Bambi (1942), presentato sia in hindi che in francese; Adattamento di Richard Adams I cani della peste (1982); e cortometraggi nominati all’Oscar Uno speciale di Doonesbury (1977) e Peter e il lupo (2006). Animation First presenterà anche un tributo all’icona dell’animazione francese Paul Grimault (1905-1994) con una proiezione speciale del suo capolavoro satirico classico di culto Il re e il Mockingbird (Le Roi et l’Oiseau) e otto cortometraggi recentemente restaurati prodotti dal 1942 al 1973.

“Animation First di quest’anno promette di essere il più ricco nella storia del Festival”, ha dichiarato il presidente della FIAF Marie-Moniqu Steckel. “Siamo felicissimi di avere così tanti nuovi eccitanti film, classici di culto e il nostro primo ospite speciale americano, Wes Anderson. È particolarmente gratificante offrire, negli Stati Uniti, a un prezzo molto conveniente, la possibilità di scoprire il fantastico mondo dell’animazione francese “.

I pass per l’accesso illimitato per il festival Animation First 2021 sono in vendita  su fiaf.org.

Vai alla fonte dell’articolo su www.animationmagazine.net